17°

Arte-Cultura

Fanfulla da Lodi. O da Parma?

0

Stefano Rotta

A Parma, quartiere Pablo, c’è via «Fanfulla Dei Lodi». A Lodi, quartiere Maddalena, via «Fanfulla da Lodi». Perché gli storici di qua e di là dal Po sono divisi: in Lombardia lo rivendicano come eroe patrio, in Emilia indicano i natali a Guardasone, due passi da Traversetolo, ma c’è anche chi dice Ferrara. Così Giovanni Bartolomeo Lodi, protagonista della celebre disfida di Barletta il 12 febbraio 1503, rimane un giallo rinascimentale tutto italiano.
Tiziano Marcheselli, storico parmigiano, oltretorrentino di Borgo Rodolfo Tanzi e autore di «Strade di Parma», non ha dubbi: «Con il collega Lionello Ghirardini – afferma – abbiamo condotto numerosi studi. I natali del gran combattente sono parmensi, e precisamente di Guardasone, dove pure un cartello stradale lo attesta». Le tesi di Ghirardini, autore di monografie su Matilde di Canossa, sono confluite in un volumetto, «Fanfulla da Guardasone alla disfida di Barletta», edito nel 1983.
Tutt’altra aria tira nella Bassa Lombarda. Qui Fanfulla non solo è rivendicato «purosangue» lodigiano: ma gli sono state dedicate vie ovunque, squadre di calcio, sodalizi vari. A chiarire le idee è Andrea Maietti, professore e giornalista, esperto di storie locali. Spiega: «Mi sono convinto della lodigianità di Fanfulla dopo un incontro con don Piero Novati, parroco di Basiasco». Non per partito preso, anzi. Racconta: «Lui, come prete, è un gran prete. Ma di crittogrammi, disegni di cinquecento anni fa, è digiuno. Quando ha trovato in soffitta il liber generalis, con le nascite della parrocchia, gli è balzato all’occhio il nome di «Fanfuia». Sì, ed essendo in epoca spagnola, quella era la pronuncia vernacolare della doppia «elle». Mi ha detto di aver preso un gran febbrone, di esser stato visitato dallo spirito di Fanfulla». Non solo, «c’è anche un altro fatto importante. Con venti generazioni si torna indietro al Cinquecento – riflette Maietti – e siamo certi, a Basiasco, che persone di otto generazioni fa, attraverso interviste, davano per certa la sua nascita qui. Una sorta di tradizione popolare radicata, che senza fare troppi sforzi di fantasia si può considerare vera. Perché poi c’è un ultimo aspetto, il più interessante: a Lodi tartagliare si dice, in dialetto, «farfujà», ed è certo, dai documenti, che Fanfulla fosse balbuziente. Da Farfuia a Fanfuia-Fanfulla il passo è breve».
Altri storici, come Guicciardini e Benassi (di Parma), sostengono la tesi emiliana. E se Marcheselli indica la giusta dizione nella via ducale («Fanfulla è della famiglia dei Lodi, quella non è la sua provenienza geografica»), Maietti, addirittura, è così convinto della bontà delle tesi di Novati (autore poi di un pamphlet intitolato «Fanfulla da Lodi, nato a Basiasco», ed Lodigraf, 1982) da allontanarsi dalle suggestioni del maestro, Gianni Brera. Il quale scriveva: «A farmi dubitare dell’esistenza di Fanfulla è stato Massimo D'Azeglio (come autore del romanzo «Ettore Fieramosca», ndr), pubblicamente giudicato un “ciolla” da Camillo Benso conte di Cavour. Mi ha poi colpito il fatto che gli sportivi di Lodi si fossero ricordati di quel mattocchio, e che dell'immagine sicuramente fantastica del capitano di ventura avessero dato un senso intraprendendo l'agonismo sportivo. Allora sono arrivato ad immaginarmelo quale doveva essere, un abduano com'erano stati i Visconti: uno capace di lanza e di archibuso, ma soprattutto di spada e di stocco; non alto né allampanato, bensì ben fatto e tosto, gli occhi balenanti di sarcasmo e di rabbia, il palato assuefatto da sempre al buon vino ammandorlato delle nostre colline, ai polli in creta, ai poderosi bottaggi invernali (verze, maiale, oca....)».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

8commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

LA SPEZIA

Scoperta cellula neonazista: pensava a raid contro immigrati e fabbricava ordigni

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche