×
×
☰ MENU

Inaugurato largo Cattani

Inaugurato largo  Cattani

di Maria Chiara Pezzani

01 Novembre 2021,09:58

A poco più di un anno dalla sua scomparsa, è stato inaugurato sabato «Largo Valerio Cattani - vigile del fuoco», indimenticata figura che la comunità di Lesignano ha voluto così ricordare, intitolandogli un luogo simbolico, vicino alle scuole e a quei bambini a cui aveva dedicato il suo tempo. 

«Oggi è un momento di festa importante per la comunità, fortemente voluto dall’amministrazione comunale per celebrare una persona che tanto ha dato al nostro paese, animata da un senso di appartenenza raro da trovare - ha raccontato il sindaco Sabrina Alberini, senza nascondere l’emozione -. Valerio Cattani era una persona sempre pronta e presente per il bene della comunità intera. Ringraziamo la famiglia e la Prefettura per aver concesso la deroga necessaria per intitolargli questa area».

Nella motivazione letta dall’assessore Elisa Bussoni, la storia di Cattani, dall’ingresso nel corpo dei vigili del fuoco nel 1976 alle numerose partecipazioni sui luoghi delle grandi calamità. E poi la promozione per merito a caposquadra prima e poi a caporeparto, fino alla pensione del 2006, che non gli ha impedito di essere sempre a supporto dei suoi colleghi. Parallelo l’impegno a favore della collettività, come nell’iniziativa piedibus in cui accompagnava i bambini a scuola. «Ringrazio a nome del comando per questo ricordo. È stato un onore lavorare con Cattani per 25 anni» ha ricordato il vicecomandante Vincenzo Panno.

 Nelle parole di Gabriele Graiani, elisoccorritore ispettore esperto, il ricordo dei colleghi, quelli della sua seconda famiglia, alcuni cresciuti sulle sue orme. «Valerio aveva coraggio, passione, altruismo, solidarietà e non mancava mai di dimostrarli. Questo è il giusto riconoscimento alla sua figura, per ringraziarlo per sempre del suo impegno». 

Sentito anche il ricordo del comandante della stazione di Langhirano Roberto Merella: «Abbiamo collaborato per anni e nonostante fosse in pensione si materializzava sul posto a dare una mano. Sono contento di questa iniziativa, se lo meritava». 
«La presenza di tutte queste persone oggi parla per me» ha detto il figlio Simone, che insieme alla madre Lella ha ricevuto un dono dai colleghi del padre.
 
 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI