×
×
☰ MENU

covid

Iss, con Omicron il rischio di reinfezioni aumentato di 18 volte

omicron

20 Maggio 2022,19:10

«Le reinfezioni sono in aumento e hanno superato il 6% delle infezioni totali e si stima che il rischio di reinfezione con la variante Omicron sia aumentato di 18 volte. Fortunatamente però questi casi di reinfezione non sono associati a malattia grave». Lo afferma Anna Teresa Palamara, direttore del dipartimento Malattie infettive dell’Iss, commentando il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute sull'andamento dell’epidemia di Covid-19 in Italia.

«Si conferma una prevalenza assoluta della variante Omicron, con la sottovariante BA.2 che supera nettamente il 90% in molte regioni. Stiamo monitorando inoltre attentamente l’andamento dei sottolignaggi BA.4 e BA.5 che sono emersi recentemente in Sudafrica. Si sono poi diffusi abbastanza in alcuni paesi europei, con il Portogallo che è ad esempio al 37%, mentre da noi sono ancora abbastanza limitati ma con la BA.5 che è leggermente prevalente sulla BA.4». Così Anna Teresa Palamara, direttore del dipartimento Malattie infettive dell’Iss, commentando il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute sul Covid-19.
«Queste due sottovarianti - ha affermato - sono state attenzionate perchè contengono alcune mutazioni che potrebbero dare una immunoevasione ma per il momento non ci sono assolutamente motivi di preoccupazione».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI