-1°

Arte-Cultura

Nicolò Bettoli: un protagonista del neoclassicismo europeo

Nicolò Bettoli: un protagonista del neoclassicismo europeo
0

Carlo Mambriani
Si deve in gran parte ad una ristretta cerchia di tecnici e artisti locali il merito di aver riplasmato, nella prima metà dell’Ottocento, il volto di Parma in chiave neoclassica: Nicolò Bettoli, Paolo Gazola, Giuseppe e Antonio Cocconcelli, con Paolo Toschi – direttore dell’Accademia di Belle Arti e “sovrintendente” artistico locale – diffusero in città un gusto sobrio ma elegante, improntato a grande nitidezza, semplicità e funzionalità. Tra di loro la figura di Bettoli, stranamente trascurata dalla critica anche più recente, merita davvero un approfondimento per avere inciso come pochi altri con la sua opera su tutta l’architettura parmense della prima metà del secolo. Erede di una operosa stirpe di capimastri e architetti di origine ticinese, documentata a Parma dalla fine del XVII secolo, durante gli anni di chiusura dell’Accademia per l’occupazione francese (1796-1803) Bettoli frequentò lo studio del parmigiano Donnino Ferrari, allievo di Ennemond-Alexandre Petitot, esordendo al concorso di architettura bandito nel 1805 dalla stessa Accademia. 
Pochi anni dopo aver dato il progetto per il nuovo teatro di Fidenza (1812) Nicolò, con talento e risolutezza, riuscì ad ottenere la nomina ad architetto di Corte con Maria Luigia (1816) e, nello stesso anno, la cattedra di Architettura pratica in Accademia.     
Per la sovrana Bettoli curò dapprima il restauro di alcune fabbriche ducali (il teatro Farnese, la Pilotta, Santa Maria del Quartiere, la villa di Sala) e con Paolo Toschi il progetto della nuova galleria dell’Accademia, disegnata su modelli d’Oltralpe, destinata ad ospitare le collezioni artistiche rientrate da Parigi dopo le spogliazioni francesi e nuove opere acquisite dalla duchessa.  Dopo aver dato alcuni progetti per il nuovo cimitero della Villetta, redatti a due mani col suocero Giuseppe Cocconcelli (1817), tra il 1821 e il 1829 compì l’impresa architettonica per la quale è maggiormente noto, il nuovo teatro Ducale di Parma (oggi Regio).  Degnamente celebrato da due pregiate edizioni bodoniane corredate dalle incisioni dell’atelier Toschi (1824, 1829), il nuovo teatro si trovava perfettamente integrato nei percorsi della corte, divenendo una parte essenziale di quella “città nella città” costituita dai diversi palazzi ducali collegati da lunghe maniche e cavalcavia.  I volumi puri e compatti della fabbrica, ottenuti con larghe pareti di intonaco liscio tra cornici orizzontali poco aggettanti, si accompagnano a una raffinata declinazione di temi classici e di modelli ripresi dall’architettura illuministica europea, in particolare francesi.  Ancora per la duchessa Bettoli riplasmò l’antico palazzo ducale (1833, distrutto in seguito alla Seconda guerra mondiale), eresse la nuova sala di lettura della biblioteca Palatina (1834), la biblioteca privata (1838-1839, distrutta) e riadattò (1836-1837) i palazzi di Colorno e del Giardino. Tra il 1836 e il 1837 replicò gli straordinari esiti del teatro Ducale con l’edificio delle Beccherie in piazza Ghiaia (malauguratamente demolite nel 1928), uno dei più raffinati edifici neoclassici italiani; completò l’edificio del Collegio Lalatta (1836-1847) facendone l’attuale Convitto Maria Luigia e progettò la nuova sede dell’Università degli Studi (1844), completata dal figlio Luigi e successivamente trasformata in Tribunale. Lungo una carriera intensa, a tratti frenetica, che ha coperto tutta la prima metà dell’Ottocento, a Nicolò Bettoli va il merito, insieme all’Accademia locale, di avere mantenuta viva la ricerca tardosettecentesca di Petitot sui contenuti dell’architettura classica, prolungando tenacemente il suo influsso nel parmense a discapito dei revival neogotici e delle tendenze storicistiche tipiche del periodo.  La giornata di studi in programma e il futuro convegno internazionale offriranno l’occasione per rivalutare l’opera dimenticata di questo protagonista e colmare le lacune critiche sull’architettura del primo Ottocento parmense.

Responsabile ricerche storiche di Parma Urban Center

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

concerti

musica

Caos biglietti U2: ira dei fan, seconda data e esposto Codacons

Isola dei Famosi: esclusa Wanna Marchi (e la figlia). C'è la pornostar

televisione

Isola dei Famosi: esclusa Wanna Marchi (e la figlia). C'è la pornostar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Parrocchie in campo contro le povertà

Il caso

Parrocchie in campo contro le povertà

Lutto

Addio ad Angelo Ferri, il «fontaner»

Epidemia

Legionella: domani la svolta

GIOVEDI' AL REGIO

Brunori Sas: «A casa tutto bene»

BORGOTARO

Addio al partigiano Ollio, commerciante pluridecorato

Istituto Sanvitale Fra Salimbene

Chi ha rotto la porta dei bagni dei maschi?

Basilicagoiano

Allarme droga tra i minorenni

Raid

Boschi di Carrega, auto forzate nel parcheggio

via emilia

Scontro auto-camion a Parola: muore il 60enne Giancarlo Morini Video

ladri in azione

Secondo furto in pochi giorni alla fattoria di Vigheffio Video

1commento

i nuovi acquisti

Munari e Edera: "Parma, un buon progetto" Video

anteprima

Polemica clochard, contro la Chiesa un attacco "strano" Video

Parma

Due milioni di euro per ristrutturare il ponte sul Taro

2commenti

Ausl

Meningite e vaccini: attivata un'e-mail per chiedere informazioni ai medici

CLASSIFICA 

I sindaci più amati in Italia: Pizzarotti al terzo posto, consenso in aumento

Forte discesa del gradimento fra i cittadini per Virginia Raggi a Roma

36commenti

Parma

Trovati in un giorno 3 veicoli rubati: uno scooter, una Clio e una Fiat Ritmo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

11commenti

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

sindacati

Trasporto aereo, differito lo sciopero del 20

Motori

La Germania chiede il richiamo di Fiat 500, Doblò e Jeep-Renegade

SOCIETA'

roma

Colosseo nel mirino dei vandali: scritte con lo spray su un pilastro

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

SPORT

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

ARBITRI

Fischietto, che passione. Un'epopea lunga un secolo

ANIMALI

sant'antonio

Benedizione degli animali a Bannone  Gallery Video

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video