×
×
☰ MENU

TEATRO AL PARCO

Il libro come spazio in cui immergersi: «Book is a Book is a Book»

Dal 28 al 30 gennaio , viaggio multisensoriale tra le pagine di un libro

teatro al parco

24 Gennaio 2022,15:17

Lo spettacolo che apre al Teatro al Parco il programma da gennaio ad aprile del Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti, venerdì 28 gennaio alle 21, in replica sabato 29 alle 18 e alle 21 e domenica 30 alle 18, si intitola «Book is a book is a book» ed è una performance in cui il protagonista è il libro, inteso come spazio da esplorare in modo immersivo.

A firmarlo sono Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl di Trickster-p, coprodotto dal Lac Lugano Arte e Cultura. Oggetto affascinante e misterioso, il libro ha in sé una natura quasi magica: un insieme di fogli cuciti in forma di volume ha la proprietà di aprire finestre su altri mondi trasformandosi in una capsula che consente di viaggiare nel tempo e nello spazio. Questa considerazione è stata il punto di partenza per l’elaborazione del dispositivo di «Book is a Book is  a Book»: dopo alcuni lavori in cui Trickster-p ha investigato l’utilizzo dello spazio scenico in diverse possibili declinazioni, si chiede ora se l’oggetto libro possa diventare esso stesso uno spazio da esplorare e lo mette al centro di questo nuovo progetto.

Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl concepiscono così una performance in cui lo spettatore, munito di auricolari, si muove tra le pagine in un percorso che lo conduce in un vero e proprio viaggio fatto di immagini, parole, suoni e lo invita a vivere un’esperienza profondamente immaginifica attraverso un approccio inedito e inaspettato. Il libro dunque, o meglio il libro inedito creato appositamente per «Book is a Book is a Book»,  è un luogo dove si viaggia nella mente e con la mente, un oggetto che crea connessioni tra tempo, spazio, sogno e memoria, un’esperienza che consente di proiettarsi altrove e di dilatare la sfera percettiva.  Esplorare il libro in sincrono con l’audio, immergersi nelle atmosfere sonore che crea, mentre intorno lo spazio reale muta e si fa più scuro o più chiaro, diventano quindi azioni uniche che ci connettono da vicino con quei momenti, sempre più rari, in cui spazio e tempo si dilatano e la nostra mente si concede al piacere dell’immaginazione.  In un momento storico che pare privilegiare i grandi eventi e i grandi numeri, Trickster-p reitera così alcuni tratti distintivi della sua poetica, rivendicando la convinzione che l’incontro con la proposta artistica debba essere innanzitutto immersivo e personale.

Capienza limitata, ingresso su prenotazione. Info e prenotazioni allo 0521 992044 e all’email biglietteriabriciole@solaresdellearti.it.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI