-2°

Arte-Cultura

Nicolò Bettoli: un protagonista del neoclassicismo europeo

Nicolò Bettoli: un protagonista del neoclassicismo europeo
Ricevi gratis le news
0

Carlo Mambriani
Si deve in gran parte ad una ristretta cerchia di tecnici e artisti locali il merito di aver riplasmato, nella prima metà dell’Ottocento, il volto di Parma in chiave neoclassica: Nicolò Bettoli, Paolo Gazola, Giuseppe e Antonio Cocconcelli, con Paolo Toschi – direttore dell’Accademia di Belle Arti e “sovrintendente” artistico locale – diffusero in città un gusto sobrio ma elegante, improntato a grande nitidezza, semplicità e funzionalità. Tra di loro la figura di Bettoli, stranamente trascurata dalla critica anche più recente, merita davvero un approfondimento per avere inciso come pochi altri con la sua opera su tutta l’architettura parmense della prima metà del secolo. Erede di una operosa stirpe di capimastri e architetti di origine ticinese, documentata a Parma dalla fine del XVII secolo, durante gli anni di chiusura dell’Accademia per l’occupazione francese (1796-1803) Bettoli frequentò lo studio del parmigiano Donnino Ferrari, allievo di Ennemond-Alexandre Petitot, esordendo al concorso di architettura bandito nel 1805 dalla stessa Accademia. 
Pochi anni dopo aver dato il progetto per il nuovo teatro di Fidenza (1812) Nicolò, con talento e risolutezza, riuscì ad ottenere la nomina ad architetto di Corte con Maria Luigia (1816) e, nello stesso anno, la cattedra di Architettura pratica in Accademia.     
Per la sovrana Bettoli curò dapprima il restauro di alcune fabbriche ducali (il teatro Farnese, la Pilotta, Santa Maria del Quartiere, la villa di Sala) e con Paolo Toschi il progetto della nuova galleria dell’Accademia, disegnata su modelli d’Oltralpe, destinata ad ospitare le collezioni artistiche rientrate da Parigi dopo le spogliazioni francesi e nuove opere acquisite dalla duchessa.  Dopo aver dato alcuni progetti per il nuovo cimitero della Villetta, redatti a due mani col suocero Giuseppe Cocconcelli (1817), tra il 1821 e il 1829 compì l’impresa architettonica per la quale è maggiormente noto, il nuovo teatro Ducale di Parma (oggi Regio).  Degnamente celebrato da due pregiate edizioni bodoniane corredate dalle incisioni dell’atelier Toschi (1824, 1829), il nuovo teatro si trovava perfettamente integrato nei percorsi della corte, divenendo una parte essenziale di quella “città nella città” costituita dai diversi palazzi ducali collegati da lunghe maniche e cavalcavia.  I volumi puri e compatti della fabbrica, ottenuti con larghe pareti di intonaco liscio tra cornici orizzontali poco aggettanti, si accompagnano a una raffinata declinazione di temi classici e di modelli ripresi dall’architettura illuministica europea, in particolare francesi.  Ancora per la duchessa Bettoli riplasmò l’antico palazzo ducale (1833, distrutto in seguito alla Seconda guerra mondiale), eresse la nuova sala di lettura della biblioteca Palatina (1834), la biblioteca privata (1838-1839, distrutta) e riadattò (1836-1837) i palazzi di Colorno e del Giardino. Tra il 1836 e il 1837 replicò gli straordinari esiti del teatro Ducale con l’edificio delle Beccherie in piazza Ghiaia (malauguratamente demolite nel 1928), uno dei più raffinati edifici neoclassici italiani; completò l’edificio del Collegio Lalatta (1836-1847) facendone l’attuale Convitto Maria Luigia e progettò la nuova sede dell’Università degli Studi (1844), completata dal figlio Luigi e successivamente trasformata in Tribunale. Lungo una carriera intensa, a tratti frenetica, che ha coperto tutta la prima metà dell’Ottocento, a Nicolò Bettoli va il merito, insieme all’Accademia locale, di avere mantenuta viva la ricerca tardosettecentesca di Petitot sui contenuti dell’architettura classica, prolungando tenacemente il suo influsso nel parmense a discapito dei revival neogotici e delle tendenze storicistiche tipiche del periodo.  La giornata di studi in programma e il futuro convegno internazionale offriranno l’occasione per rivalutare l’opera dimenticata di questo protagonista e colmare le lacune critiche sull’architettura del primo Ottocento parmense.

Responsabile ricerche storiche di Parma Urban Center

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

7commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa