15°

28°

langhirano

Bocconi avvelenati: è allarme a Castrignano

Un esemplare di "Lagotto" gravemente intossicato da diserbante. Il cane è stato salvato, ma ora si temono nuovi casi

Bocconi avvelenati: è allarme a Castrignano

Bocconi avvelenati a Castrignano

Ricevi gratis le news
6

Allarme bocconi avvelenati nei dintorni di Langhirano. Un cane é stato salvato per miracolo ed i proprietari lanciano un appello perché casi come questo non si verifichino più. La cronaca racconta spesso di episodi di avvelenamento di animali domestici.
In questo caso, il boccone, contaminato con diserbante, si trovava a Castrignano. Fabio Simonini stava portando in giro tre cani, lagotti, per la ricerca di tartufi, che fan parte da anni della sua famiglia e di quella del fratello Romano. Quella di fare escursioni in collina e sui monti è una passione che si tramandano attraverso le generazioni.
L’ultima uscita, lo scorso 5 gennaio, è stata nei prati vicino alla chiesa di Castrignano. Purtroppo, tornati a casa, i proprietari si sono accorti che il cane più vecchio, Birba, si sentiva male. Era infatti in preda a convulsioni, tremori e altri sintomi che, per chi è cresciuto in campagna e ha sentito spesso di questi casi, erano abbastanza chiari.
Birba é stata portata dal veterinario, che ha fatto subito la diagnosi: avvelenamento da diserbante, ossia ingestione di «polpetta avvelenata».
Sono iniziate le cure e il cane è scampato alla morte per il rotto della cuffia, dopo due giorni si è ripreso.
«Cogliamo l’occasione per ringraziare il veterinario Angelo Gresia - dicono i proprietari - che con grande disponibilità si è preso cura di Birba per due intere giornate, sedandola per placare dolori da non augurare a nessuno e, fortunatamente, salvandola».
Casi di avvelenamento a volte si verificano alla fine della stagione della caccia, quando vengono sparsi bocconi avvelenati da alcuni bracconieri senza scrupoli che vogliono uccidere i predatori e avere, nei mesi successivi, più fauna da cacciare. Ma cosi facendo mettono a rischio tutti. L’appello, dopo lo scampato pericolo, è che «Non si verifichi più. – dicono i padroni - Non solo per salvaguardare gli animali ma anche per evitare che accadano incidenti più incresciosi (tipo, cosa succederebbe se un “boccone” finisse nelle mani di un bambino?). E poi lo strazio che passano gli animali è da non augurare a nessuno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    05 Marzo @ 17.32

    reinard.alfa@gmail.com

    Consiglio a coloro che sono sempre i giro con i cani di tenersi una bottiglia di acqua ossigenata, in caso di intossicazione la si versa direttamente in gola al cane. Funziona da lavanda gastrica e ci fa guadagnare tempo mentre andiamo dal veterinario. Non fa male, fa solo vomitare il cane .

    Rispondi

  • Giorgio

    29 Gennaio @ 10.21

    ............................................... Dopo un po' uno di ronda ha trovato una volpe moribonda, e senza pensare all'occasione di un morso o di una infezione sulle braccia se l' è messa e si è avviato in tutta fretta non sapeva come aiutarla, ma sperava di salvarla. Poca strada aveva percorsa che la volpe era già morta, ma ha continuato per la via finché è arrivato all'osteria. Si è presentato sulla porta con in braccio la volpe morta, ha detto:- la morte sua la posso augurare solo a chi glie l'ha fatta fare-. Il giorno dopo a Parma l'ha portata sperando che fosse vendicata, e per sapere almeno che sorte gli aveva causato la morte. Per parecchi posti l'han fatto girare, ma nessuno se ne voleva occupare, finché,illudendosi,è arrivato nel posto che pareva più adeguato. Li era tutto disponibile per fare senza altro il più possibile, e l'hanno anche ringraziato per l'impegno dimostrato. -In poco tempo, le garantiamo, che tutti gli esiti le diamo- ma quando si è ripresentato l'atteggiamento era cambiato: -La volpe, proprio stamattina è andata a Brescia in “littorina” per far della “rabbia” l'accertamento, come è prescritto dal regolamento-. Una settimana ,e si è ripresentato, e qualcuno si è meravigliato: -non mi dirà che tutte le volte, viene a cercare della volpe prima che arrivi il risultato il caso l'avrà già scordato!- Lui ha risposto :- tornerò, finché l'esito non avrò ma di scordarlo certamente, non mi passa per la mente-. E loro, con disprezzo un po' volgare: -Ci fa piacere se ci viene a trovare-: Al sentire un simile ragionamento, stupido,scemo e senza senso, lui ha risposto da maleducato, a rischio di essere denunciato. Ma guarda il caso,nel frangente, è comparso un inserviente, -proprio adesso è arrivato della volpe il risultato!- Quello, come una barca in mare, si è sentito sollevare, -ora saprò se la volpina è morta d'infarto o di stricnina- Però dal certificato, niente di certo è risultato, la sola cosa certa era che la “rabbia” non l'aveva. Lui ha detto,un po' adirato: -questo per me era scontato, e con ragionamenti come questo, la rabbia verrà a me al più presto.- E' tornato a casa,rassegnato, con l'idea d'essere stato, raggirato,con un intrigo dalla mano di Don Taddrigo............. (questo anche scritto in modo leggero,si riferisce a fatti purtroppo veri!)

    Rispondi

  • annamaria

    28 Gennaio @ 22.51

    C'è chi sa ma tace come al solito. Anche l'articolo adombra la figura di cacciatori/bracconieri, e allora chi è in questo giro e sostiene sempre che i cacciatori sono per la maggior parte "onesti", dovrebbe indicare queste persone che li squalificano e gettano sospetti su tutti. Ma temo che l'attesa sarà lunga.

    Rispondi

    • giorgio mezzatesta

      29 Gennaio @ 12.24

      credo dovrebbero essere gli stessi cacciatori ad isolare i soliti noti bracconieri. Solo così non si cadrà nell'equivoco: bracconieri= cacciatori.

      Rispondi

  • Indiana

    28 Gennaio @ 21.02

    Indiana

    Lo strazio subito da queste povere vittime è da augurare a quei bastardi che mettono le polpette! Più telecamenre e pene molto più severe per queste sottospecie di "uomini". E vietare la caccia per sempre!

    Rispondi

  • giorgio mezzatesta

    28 Gennaio @ 19.08

    siamo alle solite, i soliti noti iniziano la loro "opera" Se si volesse non sarebbe difficile sorprenderli

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

4commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

8commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti