×
×
☰ MENU

Tecnologie. Il futuro dell'agricoltura in Europa in un videogame

di Riccardo Anselmi

04 Gennaio 2021,04:01

L’Europa punta anche sui videogame per far conoscere i vantaggi degli ultimi ritrovati della tecnologia applicati all’agricoltura, tra i progetti dell’Eit food nell’ambito del programma per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 che mira a un futuro che possa assicurare al nostro continente fabbisogno e sostenibilità. L’idea è che, con la cosiddetta agricoltura di precisione, sia oggi possibile aumentare la produzione migliorando tutto il resto, dalla qualità ai costi, compreso l’impatto sull’ambiente. 

L’agricoltura di precisione, in inglese precision agriculture o smart farming, sfrutta un insieme di tecnologie per ottimizzare ogni fase, dalla semina al raccolto, con l’aiuto tanto di droni e sensori, quanto dell’intelligenza artificiale, cercando in questo modo sia di far rendere di più le colture che di risparmiare, attraverso decisioni su misura prese dopo aver analizzato i dati. Tra gli obiettivi c’è la riduzione del consumo di acqua, usata solo nel momento e nella quantità che serve, ma anche, grazie al tracciamento gps dei campi, l’organizzazione di percorsi che necessitino del minor impiego di carburante. 

Sulla spinta dell’Eit food e di aziende come John Deere, l’agricoltura di precisione è stata recentemente introdotta in Farming simulator 19 con il primo di una serie di aggiornamenti ad hoc che si svilupperanno nell’arco di un biennio. Farming simulator 19, di cui l’editore francese Focus ha appena lanciato su Pc e console la ricca Premium edition comprensiva di numerosi extra che aggiungono mezzi da lavoro e ambientazioni inedite come le montagne dell’agricoltura alpina, rappresenta l’ultima evoluzione del bestseller della casa svizzera Giants software. 

Quello dei Farming simulator si è trasformato nel corso degli anni in un fenomeno, capace di vendere milioni di copie in tutto il mondo. Si tratta di una simulazione che invita ad aprire e a gestire una grande azienda agricola, occupandosi del lato più economico così come personalmente del lavoro nei campi, salendo anche nelle cabine di una lunga lista di macchine agricole riprodotte in 3D nei minimi dettagli, a cominciare da mietitrebbia e trattori dei marchi leader nel settore, quasi fosse una sorta di Gran turismo di campagna. 

Il Precision farming dlc, finanziato dalle istituzioni europee, è scaricabile gratuitamente nel Modhub ufficiale del gioco, dove si trova una mole di contenuti creati dagli stessi utenti della community, come mappe e veicoli. Con il Precision farming dlc venie approfondita la composizione dei vari tipi di suolo. Bisogna raccogliere campioni con strumenti come il John Deere gator o l’Isaria scout e capire come affrontare le diverse situazioni, in che maniera certi elementi influiscono e come si modificano in base alle azioni. Ogni operazione diventa personalizzata a seconda dello stato di quella precisa zona di terreno. 

Affinché i concetti espressi nel modulo di Farming simulator 19 sul Precision farming rispettino un carattere di scientificità, Giants software ha avviato una collaborazione con le università di Hohenheim (Germania) e di Reading (Gran Bretagna). Sempre in Germania, all’Agritechnica di Hannover, dovrebbe essere eletto nel novembre 2021 il vincitore di un torneo che si sta disputando online tra i coltivatori più bravi a far fruttare i campi virtuali di Farming simulator. 


 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI