colonne sonore di parma

Ferrarini, il ricercatore d'oro

Dai fan di Ian Anderson ad allievo di Severino Gazzelloni: tutte le sfumature del flauto

Claudio Ferrarini possiede l'ultimo esemplare dello stesso modello  realizzato per Gazzelloni

Claudio Ferrarini possiede l'ultimo esemplare dello stesso modello realizzato per Gazzelloni

0

 

Dici flautista e pensi subito a Severino Gazzelloni e a Ian Anderson, anche se non è facile trovare altri punti di contatto tra il maestro ciociaro star della classica e il bardo scozzese alfiere del progressive. Eppure nella carriera di Claudio Ferrarini, indiscutibilmente uno dei più apprezzati solisti del panorama contemporaneo, entrambi hanno giocato un ruolo chiave, seppure in tempi - e modi - assai diversi. Tanto per cominciare, il flautista parmigiano incarna uno dei pochi esempi di musicista classico partito dal rock, come lui stesso racconta: «Assistere al concerto dei Jethro Tull a Firenze nel 1972 mi cambiò la vita: decisi che dovevo assolutamente imparare a suonare il flauto. Fu così che ne acquistai uno da Davoli, che allora aveva il negozio di fronte al Regio, pagandolo a rate, e cominciai a esercitarmi. Allora frequentavo l'Istituto d'arte perchè l'altra mia grande passione era il disegno: ma non appena mi resi conto che diversi miei compagni del Toschi avevano molto più talento del sottoscritto, passai al Conservatorio. E non fu facile all'inizio, perchè mi dissero subito che dovevo tagliarmi i capelli e cambiare repertorio, visto che mi ero presentato cercando di eseguire la Bourèe di Bach come la suonava Ian Anderson».

Dunque niente più Bubble Gum, il gruppo con cui suonava all'epoca facendo la spola tra il Redas e il CanAm, aprendo i concerti delle Orme o della Formula 3: in compenso il diploma al Conservatorio gli aprì le porte delle più prestigiose scuole di perfezionamento, come quella di Vienna o dell'Accademia Chigiana, dove per l'appunto fu allievo di Gazzelloni.
«E' stato il mio maestro - dice senza mezzi termini Ferrarini - eravamo davvero come padre e figlio. Tra l'altro proprio lui, già a partire dalla fine degli anni Settanta, ha inventato il crossover, ben prima di Pavarotti. Anche se dopo la sua morte la sua memoria si è un po' sbiadita, forse perchè non ha saputo circondarsi di persone che sapessero raccoglierne l'eredità».

A Ferrarini di diventare a sua volta una star della classica (come Andrea Griminelli per intenderci) non è mai interessato: la sua indole è quella del ricercatore.
«Come esecutore, Andrea è un vero cavallo di razza, che va lasciato correre e galoppare; io cerco di più le sfumature, il lavoro di scavo, non mi accontento di suonare il flauto in modo tradizionale».

Questo spiega anche la scelta di non suonare in orchestra.
«Da giovane sono stato anche primo flauto con il compianto maestro Campori, ma l'orchestra non fa per me. Il repertorio del mio strumento è immenso, io desidero avere la libertà di suonare ciò che è adatto al mio temperamento: questo, a mio avviso, è il virtuosismo».

Della famiglia dei legni, il flauto è lo zio ricco visto che i top della gamma sono in oro e in platino.
«Io ne posseggo due d'oro massiccio 14 k, uno dei quali è l'ultimo costruito da Johannes Hamming prima della sua morte, lo stesso di Gazzelloni, Ne ho anche uno di platino realizzato da suo figlio Bernhard».

Guai però a pensare che l'utilizzo di questi metalli preziosi abbia a che fare con l'esibizionismo.
«Il flauto d'oro e quello di platino, scaldandosi più lentamente, mantengono l'intonazione e dunque sono più adatti al solista, mentre il flauto d'argento è più adatto in orchestra. E' un discorso legato alla fisica: più è alto il coefficiente di durezza di un metallo, più il costruttore riesce a tirarlo con una grammatura molto sottile, per farlo vibrare di più».

Un po' come tirare la sfoglia?
«Beh, con un po' di fantasia si può dire che il concetto è simile: se la sfoglia è sottile esalta di più il ripieno, così il flauto sottile è a sua volta più sonoro».

A proposito di fantasia: un po' ce ne vuole a incidere un disco per flauto e pianoforte dove celebri arie liriche di Verdi, Puccini e Donizetti prendono la strada del tango e del samba e intitolarlo «Joseph Green Revolution»...
«Beh, qui il merito è di Alessandro Nidi, a mio parere il miglior arrangiatore che c'è. Comunque sia chiaro che questo disco è stato fatto con amore, non certo con l'intento di dileggiare i nostri massimi compositori. L'abbiamo già presentato tre volte dal vivo ed è stato molto apprezzato. Se il pubblico capisce il lavoro che c'è dietro, meglio suonare queste cose piuttosto che Berio o Bussotti. Stesso discorso per le arie da salotto di Verdi: mi piace accompagnare i cantanti, con Michele Pertusi abbiamo fatto un'ottima operazione».

Reduce da Istanbul, dove ha eseguito un concerto di Mozart per pianoforte trascritto da Emilio Ghezzi per flauto e orchestra, Ferrarini coltiva un progetto dietro l'altro. Del resto non si incidono 110 dischi di cui l'80% rappresentato da prime esecuzioni, se non si è alla continua ricerca di repertori rari.
«E' la curiosità che mi spinge - osserva, definendosi senza vanagloria una sorta di Indiana Jones del flauto - a Vienna ad esempio ho trovato la trascrizione di tutte le sinfonie di Beethoven per flauto e pianoforte: le eseguirò in tre concerti, sarà una cosa da Guinness dai primati».

E per il 2015 è già in cantiere un'altra impresa: un triplo cd con 32 sonate inedite composte da Federico II di Prussia, quasi un nume tutelare per Ferrarini, che a Potsdam è di casa.
«E' passato alla storia per essere stato un grande sovrano, ma era anche un grande appassionato di musica, compositore e flautista lui stesso. Sto anche scrivendo un romanzo in cui racconto le sue vicissitudini: pochi sanno che, pur essendo omosessuale, Federico II amò una sola donna, la ballerina Barbara Campanini, detta La Barberina, che per diversi anni fu la più celebrata danzatrice di Berlino. Manco a dirlo, era di Parma».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Palazzo Chigi: Renzi parlerà a mezzanotte

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

7commenti

Amatori Rugby Parma

Beppe Carra: "Non ci basta: vogliamo altre vittorie" Intervista

II capitano commenta l'importante successo, il primo casalingo, contro Livorno - Esplode la festa in campo e negli spogliatoi (guarda le foto)

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

13commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)