AEMILIA

'Ndrangheta: nuovi arresti e sequestri per 35 milioni a Parma e in altre province

A Riccione, sigilli a società riconducibili a Michele e Francesco Bolognino

'Ndrangheta: nuovi arresti e sequestri per 35 milioni a Parma e in altre province

Michele Bolognino

Ricevi gratis le news
3

Tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, chieste dalla Dda di Bologna e disposte dal Gip Alberto Ziroldi sono state eseguite dai carabinieri, nell’ambito dell'indagine "Aemilia". Si tratta degli esiti di un supplemento investigativo sul versante patrimoniale, scattato dopo i 117 arresti di gennaio. La misura è stata eseguita nei confronti di Michele Bolognino, ritenuto uno dei capi dell’associazione di 'Ndrangheta e dei fratelli imprenditori Palmo e Giuseppe Vertinelli, residenti a Montecchio Emilia. Bolognino abitava a Parma ed è attualmente in carcere a L'Aquila.
Michele e Francesco Bolognino avevano interessi anche in Romagna: la Guardia di Finanza di Rimini ha sequestrato società riconducibili a Bolognino che gestivano bar e pasticcerie a Riccione. 

I SEQUESTRI DEI CARABINIERI A PARMA, REGGIO E IN ALTRE PROVINCE. Le misure sono state eseguite da cento carabinieri del comando provinciale di Modena e del Ros, supportati dal Comando provinciale di Reggio Emilia, contestualmente ad un sequestro di beni per oltre 35 milioni di euro: 9 beni immobili, 16 autoveicoli e 21 tra rapporti bancari e finanziari, 16 società di capitali. L’operazione è stata condotta nelle province di Reggio Emilia, Parma, Aosta, Bologna e Crotone.
I provvedimenti nascono dall’indagine sull'infiltrazione della 'Ndrangheta in Emilia, coordinata dai pm Marco Mescolini e Beatrice Ronchi, nell’ambito della quale a fine gennaio erano scattati 117 arresti e che è stata chiusa nei giorni scorsi con 219 richieste di rinvio a giudizio: si tratta di un seguito "cautelare", su imputazioni già contestate.
Gli approfondimenti hanno confermato l’ingerenza nella gestione e controllo di attività imprenditoriali, formalmente intestate a prestanome, nonché l’accumulo illecito di significativi patrimoni personali. E’ emersa una gestione occulta di imprese, in parte già sottoposte a sequestro nell’ambito di precedenti provvedimenti, eseguiti con l'operazione Aemilia bis di luglio, che aveva portato ad altri nove arresti: il sequestro delle società del gruppo Save di Giovanni Vecchi e Patrizia Patricelli, riconducibili ad Alfonso Diletto, e sequestro della Dueaenne S.A.S. di Bruna Braga, moglie di Augusto Bianchini.

Ai fratelli Vertinelli, destinatari di ordinanza di custodia cautelare a gennaio e poi scarcerati, e a Bolognino le indagini hanno ricondotto una serie di imprese attive nel settore dell’edilizia, come il Consorzio Stabile Gecoval di Aosta, la S.I.C.E. Srl., l’Impresa Vertinelli Srl., l’Edilizia Costruzioni Generali Srl., di Montecchio Emilia, la Top Service Srl. di Parma e la Opera Srl. di Crotone.
Sono state poi trovati riscontri sulla riconducibilità agli indagati delle società (pertanto sottoposte a sequestro) Touch Srl. di Crotone, (autotrasporti), la Tangenziale Nord Est Sas., la Mille Fiori Service Srl. e la Achilli & Schianchi Snc., con sede a Montecchio Emilia e attive nel settore della ristorazione e bar. 

'NDRANGHETA, LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA SOCIETA' A RICCIONE. Sequestri anche nella riviera romagnola, nell’ambito di un filone collegato all’inchiesta Aemilia. Li ha eseguiti la Guardia di Finanza di Rimini all’esito di un’indagine autonoma, i cui risultati sono stati condivisi dalla Dda di Bologna, con i Pm Marco Mescolini e Beatrice Ronchi. Le Fiamme gialle hanno "messo i sigilli" a due società, 'Cu.gi.ra Sas' e 'Magu Srl', che gestivano bar e pasticcerie nel centro di Riccione.
E’ stata accertata la riconducibilità delle società ai fratelli Michele e Francesco Bolognino, nomi emersi nell’operazione dei carabinieri contro la 'ndrangheta che a gennaio ha portato a 117 arresti, sgominando un’associazione di tipo mafioso con epicentro nel Reggiano. Il sequestro è stato disposto dal tribunale di Bologna.
L’indagine riminese è stata sviluppata quest’anno, con analisi e accertamenti economici, patrimoniali e reddituali, che hanno fatto seguito a precedenti attività della polizia tributaria, nei confronti dei Bolognino e di altre persone, per il reato di trasferimento fraudolento di beni. E’ stata così accertata la titolarità delle attività commerciali ai Bolognino e sono stati identificati prestanome, così come sono stati individuati patrimoni e disponibilità che non trovano giustificazioni lecite, sproporzionati rispetto ai redditi dichiarati. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    04 Settembre @ 09.05

    Questa gentaglia ed i loro patrimoni milionari escono dalla porta, con sequestri a spizzichi e bocconi, e rientrano dalla finestra, maggiorati, attraverso manovre di prestanome. In seguito, tremende vendette contro chi ha osato ostacolarli.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    03 Settembre @ 17.54

    QUESTA E' LA "RIPRESA" DI SQUINZI E DI RENZI ! I lavoratori stanno sempre peggio !

    Rispondi

  • federicot

    03 Settembre @ 16.22

    federicot

    dai pur!!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

Orietta Berti in una foto d'archivio

Par condicio

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Intervista

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era

PGN

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

INSERTO

In edicola lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Arrestato un altro spacciatore di viale dei Mille

Foto d'archivio

carbinieri

Viale dei Mille, si mette in bocca le dosi di cocaina e inforca la bici: arrestato

polizia

Insegue e molesta la ex in Cittadella: la fuga finisce contro un'auto. E poi in cella

1commento

'NDRANGHETA

Sarcone, il nuovo re della cosca che tentava di intimidire i testimoni dell'affare Sorbolo

2commenti

POSTALLUVIONE

Ponte della Navetta, appalto all'impresa Buia

3commenti

Lutto

L'ultimo viaggio di Cavatorta

Colorno

Rubata l'auto a servizio di un malato di Sla

Avis

Izzi: «Pochi disposti a tenere gli stili di vita sani necessari per donare»

ODONTOIATRI

Falsi dentisti, c'è l'app per stanarli

NOCETO

Addio a Mario Reverberi, colonna del volontariato

Appello

Il sindaco di Collecchio: «Cerchiamo padroni per 15 cani»

1commento

san leonardo

Commerciante straniero permette di fermare il ladro d’auto italiano

2commenti

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

8commenti

OSPEDALE

Day hospital oncologico al Cattani: lavori verso la conclusione. Ecco come sarà: foto

Intervento da 1,3 milioni di euro. Parcheggi riservati ai pazienti in cura

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

15commenti

FATTO DEL GIORNO

Giovanni Reverberi, parmigiano prigioniero a Dachau: la sua storia in un libro toccante Video

La nipote di Reverberi, Natalia Conti, è fra coloro che tengono viva la memoria di quanto accadde in quegli anni

TG PARMA

Le elezioni 2018 costeranno 584mila euro al Comune di Parma Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'indispensabile ruolo di Silvio l'ineleggibile

di Vittorio Testa

2commenti

L'ESPERTO

Un immobile in successione? Si può vendere. Ecco come

ITALIA/MONDO

afghanistan

Attaccata la sede di Save The Children: almeno 11 feriti

PIACENZA

Tenta di gettarsi dal ponte, i carabinieri lo salvano

1commento

SPORT

GAZZAFUN

Vota i grandi dello sport di Parma (e non)

TENNIS

Australian Open, l'eterno Federer in semifinale. Contro la sorpresa Chung

SOCIETA'

GUSTO

Carbonara: ecco la vera ricetta romana  Video

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

3commenti

MOTORI

novita'

Honda Civic, finalmente il diesel. Il 1.6 spiegato in tre mosse

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video