14°

fornovo

Treni soppressi: esplode la rabbia dei pendolari

«Siamo costretti a viaggiare in autobus: tanti disagi. E ci mettiamo più tempo»

La stazione di Fornovo

La stazione di Fornovo

0

 

Donatella Canali

FORNOVO - Nessun festeggiamento per il servizio ferroviario fornovese. L’anno in corso coincide con due importanti anniversari, ma nessuna festa di compleanno in vista. Anzi. La notizia di queste settimane è la soppressione di diversi collegamenti. Eppure la linea Parma-Fornovo ha compiuto, proprio nel 2013, 230 anni di vita: venne infatti inaugurata nell’estate del 1883.
Nel 1913, esattamente cento anni fa, con la costruzione del ponte sul Taro, la linea Parma-La Spezia venne collegata con la Milano-Bologna attraverso la tratta Fornovo- Fidenza. Fornovo era al centro di una ragnatela di strade ferrate. Non così adesso.
Dismissione. Sta tutta in questa parola l’atmosfera che circonda la stazione ferroviaria di Fornovo. Non sono ancora le sette del mattino di un giorno feriale, ora di punta per i trasporti. Ma non ci sono pendolari, lavoratori o studenti in giro. Mentre piazzale «Pellegrino Riccardi» detto «delle corriere» brulica di autobus e passeggeri, non c'è nessuno ad attendere sui binari, nessuno che corre per raggiungere un treno. Solo un orologio che avverte «guasto» e due senzatetto a dormire sulle dure panche della sala d’attesa. Da dicembre Fornovo è in un limbo: collegato a Fidenza e Parma da autobus che vedranno intensificare le corse dal nuovo anno, dal 7 gennaio. Tutti i viaggiatori arriveranno comunque a destinazione, mettendoci più tempo, forse con altri disagi. Comunque non in treno, come avevano scelto. In sostanza «l'importante snodo ferroviario» citato migliaia di volte su pagine e discorsi su Fornovo, sembra isolato. Di qui partono e si fermano i treni che proseguono o provengono da oltre Fornovo.
Questo incide non soltanto sul trasporto dei residenti di Collecchio e Fornovo ma anche per chi prosegue il viaggio verso la Toscana: saranno penalizzati, per fare un esempio, i viaggiatori che usano i treni Milano-Livorno. Ma la soppressione dei locali non sembra essere che l’ultima goccia di un lento smantellamento di questa come di altre stazioni storiche, iniziata con la cancellazione del servizio biglietteria, la riduzione del personale addetto e, ora dei treni locali. Al loro posto, l’autobus. Ma partire da Fornovo, attraversare Medesano, Noceto, raggiungere la Via Emilia e quindi Fidenza su strada, fa tanto «Via Francigena»: un salto nel passato, ad un soffio dal 2014, che stride con le parole «alta velocità», «innovazione», «mobilità sostenibile» tante volte ascoltate. «A parte i tempi di percorrenza - spiega uno dei viaggiatori - che sono ovviamente più lunghi, è anche una questione di principio. Io avevo scelto il treno. Sono anni che ci raccontano di voler potenziare i trasporti su rotaia, per diminuire l’inquinamento e il traffico e siamo penalizzati proprio noi che da anni li utilizziamo. Invece di migliorare il servizio e fare in modo che più persone lo scelgano, lo annullano. E’ la solita barzelletta italiana». L’umore dei pendolari mette insieme rassegnazione e rabbia. «E’ inconcepibile - spiega la madre di un studentessa che frequenta l’istituto alberghiero di Salsomaggiore - pagare 420 euro l’anno e ritrovarsi con un servizio del genere. I disagi ci sono già in condizioni “normali”: non era inconsueto arrivare in stazione il mattino presto, scoprire che il treno era stato soppresso e dover accompagnare a scuola mia figlia. Per non parlare di adesso, soprattutto al rientro pomeridiano. A Fidenza l’autobus che sostituisce il treno non sempre aspetta la coincidenza da Salsomaggiore. In tutti i casi i ragazzi devono correre per prenderlo. Altrimenti c’è da aspettare il successivo e tornare a casa alle 16». Il servizio autobus deposita i viaggiatori al Foro Boario di Fidenza, da lì devono raggiungere a piedi la stazione. Un disagio aggiuntivo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Parma espugna 1-0 a Salò

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

8commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

8commenti

ITALIA/MONDO

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

1commento

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

SPORT

Coppa del mondo

Sci: Peter Fill vince il SuperG. Argento per gli azzurri nel Team sprint

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia