11°

17°

iren regione

Inceneritore : intesa 132mila tonnellate

Si è scatenato il dibattito politico

Ambiente

L'inceneritore di Parma

Ricevi gratis le news
29

Un accordo tra Regione Emilia-Romagna e Iren fissa in 132.500 tonnellate annue la quantità di rifiuti da smaltire nel termovalorizzatore di Parma. Lo hanno siglato oggi l’assessore regionale alle Politiche ambientali, Paola Gazzolo e l’amministratore delegato di Iren Ambiente, Roberto Paterlini.

Guarda il servizio del tg Parma


In base all’intesa, Iren autolimiterà la quantità di rifiuti destinati al termovalorizzatore di Ugozzolo a 132.500 tonnellate, 125.000 delle quali rifiuti urbani di Parma e Reggio Emilia e 7.500 di rifiuti speciali (fanghi e ospedalieri di Parma), come previsto dal Piano regionale dei rifiuti. Iren Ambiente è titolare dell’inceneritore di Ugozzolo, il «Polo Ambientale Integrato» di Parma (PAIP), per il quale è in corso il procedimento per la qualifica di impianto di recupero energetico R1, che prevede il superamento di vincoli permettendo di 'importarè rifiuti fuori dal bacino di riferimento.
«L'atto conferma gli indirizzi della delibera di Giunta regionale dell’agosto dello scorso anno relativa a tutto il territorio regionale e li traduce per le esigenze dell’area vasta emiliana», sottolinea Gazzolo nell’esprimere soddisfazione per l’intesa: «Si tratta di un accordo che riveste particolare importanza per le risposte che dà al territorio, in coerenza con gli obiettivi che come Giunta ci siamo dati con il Piano regionale dei rifiuti e con la legge sull'economia circolare. Vogliamo assicurare un’elevata protezione dell’ambiente in un’ottica di riduzione della produzione dei rifiuti attraverso l'aumento progressivo del riciclo, del riuso e del contrasto allo spreco, garantendo nel contempo l’autosufficienza del nostro territorio regionale in materia di rifiuti».
L’accordo, poi, prende atto degli indirizzi assunti sia dalla Provincia di Reggio Emilia sia della Regione per la discarica di Poiatica a Carpineti (Reggio Emilia), che non è più contemplata fra le discariche del Piano regionale. In base all’intesa, sarà avviato uno studio di fattibilità tecnica ed economica per un progetto di riqualificazione ambientale del sito, anche attraverso competenze di livello universitario.

Conferenza dei servizi

Si è conclusa oggi pomeriggio dopo 7 ore l’ultima conferenza dei servizi aperta dalla Provincia di Parma per valutare la richiesta di Iren di approfittare dello Sblocca Italia per aumentare la capacità dell’impianto di incenerimento da 130.000 a 195.000 tonnellate/anno e per allargare il bacino di conferimento rifiuti a tutto il territorio nazionale.
Proprio in questa sede è stata illustrato stamattina il contenuto dell’accordo di cui è stata data notizia sui quotidiani online tra la regione ed Iren che prevede una sorta di autolimitazione in base ai contenuti del piano regionale.
Il Comune di Parma che aveva già presentato nelle precedenti sedute osservazioni fortemente critiche verso la richiesta di Iren, ha chiesto ed ottenuto che il rapporto di impatto ambientale si chiuda con una precisa indicazione circa il quantitativo massimo conferibile a incenerimento.
L’accordo citato infatti legava ai flussi previsti dal piano regionale il limite di 130.000 tonnellate, lasciando però aperta la porta a future variazioni della pianificazione, possibile secondo le norme ogni anno ed attuabile agevolmente dal gestore se veniva recepita la richiesta originale della saturazione del carico termico..
Assessore Folli: “In questo modo abbiamo ottenuto che venga fissata una quota massima e che si vada nella direzione di riduzione del ricorso all’incenerimento consapevoli che anche Reggio Emilia dovrà per forza procedere nell’implementazione della raccolta differenziata secondo quelli che sono gli obiettivi del Piano Regionale e per ridurre la tariffe dei cittadini reggiani. Abbiamo chiesto inoltre che venga ricostituita la Commissione Tecnico-Amministrativa che, con i Comuni interessati e gli enti preposti al controllo, dovrà lavorare per fornire un ulteriore supporto su monitoraggio e comunicazione sulle attività dell’impianto”

Ghiretti: "Con il Pd e Pizzarotti avevamo detto mai rifiuti da fuori provincia"

Alla fine i rifiuti di Reggio Emilia arriveranno a Parma portando a 132.500 le tonnellate annue che verranno bruciate sul nostro territorio.
Mi sono battuto in ogni modo possibile affinché questo non fosse l'esito finale della vicenda. Non perché sono un talebano dei rifiuti zero o perché non ritengo che esista un patto di solidarietà con i nostri cugini d'oltre Enza che per anni hanno incenerito i nostri rifiuti, ma per un preciso punto politico che tutt'oggi considero fondamentale: in campagna elettorale il sottoscritto, in buona compagnia del sindaco Pizzarotti e dell'allora candidato del partito Democratico, avevamo dichiarato pubblicamente che mai sarebbero arrivati rifiuti da fuori provincia.
Per me un impegno pubblico è tale, senza se e senza ma. Prendo atto che per altri le parole hanno un valore diverso. Eppure è su questa diversità che credo che oggi tanta disillusione nei confronti della politica trovi terreno fertile anche fra i nostri concittadini. Una disillusione che si accompagna ad una pericolosa rassegnazione. “La politica comunque ti frega”, questa la lezione che chiunque può dedurre da questa vicenda.
Ti frega – aggiungo – anche quando è interpretata da giovani puliti e di belle speranze, visto che di sicuro non assisteremo alle immediate e motivate dimissioni in massa dell'amministrazione Pizzarotti che pure questo aveva promesso. Ti frega anche quando una rigorosa battaglia ambientalista viene portata avanti da un'associazione apparentemente fuori dai giochi e piena di ottimi propositi. Quella stessa associazione che ha lanciato e raccolto le promesse di noi candidati e oggi nemmeno una riga scrive per ricordare al Sindaco i propri impegni.
Eppure io sono certo che la politica non sia solo questo. La politica è impegno civile, passione, ideali; la politica è voglia di prendersi cura della nostra comunità e dare un contributo per migliorarla. A noi il compito - che a tratti onestamente appare immane - di restituire un senso al nostro fare politica nonostante giornate come queste, che davvero invitano a tornare ad occuparsi del proprio quotidiano lasciando ad altri il piacere di fare promesse al vento.
Roberto Ghiretti
Parma Unita

Pd: “Impegni rispettati e vantaggi economici per i parmigiani”

Accogliamo con soddisfazione l’accordo sottoscritto Regione Emilia-Romangna e Iren per limitare a 132.500 le tonnellate la quantità di rifiuti destinati al termovalorizzatore di Parma. La Giunta regionale ha mantenuto fede agli impegni presi e a quanto ha sempre chiesto il Partito democratico di Parma. Ci teniamo a ribadire che, grazie a questo accordo, il quantitativo di rifiuti smaltito non cambia rispetto al passato e anche le emissioni resteranno invariate. L’unica cosa che cambierà saranno le tariffe, garantendo ai cittadini di Parma un risparmio di circa un milione di euro.

In questa partita c’è stata solo una cosa che non ha funzionato: il ruolo del Comune di Parma. La giunta guidata da Pizzarotti, infatti, non ha voluto o non è stata in grado di far sentire la propria voce. Ancora una volta è emersa l’incapacità dell’amministrazione locale di essere protagonista né nelle sedi istituzionali né, soprattutto, come socio di Iren.

Ci teniamo, inoltre, a sottolineare l’ottimo lavoro svolto dall’assessore regionale alle Politiche ambientali Paola Gazzolo che, in sintonia ai consiglieri regionale del Pd, ha saputo dare ascolto alle necessità dei vari territori. Chiediamo uno sforzo anche a Reggio Emilia per ridurre i rifiuti da avviare a smaltimento in linea con i risultati già raggiunti dalla provincia di Parma.

Lega: "L'alleanza Pd-Pizzarotti, abbraccio mortale alla città" 

“Oggi è iniziata la campagna elettorale di Federico Pizzarotti e del PD: e inizia sconfessando tutte le passate promesse elettorali, ovvero dando da mangiare all’inceneritore. Inizia permettendo che il Paip riceva, dopo tutte le rassicurazioni sul contrario, altri rifiuti, anche speciali. Quelli più dannosi, più nocivi. I peggiori. Io posso solo rimanere senza parole” - argomenta Fabio Rainieri, vice presidente dell’Assemblea Legislativa ed esponente della Lega Nord. “Tante promesse, e poi” - commenta - “e poi arriva la Gazzolo, che da l’ennesima dimostrazione di incapacità, e ha il coraggio di affermare soddisfazione per un accordo che avvelenerà ulteriormente la città, già sommersa dalle polveri sottili. La nostra assessora all’ambiente ha il coraggio di sostenere che “vogliamo assicurare un’elevata protezione dell’ambiente in un’ottica di riduzione della produzione dei rifiuti attraverso l'aumento progressivo del riciclo, del riuso e del contrasto allo spreco, garantendo nel contempo l’autosufficienza del nostro territorio regionale in materia di rifiuti”. Ma quali sono, cara assessora, i prezzi di questa autosufficienza?” - continua il leghista. Che poi pone una domanda all’amministrazione: “A Parma la differenziata ha costi elevatissimi, ma nonostante tutto dobbiamo bruciare i rifiuti, e nemmeno solo i nostri, ma pure quelli da fuori, pure quelli speciali. Potete far capire ai cittadini il senso di pagare di più per respirare peggio? Sono state sconfessate le vostre promesse preelettorali e postelettorali. L’accordo tra Pizzarotti e il Pd è l’abbraccio mortale per la nostra città. Agli elettori chiedo di iniziare a pensare al post alleanza Pd - Pizzarotti”.

Leggi tutte le Top News delle ultime ore: 

24 ORE PARMA - Top news città e provincia

24 ORE ITALIA-MONDO - Tutte le flash news 

24 ORE ITALIA-MONDO - Le Top news in 1 minuto (ore 19,30)

24 ORE SPORT PARMA - Top news

24 ORE SPORT ITALIA - MONDO

Cerca tutte le notizie dei settori che ti interessano:

PARMA CITTA': tutte le news

PARMA PROVINCIA:  comune per comune

QUARTIERI

ECONOMIA - SOLDI

SPETTACOLI

CULTURA

CRONACA NERA PARMA

POLITICA PARMA

CHIESA DI PARMA

BUONE NOTIZIE - VOLONTARIATO

NOTIZIE STRANIERI

NOTIZIE DONNA

NOTIZIE UNDER 25

PAZZO MONDO

CINEMA NEWS

GOSSIP

HI-TECH NEWS

NOTIZIE A 4 ZAMPE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    02 Febbraio @ 17.15

    L' inceneritore di Ugozzolo era già autorizzato per 130000 tonnellate all' anno. IREN aveva chiesto di aumentare la capacità a 195000 tonnellate all' anno . La richiesta non è stata accolta. Non è stata accolta neppure la richiesta di aumentare la capacità della discarica di Monte Ardone. Direi che sono stati buoni risultati per gli Ambientalisti , che , più di questo , non avranno.

    Rispondi

  • salamandra

    02 Febbraio @ 13.30

    130.000 tonnellate di rifiuti produrranno circa 40.000 tonnellate di ceneri. Le 90.000 tonnellate mancanti indovinate da dove usciranno e chi se le respirerà in gran parte...

    Rispondi

  • anastasia

    02 Febbraio @ 12.14

    Davvero bravo capitan pizza, uomo caritatevole, che pensa sia giusto dare cibo agli affamati, e l'inceneritore aveva fame....glielo ha detto la fata iren!!!

    Rispondi

  • giorgio mezzatesta

    02 Febbraio @ 07.40

    ma si, cosa vuoi che sia la salute delle persone, robetta, a fronte di un risultato strepitoso! Bravissimi coloro che lo hanno bramato e fatto costruire alla facciaccia dei polmoni della gente! Bravissimi!! p.s. cosa facciamo a fare la differenziata? Ma non dovrebbe servire ad avere aria pulita e inceneritore ai minimi livelli?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      02 Febbraio @ 16.48

      DOTTOR MEZZATESTA , L' INQUINAMENTO ATMOSFERICO E' UN PROBLEMA GRAVE , MA , la parte che vi ha l' inceneritore , è minima , per non dire irrilevante. Lo dimostra , tra l' altro , il fatto che l' aria di Reggio Emilia , dove l' inceneritore non c' è , è più inquinata della nostra . Una quindicina di giorni fa esperti Docenti della nostra Università hanno tenuto una conferenza sull' argomento , dicendo che l' inceneritore può contribuire all' inquinamento atmosferico per non più , al massimo , dell' 1 per cento . Lei , così appassionato dell' argomento , non c' è andato ? La "differenziata" si può fare comunque , ma con isole ecologiche nelle strade e nelle piazze ( certo non solo quattro per tutta Parma) , oppure con bidoni collettivi condominiali . Sicuramente non con sacchettini infami in mezzo alle strade !

      Rispondi

      • giorgio mezzatesta

        02 Febbraio @ 20.14

        vercingetorige, è vero, le auto inquinano più che mai; infatti le mie sono a metano e sul tetto ho i fotovoltaici, come lei, penso....

        Rispondi

      • giorgio mezzatesta

        02 Febbraio @ 20.07

        Vercingetorige, beato lei che ci crede!

        Rispondi

    • la rivolta di atlante

      02 Febbraio @ 16.32

      la rivolta di atlante

      BASTAVA UN SISTEMA A CENTRALI NUCLEARI COME IN FRANCIA ..... ANCHE PERCHE' IL TELERISCALDAMENTO CON COSA LO FACCIAMO ... CON L'ETNA ???

      Rispondi

  • leoprimo

    01 Febbraio @ 23.32

    Non odo levarsi la voce possente del GCR ma con la presente intendo ringraziare il Pd regionale, Paola Gazzolo, tutti color che si sono battuti per ottenere questo importante e soddisfacente risultato. Apprezzo l'assessore Folli che ha ottenuto a prezzo di uno sforzo sovrumano, suo e della intera Giunta Comunale di poter finalmente mantenere le promesse elettorali, dopo un triennio abbondante di attesa la cittadinanza può brindare al successo, oltre alla scomodità della raccolta differenziata possiamo bruciare gli altrui rifiuti e quelli speciali dell'ospedale. Grazie, grazie e ancora grazie. Fiducioso nella parola degli esperti e dei tuttologi, sono certo che i tumori diminuiranno drasticamente insieme alla diminuzione della tariffa sui rifiuti. Tutti godremo di un'aria limpida e respirabile mentre condanno i disfattisti, la Nasa che ha elaborato quelle diffamanti foto sulla pianura Padana; il compianto professor Tomatis che ci imbottiva di falsità; coloro che manomettono le rilevazioni sulle polveri sottili che, o non esistono, o fatto bene alla salute ed infine auspico si possa tornare, quanto prima a votare per confermare sui loro scranni, coloro che si sono premurati di fornirci tanto benessere ed un futuro radioso.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      02 Febbraio @ 16.57

      I TUMORI non diminuiranno drasticamente , ma neanche stermineranno tutti i Parmigiani per colpa dell' inceneritore . L' esperienza di Baganzola lo dimostra. Il cancro dilaga nella Terra dei Fuochi , dove , inceneritori , non ce ne sono . L' aria non sarà "limpida" , ma non per colpa dell' inceneritore. Le rilevazioni sulle polveri sottili non sono "manomesse" , altrimenti non darebbero i risultati che danno . Secondo Legambiente , la città con l' aria più inquinata d' Italia è Frosinone . Vada a cercarla sulla mappa della NASA .

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

1commento

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va