22°

candidatura

Città italiana della Cultura: Parma in corsa per il 2017

Città italiana della Cultura: Parma in corsa per il 2017
2

C’è anche Parma nel lotto delle città che ambiscono ad acquisire il titolo di “Città Italiana della Cultura per l’anno 2017. Lo annuncia il Comune, attrtaverso un comunicato stampa che prosegue così:


Il dossier è stato recapitato nei giorni scorsi al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, insieme alla domanda a firma del sindaco Federico Pizzarotti.
La Giuria esaminerà le candidature pervenute ed individuerà entro il 30 aprile i progetti finalisti (massimo 10). Le città selezionate dovranno quindi produrre una stesura definitiva del dossier entro il 30 giugno 2015 ed entro fine luglio si conoscerà il nome della città vincitrice, che verrà nominata con decreto del Presidente del Consiglio.
Per concorrere al prestigioso riconoscimento, il Comune ha fatto appello a tutti i soggetti che possono concorrere all’elaborazione e all’attuazione di un progetto culturale che si concretizzerebbe nel 2017 e abbraccerebbe tutte le discipline legate a promozione culturale e sviluppo turistico.
“Abbiamo deciso di candidare Parma - afferma l’assessore Laura Maria Ferraris - perché crediamo che partendo dai 2200 anni di storia si possa arrivare ad una presa di coscienza del nostro presente e trovare il coraggio per una visione del futuro, che sappia interpretare ed anticipare le sfide di un tempo in continua trasformazione”.
In effetti Parma vive un po’un paradosso: è praticamente un museo a cielo aperto di altissimo livello, ma non riesce ad avere l’attrattività di altre città padane più piccole quali Mantova e Ferrara.
Da qui la scelta del Comune di utilizzare anche questa occasione per far conoscere e valorizzare eccellenze storiche, artistiche ed anche eno-gastronomiche apprezzate in tutto il mondo.
Eppure serve quello scatto che consenta a Parma di entrare con tutte le sue potenzialità negli itinerari del turismo culturale e l’eventuale designazione come “città italiana della cultura” potrebbe essere una buona chiave di volta in questa direzione.
Architravi del progetto sono la cultura della sostenibilità (benessere, qualità della vita, inclusione, rigenerazione urbana), dell’accoglienza turistica, del suo essere un grande museo, ma vivo e capace di interpretare il presente: “Il viaggio è iniziato – conclude il sindaco nella sua lettera di accompagnamento – ed il percorso vale quanto la meta”.
Come dire che in ogni caso non sarà tempo perso. Parma con il suo territorio si candida a diventare Capitale Italiana della Cultura “per le ambizioni che si ispirano ad un concetto alto di qualità della vita”, ma anche “per l’abitudine a reagire alle condizioni contingenti, ad invertire la rotta, a non rassegnarsi ai rovesci e alle difficoltà della sorte, per il senso di comunità generosa radicata in valori genuini”.
Parma è il Duomo con la cupola del Correggio, il Battistero ottagonale disegnato dall’Antelami, il Teatro Farnese, la Camera di San Paolo, la Galleria Nazionale, la Biblioteca Palatina, il Teatro Regio, il Giardino Ducale e molto altro: eppure non sempre e non tutti ne siamo consapevoli, non conosciamo il tesoro che abbiamo tra le mani e soprattutto non siamo forse capaci di “regalare” al mondo queste nostre bellezze.
E Parma è anche la presenza di grandi personaggi che, attraverso la creatività hanno connotato il nostro territorio. Partiamo da qui per venire all’oggi: la valorizzazione dei talenti e della produzione artistico – culturale sono al centro del progetto di candidatura.
E’ anche questa la sfida per il 2017, una sfida fatta di coesione sociale, di culture in ascolto, di voci collettive, di creatività giovanile.

Il tema del “ponte”, inteso soprattutto in senso metaforico sarà il leit motiv dei progetti da attuare, mettendo in campo il meglio che possiamo proporre, con progetti innovativi, percorsi tematici, arti espressive (Parma e il cinema) e la riqualificazione del Parco Ducale. 

Su questi presupposti verrà costruito un programma concreto che correrà mese per mese lungo tutto il 2017.
E lo si farà coinvolgendo territorio e istituzioni, che già hanno assicurato la loro partecipazione attiva in caso di candidatura: Provincia, diversi Comuni, Diocesi, Università, Unione Parmense Industriali, Camera di Commercio, Fiere di Parma, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte Parma, Efsa, Casa della Musica, istituto di Studi Verdiani, Teatro Regio, Teatro Due, Teatro delle Briciole, Fondazione Solares, Fondazione Lenz, Fondazione Toscanini, Soprintendenza, Polo Museale Emilia Romagna, Accademia di Belle Arti, Fondazione Magnani Rocca, Musei del Cibo, Fondazione Prometeo, Ordine e Fondazione degli Architetti, Fondazione Bizzozero, Azienda Sperimentale Stuard, Associazione On/Off e diverse cooperative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • SILENZIOSO

    10 Aprile @ 21.24

    Che cosa ci azzecca la cultura con Pizzarotti e la Ferraris ?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

GAZZETTA LIBRI

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

Lealtrenotizie

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

polizia municipale

Incidente tra tre auto a Chiozzola: due feriti

anteprima gazzetta

Arsenale in casa per la banda che voleva rubare la salma di Ferrari

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

6commenti

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

 Il “maratoneta in carrozzina” ha scritto un articolo per la “sua” Gazzetta

5commenti

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

12commenti

32a giornata

Parma-Maceratese anticipata alle 18.30 (domenica 2 aprile)

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

24commenti

politica

Elezioni 2017, un gruppo solo in corsa per il simbolo M5S

Solo gli "Amici di Beppe Grillo" hanno presentato richiesta entro i termini

3commenti

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

studio

Cucina: i libri di ricette sono pieni di errori sulla temperatura di cottura

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara