×
×
☰ MENU

Giro d'Italia: da Parma a Genova con passaggio a Borgotaro

Giro d'Italia: da Parma a Genova con  passaggio a Borgotaro

di Alberto Dallatana

03 Novembre 2021,12:21

La corsa «rosa»: confermate le indiscrezioni sulla tappa del 19 maggio

Oggi Rcs presenterà la «Grande partenza» del Giro d’Italia 2022, che scatterà venerdì 6 maggio dall’Ungheria, recuperando di fatto le tappe saltate nel 2020 causa Covid.

Per conoscere il resto del percorso bisognerà attendere giornate differenti: l’organizzazione infatti le svelerà un po’ alla volta, raggruppandole per tipologia. Lunedì saranno presentate tutte le tappe pianeggianti, martedì quelle di media montagna, il giorno successivo (mercoledì 10) le frazioni di alta montagna, per concludere giovedì 11 novembre con l’annuncio del nome della città nella quale si concluderà l’edizione numero 105 della corsa rosa (Milano o Verona in prima fila). Finora sono circolate molte indiscrezioni, alcune delle quali si sono già tramutate in certezze.

E una riguarda la partenza di una tappa da Parma, fondata ipotesi che avevamo già anticipato la settimana scorso. In questi giorni sono arrivate le conferme: la dodicesima frazione, giovedì 19 maggio, partirà dalla nostra città e si concluderà a Genova.

Quasi 190 chilometri di un percorso piuttosto duro, specialmente per le salite inserite nel finale di una tappa che transiterà anche per Borgotaro, rendendo ancora una volta omaggio a Bruno Raschi, firma storica della Gazzetta dello Sport e del giornalismo sportivo italiano, scomparso nel 1983. Decisivo l’impulso della Regione Emilia-Romagna. Il giorno precedente, la carovana disputerà la Santarcangelo di Romagna-Reggio Emilia, mentre dopo la Parma-Genova sarà la volta della Sanremo-Cuneo, per iniziare a scalare le Alpi Orientali, con il gran finale la settimana successiva tra le vette lombarde e dolomitiche. Queste le certezze.

 Poi le ipotesi che vanno a completare il mosaico della tappa semi-parmigiana: probabilissimo che venga affrontato il Passo del Bocco, mentre più difficile è indovinare quale angolo della nostra città ospiterà la partenza.

Vanno considerati due fattori: il Giro d’Italia cerca di privilegiare i centri storici o luoghi comunque significativi, considerando che la corsa rosa è anche un mezzo di promozione turistica, con le immagini televisive trasmesse in tutto il mondo. Serve però una location in grado di ospitare a poca distanza i pullman e i mezzi al servizio delle squadre e della carovana. Maggiori dettagli arriveranno il 9 novembre, quando Rcs svelerà le tappe di media montagna.

La Parma-Genova è inedita nella storia del Giro, che però nel 1948 ha proposto una Genova-Parma. La partenza di una frazione manca nella nostra città dal 1988, l’arrivo dal 2011. Per questo si dovrà attendere ancora, ma gli appassionati, stavolta, possono essere soddisfatti.
 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI