×
×
☰ MENU

catanzaro

"Adesso muori a casa", ragazzo aggredito dallo zio perchè gay

"Adesso muori a casa", ragazzo aggredito dallo zio perchè gay

19 Maggio 2022,17:44

Prima la frase «Non vogliamo.... nella nostra famiglia» e poi le botte. Ad aggredire un 16enne perchè gay è stato lo zio che avrebbe chiamato altri tre uomini per farsi aiutare. A raccontare l’episodio, avvenuto nel cosentino il 17 maggio, giornata internazionale contro l'omofobia, è Silvio Cilento, presidente di Arci Cosenza, con un post su Facebook. Dopo l’aggressione, riferisce Cilento, lo zio ha accompagnato a casa il nipote e gli avrebbe detto «ora muori a casa». Il ragazzo ha avuto 4 costole rotte, il setto nasale deviato e varie lesioni. L’episodio è stato denunciato alle forze dell’ordine.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI