Parma

Addio a Giancarlo Vitali, dal campo alla panchina

Addio a Giancarlo Vitali, dal campo alla panchina
Ricevi gratis le news
0

Andrea Del Bue
E' morto mercoledì, a 85 anni, Giancarlo Vitali, originario di Medesano, ex giocatore di Serie A e della Nazionale prima, allenatore poi. Il suo cuore  lo ha tradito nella casa di Sanguinaro, dove viveva con la figlia Stefania, il genero Ernesto e i due nipoti, Gian Mario e Carlo Maria.
Aveva lo sport che gli scorreva nelle vene e fino all’ultimo ha cercato di praticarlo. Da giocatore inizia a metà anni Quaranta, nel Parma Vecchia, ma nel ’46 viene adocchiato dal Genoa, che lo porta nella massima serie: al debutto si mette subito in mostra segnando una rete.
L’anno successivo passa al Padova, dove rimane tre anni, l’ultimo dei quali impreziosito dal suo record personale di 19 reti. Un bottino che gli vale, nel ’50, la maglia della Fiorentina per due stagioni, prima di traslocare al Napoli di Achille Lauro, storico proprietario del club partenopeo - e al tempo anche sindaco della città - che lo vuole ai piedi del Vesuvio insieme a Hasse Jeppson, il campione pagato una cifra stratosferica per quei tempi: 105 milioni di lire.
Qui Vitali segna tanto quanto il gioiello svedese, mentre l’anno successivo fa coppia in avanti con Ottavio Bugatti. Dopo tre presenze in Nazionale giovanile, e una in Nazionale B, arriva anche la convocazione in Nazionale maggiore; un infortunio durante il ritiro, però, gli nega l’esordio nella massima selezione azzurra. Nel ’57 si accasa alla Spal, dove gioca due stagioni discrete, sempre da titolare; a 33 anni, nel ’59, una serie di infortuni lo obbliga ad abbondare la serie A, dove totalizza 89 reti in 300 partite.
Chiude la carriera in serie C, ala Pistoiese, nel 1961. Dopo averlo fatto sul campo, Vitali si fa valere anche in panchina. Ed è proprio Parma a lanciarlo. Nel ’67-’68 allena il Parma A.S., poi fallito. Dopo un anno di inattività, siede sulla panchina del Parma della rinascita, allora chiamato A.C. Parmense, che conduce alla conquista, nella stagione ’69-’70, dell’allora quarta serie e della finale di Coppa Italia, persa a Roma contro i padroni di casa dell’Almas.
Presidente di quel Parma è Ermes Foglia, direttore sportivo Michele Zampiccinini, dirigente Giorgio Orlandini, allora anche direttore dell’Unione Parmense degli Industriali: «Con lui facemmo il primo campionato della nuova società - racconta -. Si rivelò persona molto seria e responsabile». Il riferimento è alla stagione ’70-’71: i risultati, in avvio, scarseggiano. Vitali presenta alla società le dimissioni, ma le due parti si vengono incontro, trovando un accordo consensuale. La squadra è affidata all’ex mediano della Juventus, Stefano Angeleri e, con una serie di oltre venti risultati utili consecutivi, arriva la promozione in serie C. Vitali trova fortuna al Sorrento, dove conquista la Serie B nel 1971. Poi tanti altri club, fino alla pensione. Nel ’90 la tragedia: l’incidente stradale che gli porta via il figlio Gianluca, di soli 34 anni. Dolore superato grazie alla vicinanza della famiglia, con cui ha vissuto fino all’ultimo. «Era una persona molto a modo, schiva, pacata - è il ricordo del giornalista Gianfranco Bellè -. Un uomo sempre disponibile e, nonostante avesse giocato ad alti livelli, di un’umiltà eccezionale: un vero parmigiano».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS