11°

17°

politica

Pizzarotti lascia M5S: "Esco da uomo libero". Grillo: "Ciao Pizza, goditi 15 minuti di celebrità"

"Ringrazio Beppe Grillo" ma il Movimento 5 Stelle "è cambiato": "No alle persone sole al comando". Inceneritore: "Siamo contro, lo abbiamo affamato finché abbiamo potuto. Pressioni sgradevoli dalla Casaleggio"

M5S addio? Oggi parla il sindaco
Ricevi gratis le news
47
 

Federico Pizzarotti ha annunciato la sua uscita dal Movimento 5 Stelle (sotto, la cronaca e il video integrale). Nel tardo pomeriggio Beppe Grillo ha commentato: «Pizzarotti è uscito da M5S. Sono contento e specialmente per lui. Spero che si goda i suoi 15 minuti di celebrità. E terminati quelli, spero renda pubblici il prima possibile i documenti che gli sono stati richiesti il sei giugno e che non ha ancora fornito». Così Beppe Grillo sul suo blog in un post dal titolo «Arrivederci Pizza, ciao».

 

A "freddo", Pizzarotti: "Deluso più da Di Maio che da Grillo"

"Inevitabilmente Di Maio". Così a Sky TG24 Pomeriggio il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, dopo la sua fuoriuscita dal Movimento 5 Stelle, risponde alla domanda su chi lo abbia deluso di più tra Beppe Grillo e Luigi Di Maio. "Cattivi consiglieri in Emilia Romagna e non solo hanno raccontato a Grillo un sacco di balle sul nostro conto, questo lo so per certo, quindi hanno creato in lui un’idea sbagliata di quello che stiamo facendo - aggiunge Pizzarotti -. Di contro lui non ha neanche mai chiamato per sapere cosa era vero e cosa no. Ma con Di Maio avevamo un contatto sicuramente più diretto per età, per elezione, per quello che era stato fatto all’inizio nel nostro Comune: era venuto due volte, avevamo fatto un dibattito coi giornalisti quando ancora i giornalisti erano visti come eretici dal Movimento, mentre noi invece avevamo già capito che serviva un dialogo, far passare delle idee. Di Maio, responsabile dei Comuni, la cosa più coraggiosa che ha fatto con gli stessi è stata uscire dalla chat nel momento in cui non voleva avere un confronto". Sul suo futuro ha commentato: "La mia priorità resta Parma".

La conferenza stampa in Comune
Federico Pizzarotti esce dal Movimento 5 Stelle. Il sindaco lo ha annunciato durante la conferenza stampa in Comune, davanti a decine di giornalisti della stampa locale e nazionale. "Non mi resta che uscire da questo Movimento 5 Stelle", ha detto Pizzarotti, ricordando gli attriti di questi mesi con i vertici nazionali del Movimento 5 Stelle. "Con me si sono usati due pesi e due misure rispetto ai casi di Nogarin, Di Maio, e della Muraro a Roma. Di Roma ho criticato la mancanza di spiegazioni sul non aver parlato dell'avviso di garanzia". 
Pizzarotti ha spiegato che al momento non è pronta una lista civica in previsione delle amministrative del 2017: lui e i suoi stanno valutando se candidarsi. Rispondendo alle numerose domande dei cronisti, il sindaco ha ricordato che "noi abbiamo mai detto di essere a favore dell'inceneritore". E' stato fatto il possibile per fermarlo. E quando è stato chiaro che l'apertura sarebbe stata inevitabile, rivela Pizzarotti, sono arrivate "pressioni sgradevoli" dalla Casaleggio affinché lui si dimettesse.

Video: la conferenza stampa integrale

La cronaca
La conferenza stampa, iniziata alle 10,45 circa, è terminata pochi minuti prima di mezzogiorno. Incontrando la stampa, con oltre 60 cronisti, in una sala di rappresentanza gremita, il sindaco ha annunciato la sua uscita dal Movimento 5 Stelle e ha criticato il fatto che "ci è stato vietato di riunirsi attorno a un tavolo" con i vertici nazionali del Movimento 5 Stelle. "Ringrazio Beppe Grillo perché senza di lui non mi sarei alzato dal divano ma dal direttorio mi sarei aspettato una parola", ha detto Pizzarotti, che fa notare come tante cose siano cambiate nel frattempo: "Non posso che uscire da questo movimento". Riferendosi al regolamento del M5S, Pizzarotti ha detto che "prevede come nella più triste tradizione italiana una norma ad personam".

«Non sono cambiato io, o i nostri ideali, è cambiato il M5S. E’ mancata la coscienza critica, l’ho esercitata solo io, e quindi vengo visto come disturbatore. In tante parti d’Italia siamo stati consumati da arrivisti ignoranti che non sanno cosa vuol dire amministrare: vogliamo governare e poi non si dialoga con nessuno. Questo non vuol dire governare». 

Criticando i vertici nazionali del Movimento, il sindaco ha detto: "Dovrebbero vergognarsi per non aver saputo prendete una decisione in 144 giorni. Grazie ai cittadini di Parma perché non ho ambizioni nazionali e lo dimostra questa scelta di uscire. Il Direttorio è composto da codardi che si sono nascosti dietro Grillo La decisione è maturata dopo Palermo. Un passo dovuto di chiarezza e responsabilità e non una resa". Il sindaco ringrazia i cittadini: «Ho pagato per aver messo la mia città davanti al M5S e questo lo rifarei mille volte». «Manca una rete di amministratori, non si vuole imparare dalla propria storia. Io voglio rappresentare quello che avremmo potuto essere. Da "mettiamo in streaming tutto" a "non mettiamo in streaming niente". E nonostante i risultati che abbiamo raggiunto nell’amministrazione nessuno nel Movimento 5 Stelle vuole usare la nostra esperienza. Non siamo riusciti a fare rete, il Movimento questo concetto se l’è dimenticato».

"Questo epilogo non pone nessuna base per il futuro - dice Pizzarotti -. Non c'è nessuna lista civica in previsione, oggi. Non abbiamo ancora deciso se candidarci".

Cambierà il nome del gruppo di maggioranza? Il sindaco dice che "è l'ultimo dei nostri problemi" e che deciderà comunque il gruppo stesso. 

Pizzarotti spiega che poteva agire per vie legali per "un regolamento che non esiste" ma non ha voluto farlo. Discorso diverso per il danno d'immagine: "Valuteremo".

Sul tema della trasparenza, il sindaco rivendica tra l'altro il motore di ricerca per trovare le delibere sul sito del Comune, il bilancio partecipativo e il percorso legato alla partecipazione dei cittadini. E annuncia che "faremo un bilancio di fine mandato". 

Inceneritore: "Rimaniamo contro e lo abbiamo affamato finché abbiamo potuto". "Abbiamo fatto tutte le battaglie legali per fermarlo, non ci siamo riusciti ma con la differenziata lo avevamo fatto funzionare al 50% fino a quando e rimasto l'ambito provinciale. Pressioni sgradevoli dalla Casaleggio per dare dimostrazioni di intransigenza sull'inceneritore, per chiederci le dimissioni. Non le abbiamo date per responsabilità verso la città". 

Rispondendo alle domande dei cronisti, Pizzarotti ha detto tra l'altro: "Non credo a partiti e movimenti personali e non credo alle persone sole al comando. Per questo Grillo capo politico è una sconfitta rispetto agli ideali del movimento iniziali. E credo che si debba lavorare per gli ideali del movimento e non della Casaleggio". 

C'è chi chiede a Pizzarotti se stia lavorando a un partito nazionale e lui risponde: «Il cappello sulla mia testa non ce lo mettono e gradirei che finissero le indiscrezioni. Da uomo libero mi sento libero di ragionare con la mia testa, è evidente che in Italia ci siano dei problemi, ma non ho mai lavorato per un partito a livello nazionale, ho sempre lavorato per il mio Comune e le due cose sono poco compatibili». 

Video
"Da quelli che volevano aprire i Comuni e il Parlamento siamo diventati quelli delle stanze chiuse"

"Rifarei tutte le cose che abbiamo fatto"

"Esco da uomo libero"


(foto: l'attesa della conferenza stampa)


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ab9pr

    04 Ottobre @ 16.45

    alberto_bianco@alice.it

    Bisogna che questi omini politici (centro, destra e sinistra) la smettano di festeggiare quando vincono le elezioni, fieri e gasatissimi di aver raggiunto chissà quale obiettivo. Devono capire che la vittoria delle elezioni è solo un punto di partenza e non di arrivo. Prima i fatti poi le parole e invece succede sempre il contrario, senza i fatti (o quasi).

    Rispondi

    • Stefano

      04 Ottobre @ 22.42

      reinard.alfa@gmail.com

      Sono d'accordo. Entrare in politica DEVE essere mettersi al SERVIZIO del popolo e non dei privilegi personali, dovrebbero essere SERVITORI dello Stato e non padroni del popolo . Ma fintanto che gli ottusi voteranno solo secondo il colore politico e non secondo il cuore andrà sempre peggio . Dalla fine della guerra abbiamo avuto padroni corrotti e con tanti amici e parenti.

      Rispondi

  • Stefano

    04 Ottobre @ 10.30

    reinard.alfa@gmail.com

    Parole di Grillo di ieri tratto dal sito Ansa: "Pizzarotti è uscito da M5s. Sono contento e specialmente per lui. Spero che si goda i suoi 15 minuti di celebrità. E terminati quelli, spero renda pubblici il prima possibile i documenti che gli sono stati richiesti il sei giugno e che non ha ancora fornito". Così Beppe Grillo sul suo blog in un post dal titolo "Arrivederci Pizza, ciao".

    Rispondi

    • silviococconi

      04 Ottobre @ 15.17

      BEH, COSA FAI IL REPLICANTE ?! ...

      Rispondi

    • 04 Ottobre @ 11.49

      Da Redazione: ossia quelle che trovava già ieri sul nostro sito...

      Rispondi

      • Stefano

        04 Ottobre @ 15.03

        reinard.alfa@gmail.com

        Chiedo scusa, avevo letto il vostro articolo. Solo che in contemporanea al mio commento avevo aperto l'articolo sull'ansa e ho fato copia e incolla da lì.

        Rispondi

  • Ivo

    04 Ottobre @ 06.00

    Grillo che dice bye bye al Pizza per non aver mantenuto fede alle promesse elettorali ( inceneritore -dimissioni subito ) giusto giustissimo e la linea 5 stelle. Renzi che nomina Dal Rio alle infrastrutture, o De Luca sindaco e da ammirare per voi ! Viva L Italia

    Rispondi

  • Jack

    03 Ottobre @ 22.59

    Piuttosto che giudicare chi sia peggio se Pizza o Grillo, giudichiamo i fatti: - RIFIUTI: inceneritore, differenziata, pulizia e decoro cittadino. Ognuno giudichi. - SERVIZI EDUCATIVI e SOCIALI: costi, budget, qualità dei servizi. No comment - EVENTI e PROMOZIONE TERRITORIALE: Caos Regio, viaggi improbabili in giappone, centri commerciali.... - CEMENTO e SVILUPPO DEL SUOLO, cosa si è riusciti a bloccare? Nulla. - BILANCIO........non se ne sente più parlare, ma l'impressione è che più che la giunta se ne occupino i magistrati

    Rispondi

  • ixxo

    03 Ottobre @ 22.59

    Mi sembra un uomo piu vicino al pd che al m5s...vedrete che non mi sbaglio.

    Rispondi

    • salamandra

      04 Ottobre @ 12.22

      Ti sbagli

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va