17°

32°

POLIZIa municipale

Targa estera, proprietari a Parma e multe non pagate: l'autodetector colpisce ancora

Controlli estesi ai veicoli stranieri. E i primi due cadono nella rete: rispettivamente 30mila e tremila euro dovuti al Comune

Autodetector

Autodetector

Ricevi gratis le news
9

 

Comunicato del Comune

La pattuglia con l’autodetector ha messo a segno un altro paio di interessanti colpi che riporteranno nelle casse del Comune di Parma alcune decine di migliaia di euro, grazie all’attività di contratto agli evasori da contravvenzioni.
E in qualche caso la tecnologia è stata solo di supporto all’intraprendenza dell’operatore.

Stranieri e ricchi con il vizio di non pagare le multe
Le vicende in questione riguardano due automobili di notevole valore e di grossa cilindrata con targa straniera, ma proprietari residenti a Parma, che pur non avendo problemi economici “dimenticavano” di pagare le multe.
Ieri la pattuglia munita dell’ormai famoso apparecchio, nel corso di un controllo sul territorio notava una berlina di grossa cilindrata con targa provvisoria tedesca parcheggiata a lato della strada nel cuore del centro storico. Gli agenti hanno deciso di controllare il veicolo, identificando sia il conducente che il proprietario, e dalle verifiche effettuate sul momento è risultata l’esistenza di multe non pagate per circa 3.000 euro, prevalentemente riferite al passaggio ai varchi senza autorizzazione e al transito ad alta velocità in tangenziale certificato dall’autovelox.
A questo punto la proprietaria del veicolo sarà costretta a pagare i dovuto, pena il fermo amministrativo e il pignoramento del costoso automezzo.
Sempre ieri, altro giro e altra targa straniera, questa volta spagnola: la fuoriserie, pescata in zona rimozione, è stata rimossa con il carro attrezzi. Il proprietario è stato identificato e gli sono stati addebitati i 30.000 euro che deve al Comune di Parma per multe non pagate. A questo punto, qualora non provveda, scatteranno il fermo amministrativo e l’immediato pignoramento in caso il veicolo venga ritrovato in area di circolazione.
Come si può notare, ora anche i veicoli con targa straniera, inseriti nel data base dell’autodetector, non avranno più modo di farla franca come accadeva prima, a causa delle difficoltà nell’identificazione dei proprietari.

Assicurazioni contraffatte e auto da rottamare
Sempre nella giornata di ieri la pattuglia “di ronda” ha individuato un veicolo sospetto (in questo caso una più modesta Fiat 600) in zona Botteghino: gli agenti hanno rintracciato il proprietario ed hanno riscontrato che era contraffatto il tagliando dell’assicurazione. Il proprietario è stato denunciato per ricettazione e falsificazione di certificato amministrativo e l’auto è stata posta sotto sequestro.
L’autodetector, infine, ha segnalato un’altra automobile nella “black list” dei morosi, ma il veicolo era in pessime condizioni, quindi si è attivata la procedura per avviarlo alla rottamazione.

Grandi firme, naturalmente false
Nei giorni scorsi la Polizia Municipale ha effettuato anche due interventi significativi di sequestro di merci contraffatte.
In via Toscana è stato fermato un individuo per un normale controllo, che, alla richiesta dei documenti, si è dato alla fuga attraversando i binari. Nelle mani dei vigili è però rimasta la borsa con la merce:13 capi di abbigliamento (giubbotti, jeans, polo e maglioni) tutti rigorosamente firmati ed evidentemente “taroccati”.

Nella giornata di martedì, al mercato di via Osacca, è stato intercettato un trentenne nigeriano, con permesso di soggiorno ma senza fissa dimora, che aveva posato a terra la sua mercanzia (una quindicina di borse falsamente marchiate Gucci, Prada e Louis Vitton e alcune paia di occhiali griffati. Il materiale è stato sequestrato dagli agenti e l’uomo è stato denunciato a piede libero per ricettazione e tentata vendita di merce contraffatta.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • p

    27 Febbraio @ 17.06

    Cominciassero a controllare tutte le auto con auto straniera che stabilmente parcheggiano in via d'azeglio, via pasini e via bocchi .... io ci passo tutti i giorni e ritrovo sempre quelle auto.....

    Rispondi

  • Giuseppe

    27 Febbraio @ 10.05

    Le auto dell'est di grossa cilindrata che vedo io sono macchinoni si, ma spesso vecchi di 10-15 anni (ad esempio spesso davanti al Lidl di via Chiavari c'è un Classe S del 2000) del valore di una Punto nuova. E sinceramente in autostrada non li ho mai visti sfrecciare. Per i viaggi da 3000 km che si fanno per andare e venire dai loro paesi, anche se vecchie, queste auto sono molto più comode di una Punto. I macchinoni con targa tedesca che vedo, invece, sono nuovi, spesso li vedo sfrecciare in autostrada a velocità ben oltre il limite, e per lo più le guidano italiani (fecero anche un servizio alle Iene). A mio giudizio l'unico motivo che ha un italiano di comprare un'auto con targa tedesca è quello di poter guidare senza noie (multe e controlli in generale). In Italia è difficile incontrare posti di blocco come all'estero (dove ti fermano e se non paghi la multa non ti lasciano andare), tutto funziona via telematica (autovelox fissi e mobili, tutor, varchi, ecc.): trovando il modo di non farsi recapitare le multe si viaggia quasi impuniti...quasi perché adesso è arrivato l'autodetector che personalmente farei girare anche sulle autostrade. Ultimo commento per Artico (primo commento). Ma Lei è sicuro che le auto con targhe dell'est non vengano controllate? Perché se non ne è sicuro il suo è un evidente pregiudizio...

    Rispondi

  • Alessio

    27 Febbraio @ 09.13

    Fate pure ... blocchi del traffico... persecuzioni con divieti e limiti stupidi... furto ai cittadini con multe assurde... le nostre strade a Parma sono ormai a livello dell'Ucraina però a differenza di loro abbiamo perso il senso della dignità nazionale e delle nostre tradizioni culturali per interessarci di problematiche molto più importanti e urgenti tipo diritti de gay, i diritti dei rom, istruire i bimbi che madre e padre sono alla fine lo stesso gender... ecc. Ma che mi frega?? Tanto ho già deciso... trasferisco la residenza all'estero cosi pagherò la metà di tasse (legalmente) e verrò in Italia con la mia auto targata estera... legalmente... e legalmente NON pagherò le multe in Italia ....!!

    Rispondi

  • Artico

    27 Febbraio @ 00.58

    La Bulgaria fa parte della Comunità Europea dal 2007..e già cominciamo male caro Sig. presente...e ancora...chi le ha detto che nell'autodetector sono inserite le targhe estere SOLO della Comunità Europea voglio dire..Lei sa con certezza come funziona il software e relativo database di questo strumento elettronico?..Lei sta nella stanza dei bottoni immagino....inoltre lei mi accusa di razzismo quando io mi sono limitato a far notare come molte auto di grossa cilindrata provenienti dall'Est Europa scorrazzino nella nostra città e provincia..sono razzista per questo?!?..Anche perchè è notizia di pochi mesi fa come effettivamente alcuni Italiani "furbetti" acquistino auto estere riuscendo con diversi escamotages ad evadere IVA e altro ancora. Quindi come vede..Lei ha perrso l'occasione per stare zitto..o meglio se non scriveva c'avrebbe fatto più bella figura. ..complimenti Lei e il suo modo tipico di "sciolinare" razzismo a destra e a manca tipico degli indottrinati di una certa corrente politica.

    Rispondi

  • StefanoC

    27 Febbraio @ 00.31

    Fate un bel giro nelle piazze del quartiere montanara... nei pressi di via Aleotti e laterali c'erano diversi mezzi senza assicurazione, assicurazione scaduta o in pessimo stato di conservazione ( in particolare furgoni, sempre diversi, con targa bulgara, parcheggiati in via laghigemini ) Avevo già fatto le segnalazioni agli agenti che incontravo nel quartiere, ma tutti mi hanno rimandato al centralino del comune amico :/

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

LA STORIA

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti