×
×
☰ MENU

Moda

Cristina Parodi a Parma ambasciatrice di stile

Cristina Parodi a Parma  ambasciatrice di stile

di Francesca Gatti

27 Marzo 2022,09:17

Giornalista, conduttrice televisiva e ambasciatrice nell’ambito della cooperazione internazionale, Cristina Parodi è stata la protagonista del pomeriggio di venerdì, tra le vie del centro.
Da sempre appassionata di storie di cronaca, di costume o di moda, ha accolto visitatori, clienti e curiosi - per lo più donne - in una serata dedicata alla moda italiana. E, in un lungo smanicato giallo acceso a pois bianchi, ha presentato la stagione estiva della nuova collezione che la vede stilista, “Crida Milano.” Long dress, abiti mini e midi, dai colori accesi, brillanti ma sobri, hanno sfilato, uno dopo l’altro, appesi sotto i riflettori di una delle vie del centro più belle di Parma.
«Crida è un brand creato da me e dalla designer Daniela due anni fa, allo scopo di convincere le donne ad indossare abiti, e a riportarle all’eleganza tutta al femminile». Il focus della stagione estiva 2022, è dunque incentrato sull’abito, realizzato con tessuti naturali e rigorosamente Made in Italy. Tanto che ogni vestito, gonna, camicia o foulard porta il nome di una città italiana. Camogli, Amalfi, Taormina, Sanremo, Palermo, Santa Margherita raccontandone la bellezza.
Un omaggio anche alla primavera e alla rinascita che ne deriva: «Abbiamo pensato a colori vivaci e forti, e ad abiti non troppo eleganti ma raffinati, che potessero adattarsi alla vita di tutti i giorni, insieme con un paio di sneakers, di mocassini o di boots - ha confermato la conduttrice, all’interno della galleria ò in borgo Giacomo Tommasini -. Non volevamo dar vita a del fast fashion, moda da consumo di cui ci si stanca presto, ma ad abiti preziosi e contemporanei, prodotti di lusso senza stagione e senza tempo. E ovviamente non potevamo non pensare all’ambiente, con l’idea di produrre meno per comprare meglio».
Cotone, seta e satin: fibre 100% naturali per tessuti morbidi e che “accarezzano il corpo”. Lanciata sul mercato nel 2020, la collezione ha affrontato l’arresto dettato dalla pandemia, ed ora è approdata nella nostra città: «Nonostante fossimo inizialmente molto timorose, abbiamo tenuto duro», ha confermato la designer Daniela, con indosso l’abito “Parma”, lungo e ricco, ideale per una serata a teatro.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI