×
×
☰ MENU

Una pandemia sola basta (e avanza)

di Antonio Rinaldi

16 Luglio 2020,12:15

Che SARS-CoV-2 e l’epidemia ad esso legata abbia dato origine alla stagione delle epidemie? Speriamo di no, ma a leggere certe notizie e titoli che circolano verrebbe da pensare invece di sì. Nei giorni scorsi sono state lanciate più volte notizie piuttosto allarmistiche di peste nera diffusa in Mongolia, e anche di una nuova forma di polmonite ignota, in Kazakistan, che sembrerebbe molto più letale da quella da Coronavirus. 

Iniziando ad approfondire quest’ultimo caso, la notizia fa riferimento a un allarme lanciato dall’ambasciata cinese in Kazakistan che parla di una malattia ignota che avrebbe «finora ucciso oltre 1.700 persone»; il ministro della sanità del Kazakistan ha però smentito, precisando che la situazione pare sia attribuibile a contagi da Covid 19 non diagnosticati. Dello stesso parere in sostanza l’Oms, che ha rilasciato dichiarazioni analoghe sulla vicenda, confermando di tenere monitorata la situazione. 
Per quanto riguarda la peste bubbonica invece: in Mongolia un adolescente sarebbe morto dopo avere cacciato e mangiato una marmotta. La peste nera o bubbonica si trasmette attraverso un batterio che viene introdotto dalla puntura di una pulce che si deve esser precedentemente infettata da un roditore (nei secoli scorsi erano per lo più topi, in questo caso una marmotta). Il fatto pare realmente accaduto e le autorità sanitarie locali hanno invitato tutti a non consumare roditori; sono state inoltre predisposte quarantene per chi è venuto a contatto con gli infettati. Episodi isolati di peste bubbonica non sono comunque così infrequenti in Mongolia, ma solo quest’anno probabilmente hanno trovato spazio sulla stampa internazionale a causa del terreno «reso fertile» dalla pandemia in corso; di particolarmente allarmante dunque, per ora pare non esserci nulla.
SEMAFORO ROSSO

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI