15°

29°

fallimento

Parma FC: in vendita anche la Coppa di Wembley

In vendita i beni del Parma FC: anche la Coppa di Wembley
Ricevi gratis le news
13

Un’intera storia all’asta. Dal marchio ai trofei - tanti - vinti negli anni d’oro in Italia e il Europa. Il 'vecchiò Parma, segnato dal fallimento, vive l'ennesimo capitolo amaro della sua parabola. Forse il più triste. Il club che strappava alle corazzate storiche fior di campioni, la 'piccola gemmà di provincia che brillava sui palcoscenici internazionali, non c'è più da un pezzo ma quell'epoca - già in archivio sul campo - si dissolve, ora, in via definitiva: chi vorrà, a suon di offerte, potrà portarsi a casa quel che resta di un sogno.
Tutto, ma proprio tutto. A partire dal marchio, quello scudetto diviso in due - da una parte la croce nera su sfondo bianco, dall’altra le righe verticali gialle e blu - sormontato dalla scritta Parma F.C. che ha identificato la società sin dai suoi albori fino ad arrivare ai trofei conquistati in Italia e all’estero a suon di gol. Coppe, in sonante metallo. Che rimandano alle vittorie in serie ottenute in dieci anni tra il 1992 e il 2002: tre Coppa Italia (1992, 1999 e 2002), una Supercoppa italiana (1999), due Coppa Uefa (1995 e 1999), una Coppa delle Coppe (1993) e una Supercoppa Europea (1994).
In «buono stato di conservazione», si legge sul sito fallimentiparma.com, finite nell’inventario pubblicato dai due curatori fallimentari, Angelo Anedda e Alberto Guiotto, insieme all’archivio audio e video e alle attrezzature - sportive e non - contenute nella sede della società, a Collecchio e allo Stadio Tardini.
Una lista lunghissima. Tutta la storia del club ducale, messa in fila ordinata e divisa in capitoli: i beni contenuti nella sala mensa e nel corridoio; nella sala stampa e negli uffici; nella zona letto del settore giovanile e della prima squadra; nella camera presidenziale 1 e 2 e alla reception; nella dispensa, negli spogliatoi, in piscina e nella sala trofei, nella camera del custode e nella palestra.
Centinaia di oggetti. Dalle fotografie alle pareti alle posate e pentole, alle dotazioni informatiche. Dai televisori alle poltrone, agli armadietti. Dai telefoni alle casseforti, passando per le stufette, i vasi e i sottovasi, il mobilio, gli elettrodomestici vari, le pettorine e i palloni. Oltre a tutti i macchinari per palestre minuziosamente descritti, come tutti gli altri beni, nella catalogazione fredda e asettica delle procedure fallimentari.
Le proposte d’acquisto, spiegano Anedda e Guiotto, dovranno pervenire entro il termine ultimo dell’11 settembre 2015, e dovranno essere valide ed irrevocabili sino al 12 ottobre 2015. Data ultima per far scendere il sipario sul Parma F.C. mentre il nuovo Parma 1913, quello di Nevio Scala e della Serie D, è pronto ad aprirlo davanti ai suoi oltre 8.000 abbonati. 

Il servizio del tg Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ixxo

    14 Agosto @ 03.36

    La realtà, poco romantica , è che il Parma 1913 non ha nulla a che vedere con il Parma A.C. e il Parma F.C. Quelle sono società che non esistono più e che in nulla possono fondersi con il nuovo Parma. Solo nei ricordi e nella poesia dei tifosi ci può essere continuità . Non nella realtà.

    Rispondi

  • andres

    13 Agosto @ 23.42

    blasphemer@libero.it

    poca pubblicità che si alza il prezzo.... io la voglio la uefa in salotto.

    Rispondi

  • eugenio

    13 Agosto @ 21.24

    Eh sì siamo proprio rinati, c'è proprio da festeggiare

    Rispondi

  • roberto

    13 Agosto @ 21.07

    nel Palmares mettici anche i debiti e le famiglie che hanno rovinato... E basta con la Juventus ... Metteteci su del ghiaccio quando brucia

    Rispondi

  • Mary

    13 Agosto @ 19.57

    Comunque le coppe sono state vinte dal Parma ac , ce ancora gente che dice che sono vinte con soldi falsi ..... dovrebbe pensare agli scudetti coi soldi dello stato vinti dalla juventus vero federicot tuttologo .......simona le coppe fanno parte della storia calcistica del Parma calcio sono importanti e restano sempre nel tuo palmares ...........

    Rispondi

    • gherlan

      14 Agosto @ 08.26

      quei trofei furono vinte meritatamente, dal punto di vista sportivo, da una grande squadra, il punto è che per mettere su quella grande squadra, troppo grande per una piccola città di provincia, furono usati soldi distratti dalle casse della Parmalat da quel delinquente di Tanzi.... magari fossero stati soldi farlocchi stampati dal Calisto nel retrobottega...

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Magiafuoco/2

monchio

Se in Appennino arriva Mangiafuoco Video

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

7commenti

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

2commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti