11°

17°

ALLUVIONE

Un concorso di idee per il nuovo ponte della Navetta

L'alluvione del 13 ottobre 2014: le acque del torrente Baganza distruggono il ponte della Navetta a Parma

L'alluvione del 13 ottobre 2014 distrugge il ponte della Navetta

Ricevi gratis le news
12

Il Rotary Distretto 2072 Area Emiliana 2 si confrontato con l’Amministrazione comunale e ha deciso di finanziare un concorso di idee per individuare un progetto per costruire un nuovo ponte della Navetta, distrutto dall'alluvione del 13 ottobre scorso. Una ferita per il quartiere e per la città.
Ne hanno parlato questa mattina in conferenza stampa il sindaco Federico Pizzarotti, l’assessore ai Lavori pubblici Michele Alinovi, il Governatore del Distretto Rotary 2072 – Emilia Romagna e Repubblica di San Marino, avvocato Ferdinando Del Sante e il Presidente del Rotary Club Farnese avvocato Antonio Bodria.


Dice un comunicato: 

“Il concorso di idee per la progettazione del nuovo ponte ciclopedonale della Navetta – ha detto il sindaco – ha come obiettivo quello di ricostruire un simbolo della città, grazie all’impegno del Rotary, che ringrazio. Il progetto del nuovo ponte sarà partecipato e verrà condiviso con la popolazione”.

L’assessore ai lavori pubblici Michele Alinovi ha ringraziato i Rotary Club che hanno messo a disposizione le risorse per il concorso di idee che avrà tempi contenuti e che è stato pensato per coinvolgere anche i cittadini che potranno esprimere il loro parere. “I progetti – ha spiegato – saranno valutati da una commissione tecnica di cui faranno parte gli esperti del Comune ed i rappresentanti del Servizio dell’Autorità di Bacio regionale accanto ai membri della Soprintendenza. Concluso l’esame della commissione tecnica i primi tre progetti classificati saranno sottoposti al giudizio dei cittadini che avrà un peso considerevole, il 50 %. Il nuovo ponte ciclopedonale della Navetta costituisce un simbolo di rinascita – ha concluso – che vogliamo condividere”.

Antonio Bodria, presidente del Rotary Club Farnese, ha parlato a nome dei Rotary Club di Parma e provincia, riuniti nell’Area Emiliana 2. “Ci siamo attivati appena dopo l’alluvione – ha spiegato – per cercare di fornire aiuto alle persone colpite e con l’Amministrazione abbiamo avuto diversi colloqui che sono approdati al nostro finanziamento del Concorso di idee per il nuovo ponte ciclopedonale della Navetta. Questo gesto del Rotary rientra in un percorso di condivisione e solidarietà con le popolazioni colpite”.

Il Governatore del Distretto Rotary Emilia Romagna e Repubblica di San Marino, Ferdinando Del Sante, ha fatto presente che i soci del Distretto hanno deciso di devolvere il fondo emergenza proprio a Parma a seguito dei danni arrecati dall’alluvione. “Per il Rotary – ha spiegato – si tratta di un’iniziativa importante che testimonia l’impegno concreto nei confronti dei cittadini colpiti dal disastro del 13 ottobre 2014. Il ponte è, in questo caso più che mai, simbolo di collaborazione e pace”

L''iniziativa è stata promossa dai cinque Rotary Club di Parma e provincia, riuniti nell'Area Emiliana 2 (Parma, Parma Est, Parma Farnese, Salsomaggiore e Brescello Tre Ducati, presieduti rispettivamente dal prof. Pierpaolo Dall'Aglio, dall'ing. Gabriele Mori, dall'avv. Antonio Bodria, dall'avv. Andreina Angiello e dal dott. Danilo Medici), con il contributo del Distretto 2072 (grazie al Fondo Emergenze costituito anche dai Rotary Club dell'Emilia-Romagna e Repubblica di San Marino che ne fanno parte), del Governatore avv. Ferdinando Del Sante e del suo Assistente dott. Alessio Pedrazzini ed è stata voluta e condivisa con il Comune per restituire a Parma e agli abitanti delle zone alluvionate un’opera architettonica, quale il ponte della Navetta, di particolare valore non solo funzionale per i residenti, che saranno chiamati a partecipare alla scelta del progetto, ma anche storico e simbolico, di unione e di pace, per tutta la città, nello spirito di solidarietà e di sostegno alla comunità che da sempre anima ogni attività del Rotary, tanto nella quotidianità, quanto nelle situazioni di emergenza come quella che ha colpito Parma nel'autunno scorso.

Il bando di concorso di idee sarà pubblicato entro la fine del mese di marzo ed ha come obiettivo quello di acquisire un’idea progettuale per realizzare il nuovo ponte ciclopedonale che congiunga le rive opposte del torrente Baganza, tra via Navetta e via Baganza. Il nuovo ponte dovrà avere come caratteristiche tecniche quella di essere ad un’unica campata, in modo da scavalcare le due sponde senza soluzione di continuità e soprattutto senza creare intralcio al deflusso delle acque in caso di piena.

Il bando viene promosso dal Comune e prevede la premiazione dei primi tre progetti classificati, grazie al contributo del Rotary Club che ha messo a disposizione circa 15 mila euro. Inoltre per l’esame degli elaborati e dei progetti verrà nominata una commissione; per la scelta del progetto vincitore inciderà anche l’opinione popolare. Il Comune infatti intende raccogliere, tramite il proprio sito e in occasione dell’esposizione dei primi tre progetti scelti dalla commissione, il parare dei cittadini di Parma che inciderà in modo determinate, pari al 50%.

I progetti presentati dovranno essere originali e inediti e realizzati da professionisti iscritti all’albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e degli Ingegneri in possesso di laurea magistrale e abilitati all’esercizio della professione. Il crono programma prevede la pubblicazione del bando entro la fine di marzo, la scadenza per la proposta di idee entro fine maggio, con la conclusione della prima fase dei lavori entro la metà di giugno, con la individuazione dei primi tre progetti da parte della commissione tecnica, il successivo voto popolare e la conclusione dell’iter con la proclamazione del vincitore nella prima metà di luglio.
Per il nuovo ponte e per la sistemazione dello spazio pubblico limitrofo, il bando contempla la previsione di un importo lavori non superiore a 1.050.000 euro, al netto dell’Iva. 

Video: il servizio del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • E.

    19 Marzo @ 22.16

    Non serve nessun concorso di idee.... Va ricostruito esattamente come era prima!!!!

    Rispondi

    • salamandra

      20 Marzo @ 08.26

      Quello di prima in origine non era neanche un ponte. E infatti aveva la parte "portante" che stonava del tutto con la parte calpestabile sopra. Mi piaceva intendiamoci. Ma io ci vedrei molto bene una struttura moderna che si integri bene. In fondo a Londra hanno fatto il millennium bridge che è uno spettacolo e credo che in Italia abbiamo i cervelli per far anche di meglio. Ma soprattutto a campata unica. NON un orrido Balley con buona pace dei Piddini rosiconi. Quei robi rugginosi lasciamoli pure alle zone di guerra o alla ex Jugoslavia.

      Rispondi

  • Andrea

    19 Marzo @ 22.14

    Sono felice per la ricostruzione del ponte, mi manca. Grazie Rotary.

    Rispondi

  • gabri

    19 Marzo @ 20.26

    La mia idea sarebbe di togliere quel passaggio ciclabile all inizio della tangenziale via emilia est per reggio.. Inutile e inutilizzato e riadattarlo qua. Ciao

    Rispondi

  • leone1

    19 Marzo @ 19.42

    Molto molto bene. Speriamo di vederlo quanto prima.

    Rispondi

  • Samuele

    19 Marzo @ 16.40

    L'idea che serve è come convincere quel saggio di renzi a tirare fuori i finanziamenti che spettano alla città poi il resto conta meno...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

1commento

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va