Sei in Gallery

Quando il Kartdromo di San Pancrazio era l'università dell'automobilismo Foto

19 marzo 2019, 17:04

Chiudi
PrevNext
1 di 11

C'è stato un tempo in cui il kartdromo di San Pancrazio era considerato, dagli addetti ai lavori, “l'Università dell'automobilismo”. Ed in effetti sul circuito cittadino, inaugurato nel 1961 e demolito nel 2012 (a gestirlo per mezzo secolo fu Umberto Pellegrini), hanno gareggiato – ancora giovanissimi – quelli che più avanti sarebbero diventati grandissimi campioni di Formula 1: da Senna a Schumacher, da Alonso ad Hamilton; da Piquet, Rosberg, Vettel e Verstappen agli italiani Patrese, Fisichella, Zanardi. Ed ancora Paolo Barilla, che proprio qui cominciò a muovere i suoi primi passi nel mondo delle corse, e l'astro nascente della F1 Antonio Giovinazzi.

Il kartdromo di San Pancrazio ha ospitato diverse edizioni di campionati mondiali ed europei. Chicca finale: la “Mondialpista” parmigiana vive ancora, oggi. Precisamente a Mooresville, nel North Carolina (Stati Uniti), dove è stato realizzato un circuito identico a quello di San Pancrazio, con i cordoli originali dell'impianto parmigiano, acquistati dagli statunitensi prima della demolizione.