20°

32°

12 tg parma

"Bimbi in bus": abbonamenti gratuiti per gli scolari dai 6 ai 10 anni Video

Ricevi gratis le news
2

Parte da oggi “Bimbi in bus”, il progetto ideato da TEP, in collaborazione con Comune e Provincia di Parma per promuovere nuove abitudini di mobilità all’interno dei nuclei famigliari.

Da oggi e fino al 31 luglio i genitori dei bambini che nel 2018 compiono da 6 a 10 anni, che frequenteranno le scuole primarie nel prossimo anno scolastico, potranno ricevere per il proprio figlio un abbonamento annuale urbano gratuito, normalmente in vendita al costo di € 185,00.

L’idea risponde ad un duplice obiettivo. Da un lato, quello di promuovere l’educazione all’uso del mezzo pubblico tra le famiglie di Parma, partendo dai più piccoli quali soggetti più sensibili all’adozione di comportamenti virtuosi. Dall’altro, l’iniziativa fa leva sul ruolo importante dei bambini per modificare le abitudini di mobilità dell’intero nucleo famigliare. L’abbonamento gratuito, infatti, è utilizzabile quando il bambino viene accompagnato nei suoi spostamenti da almeno un genitore oppure da un nonno, provvisto di un regolare titolo di viaggio (biglietto o abbonamento). I ragazzi in questa fascia d’età, peraltro, sono troppo piccoli per viaggiare non accompagnati. Annullando i costi della mobilità per i più piccoli, si vuole incoraggiare il genitore (o il nonno) a prendere in considerazione l’autobus come mezzo di trasporto per la mobilità famigliare, magari decidendo di diventare un utente regolare, con l’acquisto di un abbonamento per sé.

Secondo il presidente di TEP Antonio Rizzi: “L’iniziativa presentata oggi si inserisce in una serie di progetti che TEP sta realizzando. Per convincere i parmigiani a rinunciare all’auto privata dobbiamo fornire nuovi servizi, autobus di ultima generazione e tecnologie innovative. Un’azienda pubblica non deve pensare soltanto a fare business, ma soprattutto ad offrire servizi che vadano incontro ai bisogni della comunità.”.

Presente alla conferenza stampa anche l’assessore Tiziana Benassi del Comune di Parma: “Stop ai problemi di traffico congestionato e parcheggio selvaggio nei pressi delle scuole. A quante di queste situazioni assistiamo, ogni giorno, durante gli orari di ingresso ed uscita dei ragazzi? Allora.. Portalo a scuola in bus! Con questa iniziativa Tep, Comune e Provincia di Parma promuovono una soluzione per le famiglie che decideranno di accompagnare figli o nipoti a scuola con l’autobus offrendo l’abbonamento gratuito al bambino. Sarà così dal prossimo 1° settembre. Andare a scuola in bus è comodo, c’è sempre una fermata vicino alle scuole. E dal prossimo anno scolastico, sarà anche economico. L’idea, in linea con i progetti di miglioramento della mobilità urbana di questa Amministrazione, è quella di cambiare le abitudini della famiglia partendo dai bambini. Una buona abitudine che dovrebbe diventare un modus vivendi per tutti.”

L’assessore Ines Seletti rimarca: “E’ di pochi giorni fa la notizia di una bimba investita da un’auto davanti ad una scuola. Fuori dagli istituti abbiamo creato zone pedonali presidiate da vigili e Auser, all’esterno delle quali, purtroppo si verificano fenomeni di parcheggio selvaggio da parte dei genitori. Questa proposta si aggiunge ad altre, come l’Happy Bus e i servizi scolastici, che offrono concrete alternative di mobilità ai genitori. Per accompagnare i ragazzi da oggi c’è un abbonamento gratuito: un costo in meno, quindi, per tutte le famiglie”.

L’abbonamento, peraltro, può essere utilizzato non solo per andare a scuola, ma per tutti gli spostamenti della famiglia anche in orari e in giorni extrascolastici.

 ABBONAMENTO GRATIS: COME RICHIEDERLO

C’è tempo fino al 31 luglio 2018 per presentarsi presso uno degli sportelli TEP (Barriera Bixio, via Garibaldi o Stazione FS c/o Cicletteria) per compilare il modulo di richiesta dell’abbonamento, presentando una fototessera del bambino. L’abbonamento omaggio sarà valido dal 1° settembre 2018 al 31 agosto 2019.

L’unico costo a carico dei genitori sarà quello pari a € 5,00 necessario per attivare la card Mi Muovo, valida 5 anni. Sulla tessera sarà caricato un abbonamento gratuito intestato al bambino, del valore di € 185,00.

La tessera potrà essere ritirata dal genitore direttamente presso la biglietteria.

La mancata richiesta o ritiro dell’abbonamento gratuito entro la data indicata verrà intesa come rinuncia del genitore al titolo stesso. Nessun titolo diverso da quello omaggio potrà essere richiesto in sostituzione o a compensazione del titolo non ritirato.

Qualora dopo il 31 luglio il genitore cambiasse idea e desiderasse ritirare l’abbonamento omaggio, ciò sarà possibile unicamente nel periodo tra il 15 e il 31 ottobre 2018. In quel caso, l’abbonamento ritirato avrà comunque come scadenza il 31 agosto 2019.

 

CONDIZIONI D’USO E LIMITAZIONI

L’abbonamento è utilizzabile solo se il bambino è accompagnato da un genitore o da un nonno, in ragione di massimo 2 bambini per genitore/nonno dotato di regolare titolo di viaggio (abbonamento in corso di validità o biglietto singolo/multicorse).

Salito a bordo, il genitore dovrà ricordare di validare anche l’abbonamento gratuito del bambino, semplicemente passandolo davanti all’obliteratrice e attendendo l’accensione della luce verde.

 

Contestualmente alla validazione, sul display apparirà la data di scadenza dell’abbonamento. Sarà cura del genitore verificare che l’abbonamento gratuito non sia utilizzato oltre la data di scadenza dello stesso. 

 

Il minore titolare dell’abbonamento, accompagnato dal genitore o da un nonno, potrà utilizzare il titolo per un intero anno su tutti i servizi diurni ordinari della rete urbana di Parma. Sono esclusi il servizio Prontobus, il servizio Happy Bus e altri servizi urbani non di linea, per il cui utilizzo sarà necessario provvedere all’acquisto di un idoneo titolo di viaggio. 

L’abbonamento gratuito, inoltre, non è utilizzabile per uscite didattiche e scolastiche o per altre uscite di gruppo (ad esempio gite scolastiche, visite d’istruzione con la scuola, gruppi Scout ecc.), ove il bambino non sia accompagnato dal genitore o da un nonno. Per le uscite scolastiche, infatti, esiste un regolamento ad hoc e un apposito voucher scolastico, che prevede l’attivazione di corse bis ove necessario.

L’iniziativa è attiva per l’anno 2018/2019 in via sperimentale. Se gli esiti saranno positivi, TEP potrà valutare di riproporla anche per gli anni a venire.

 

Per info:

http://www.tep.pr.it/area_stampa/nuova_sezione/bimbi.aspx

Servizio informazioni TEP: tel. 840 22 22 22

 

 

. Guarda il servizio di 12 Tg Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • StekkoPardo

    15 Giugno @ 09.42

    Non credo abbia molto senso, se non quello di farsi pubblicità. Ad usufruire dell'offerta saranno quelli che già oggi utilizzano il bus e non solo per andare a scuola) con i propri figli: fino ad ieri pagavano; ora non pagheranno più. Ma non sarebbe opportuno che TEP investisse risorse in migliori servizi?

    Rispondi

  • federicot

    14 Giugno @ 20.37

    federicot

    Flop annunciato.....se deve esserci un adulto che senso ha????dai 6 ai18 anni ho viaggiato da solo sui bus di Parma e provincia. PAGANDO.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Furto in casa Gassmann: rubati anche i cimeli di papà Vittorio

Alessandro Gassmann in una foto d'archivio

ROMA

Furto in casa Gassmann: rubati anche i premi di papà Vittorio

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

TABIANO

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Tragico schianto a Martorano: muore una donna

incidente

Tragico schianto a Martorano: muore una 28enne

Monchio

Mirko, morto sotto il ponte per lo zelo per il lavoro

PIAZZA GHIAIA

Fotografa un gruppo di immigrati: minacciato e aggredito

1commento

domenica

Parma-Udinese: ecco le modifiche alla viabilità per il via al campionato

eurosia

Ruba, si barrica nel bagno del fast food e poi prova a picchiare i vigilantes

VIABILITA'

Via Pontasso, riparte il cantiere del sovrappasso

3commenti

WEEKEND

Trota e torta fritta, castelli e cavalli: è l'agenda della domenica

FIDENZA

Da via Illica al sottopasso di via Mascagni: la mappa dei cantieri

animali

Il piccolo della coppia di Aquila reale di Riana soccorso in un cortile: le foto

Collecchio

«Perché via Verdi è così trascurata?»

Corniglio

La chiesa di Graiana riaperta dopo 10 anni

Intervista

Maxx Rivara: «Gli Emotu a Deejay on stage»

IL PERSONAGGIO

Mazzadi, l'Indiana Jones della Valtaro

genova

Trovato il corpo di Mirko: originario di Monchio era l'ultimo disperso. Muore un ferito: le vittime sono 43

carabinieri

Arriva anche a Parma la droga etnica: due arresti in via Cenni

terremoti

Scossa di 2.4 nella zona di Borgotaro: avvertita da diverse persone

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La colonna sonora della strage di Genova

di Michele Brambilla

COMMENTO

La Freccia di Ferragosto e Parma «interconnessa»

di Francesco Bandini

3commenti

ITALIA/MONDO

paura

Scossa di magnitudo 8.2 alle isole Fiji. Indonesia: nuovo terremoto a Lombok, magnitudo 6.3

Genova

I funerali di Stato e l'applauso ai vigili del fuoco: foto. Mattarella: "Tragedia inaccettabile". L'ad di Autostrade: "Mi scuso profondamente". In 8 mesi nuovo ponte

SPORT

Serie A

Parte a rilento l'avventura di DAZN

1commento

Serie A

La Juve batte il Chievo, Ronaldo, 90 minuti senza gol

SOCIETA'

Pietrasanta

Struttura in legno in riva al Twiga, il capogruppo Pd chiede spiegazioni

2commenti

Alopecia

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

ESTATE

capoliveri

Tartatughine fuori dal nido tra i bagnanti all'Elba

ausl

Punture di insetti, meduse, pesci, vipere: ecco cosa fare (e gli errori più gravi)