13°

23°

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

Nuove Ztl in centro e in stazione: le novità
Ricevi gratis le news
29

A Parma c'è la mafia. Anzi, sarebbe più corretto dire che c'è una mafia in più, che si aggiunge alla 'ndrangheta, l'organizzazione criminale calabrese che ormai da decenni ha messo stabili radici anche in Emilia. Solo che realtà come la 'ndrangheta, dalle nostre parti, operano sottotraccia, inquinando settori dell'economia ma senza pretendere di avere il controllo del territorio; mentre questa nuova mafia il territorio lo occupa, se lo spartisce meticolosamente, lo gestisce con fare disinvolto e apparentemente inoffensivo, ma in realtà all'occorrenza violento e spietato, prendendo stabilmente possesso di intere strade e piazze del centro cittadino, giorno e notte, con arroganza e sfrontatezza, approfittando della nostra indolenza e della nostra distrazione, portati come siamo a pensare che il nostro benessere sia destinato ad essere eterno e non scalfibile.
Di che mafia si tratta? Della mafia nigeriana, espressione del più vasto fenomeno delle mafie etniche. Una mafia che prospera gestendo alla luce del sole il business della droga e della prostituzione. Che si tratti di vera e propria mafia lo hanno ammesso le stesse forze dell'ordine, all'indomani della maxi retata di qualche giorno fa in piazzale Dalla Chiesa. Non è dunque un'esagerazione, ma una triste e purtroppo consolidata realtà. Una realtà che – ancor più triste da dire – si giova delle falle del nostro sistema, di un buonismo mal posto e di un eccesso di garanzie dispensate con discutibile larghezza, facendo sì che tale fenomeno possa crescere fino a incancrenirsi, come stiamo cominciando (tardivamente) ad accorgerci.
La prova? Anche questa la si è avuta all'indomani della recente retata in stazione: delle sedici persone fermate, quindici erano nigeriane e ben otto erano richiedenti asilo e in quanto tali legittimate a soggiornare sul territorio nazionale in attesa dell'esito della propria domanda (con annessa possibilità di ricorsi e controricorsi che prolungano l'iter per anni). Ciò significa che queste persone sono arrivate in Italia (con ogni probabilità dopo essere state salvate in mare e portate al sicuro nei nostri porti), hanno chiesto la protezione del nostro Paese per sfuggire a guerre, soprusi e miserie dilaganti nelle terre d'origine e, mentre sono in attesa di sapere se l'Italia accetti o meno di concedere l'agognata protezione internazionale, manifestano la loro riconoscenza per l'accoglienza ricevuta mettendosi a spacciare droga e costringendo donne loro connazionali (anch'esse spesse volte richiedenti asilo) a vendere il proprio corpo sulle strade delle nostre periferie.
L'irruenza e la sfacciataggine di questa mafia etnica è tale per cui già all'indomani dell'operazione di qualche giorno fa, il piazzale della stazione era presidiato dai soliti personaggi dediti allo spaccio, che a una certa ora si sono cimentati in una rissa che sapeva tanto di regolamento di conti. Il giorno seguente, ancora peggio: il far west è scoppiato addirittura alla mattina, con tanto di coltelli, segno di un nervosismo dovuto forse alla necessità di spartirsi nuovamente il territorio dopo il blitz. Ed è lecito pensare che sarà sempre peggio, almeno finché continueremo a offrire loro un'opportunità che non meritano: quella di stare in Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marzio

    25 Agosto @ 09.53

    Scute, ma io credo che i profughi, siano i soldatini di una mafia ben più radicata nel nostro territorio: Quella Cinese!

    Rispondi

  • rradamess

    24 Agosto @ 23.20

    Accettiamo centinaia di migliaia di richiedenti asilo fasulli. Lì manteniamo con soldi veri. Gli paghiamo gli avvocati per ricorsi e controricorsi e alla fine vengono qui a spacciare morte nelle vie. Uno stato fatto su misura per i delinquenti.

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    24 Agosto @ 22.23

    la rivolta di atlante

    ESATTAMENTE COME REAGAN CHE HA DISTRUTTO LA URSS .... LA POLITICA VERA NON ESISTE .... È FANTASIA.... ESISTE IL BENE E IL MALE DEI POPOLI. A 16 ANNI PENSAVO DI VEDERE UN MONDO MIGLIORE .... 50 ANNI DOPO IL FUTURO È PIÙ NERO CHE MAI. UN PIANETA RISSOSO E SENZA PROGETTUALITÀ COMUNE .... 2 GENERAZIONI DI INETTI LO HANNO RIDOTTO A UNA CONFEDERAZIONE DI CASTE E DI PRIVILEGIATI.

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    24 Agosto @ 22.07

    la rivolta di atlante

    CI VUOLE QUALCUNO CHE PARLI FUORI DA SCHEMI FALSI E IPOCRITI NELLA LINGUA DEL POPOLO ITALIANO CHE NON SARÀ RAZZISTA MA NON È NEANCHE IDIOTA COME MOLTI PENSANO E CHE SE NON VA A VOTARE È PERCHÉ NON SI FIDA PIÙ DI NESSUN PARTITO O MOVIMENTO E CAPISCE DI DOVER FARE SOLO IL PROPRIO INTERESSE. È STANCO DI UN TEATRINO DI PAROLAI E DI INCOMPETENTI .... NON SUPPORTA PIÙ NESSUNO DI COSTORO.....LI SOPPORTA .... PER IL MOMENTO.

    Rispondi

    • ab9pr

      25 Agosto @ 08.39

      alberto_bianco@alice.it

      In Italia qualcuno che parla c'è già, veramente sono anche in troppi. Trump per ora sta parlando molto ma concretizzando, da quel che sembra, molto poco. Allora tutto il mondo è paese e quello che credo io è che ormai la politica ed i politici di oggi pensano quasi esclusivamente a "fare i fenomeni"... è mai possibile che, oltre a parlare in televisione (sono dappertutto) debbano anche "cinguettare" o utilizzare facebook per "dimostrare" ciò che pensano sulla qualsiasi cosa che accade nel mondo?! Ma bisogna lavorare, sodo, onestamente e con intelligenza e purtroppo tanti di questi non sono in grado di farlo, per non parlare degli inquisiti, processati e condannati che sono ancora li come se niente fosse. E allora, se la politica è figlia di un sistema sbagliato e diventa una pubblicità perenne, uno scontro sempre e per forza, un'accozzaglia di personaggi che non sono capaci di svolgere il proprio lavoro come farà mai il nostro paese a risolvere i problemi? Se qualcuno risponde, grazie

      Rispondi

  • ab9pr

    24 Agosto @ 21.04

    alberto_bianco@alice.it

    @larivoltadiatlante spiega se vuoi nel dettaglio cosa intendi per "ci vuole un Trump"... Di Trump ce n'è già uno di troppo, personaggio che di politica vera conosce ben poco, assolutamente non paragonabile a tanti presidenti Usa che hanno fatto la storia.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

OGGi

Gli Stones a Lucca: mandateci le vostre foto

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

carabinieri

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

serie B

A Venezia il Parma deve dare segni di vita

tg parma

Profughi a San Michele Tiorre, in arrivo i primi otto Video

3commenti

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

borgotaro

A casa coi genitori, disoccupati e spacciatori: arrestati due fratelli

droga

San Paolo, arrestato il pusher dei giardinetti

1commento

disperso

Fungaiolo non fa rientro a casa: ricerche da ieri sera tra Bardi e il Piacentino

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

2commenti

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

fidenza

Ruba sul treno: inseguito e bloccato da un altro straniero

POLIZIA

Al setaccio le strade della droga

1commento

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

bambini

Giocampus Day: è qui la festa (con Paltrinieri) Foto

SALSO

Addio all'imprenditore Nando Bellini

lettere al direttore

Come sardine sul Fornovo-Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

sisma

Terremoto in Messico: il bilancio è di 293 morti, 8 sono stranieri

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, evacuazione di massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

tg parma

La Pilotta svela i suoi spazi segreti Video

Il disco compie 50 anni

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery