14°

28°

il caso

Debito e sicurezza: scontro frontale Pizzarotti-Vignali

Pizzarotti a Vignali: "Oggi Parma non si vergogna più". L'ex sindaco: "Nessun buco di bilancio"

Federico Pizzarotti e Pietro Vignali

Federico Pizzarotti e Pietro Vignali

Ricevi gratis le news
42

Ieri la lettera aperta dell'ex sindaco Pietro Vignali sul tema della sicurezza in città. "Provo rabbia per quello che oggi vediamo tutti sotto le nostre finestre, per come si sta riducendo la nostra Parma, e rivendico con orgoglio le misure adottate qualche anno fa per affrontare il problema negli anni del mio mandato", ha scritto, suscitando una pioggia di reazioni (leggi). Oggi sono arrivate la risposta del sindaco Federico Pizzarotti, poi la contro-replica di Pietro Vignali. 

PIZZAROTTI REPLICA A VIGNALI: "ARRESTI, DEBITI, CASO BONSU". Arriva la risposta del sindaco Federico Pizzarotti, che non ci va giù tenero. "L'ex sindaco Vignali ha scritto una lettera pubblica dicendo che prova rabbia per come vede la città - scrive il primo cittadino -. Nel 2013 arrestato per corruzione, forse vorrebbe contare sulla memoria corta di alcuni, ma le foto dei giorni dell'arresto sono indelebili. 870 milioni di euro di debiti sulle spalle dei parmigiani. Ha patteggiato 2 anni, ed è probabilmente uno dei primi casi in Italia in cui chi ha causato danni economici alla pubblica amministrazione commettendo reati, sarà chiamato a risarcire il Comune, e quindi i cittadini".

Poi l'affondo: "Ecco, dice che prova rabbia, lo ha scritto davvero. L'unica volta che ho sentito parlare a livello nazionale della Parma di Vignali sul tema della sicurezza, fu quando scoppiò il caso Bonsu, un ragazzo di colore picchiato. La notizia fece il giro del Paese, altro scandalo. Oggi ‪‎Parma‬ affronta come tutte le città italiane il tema della sicurezza. Non si vergogna più di se stessa, ed è tornata a parlare a testa alta in Italia e nel mondo". 

VIGNALI REPLICA A PIZZAROTTI SU DEBITO E SICUREZZA. Pietro Vignali replica a Federico Pizzarotti con un lungo messaggio: sul debito, l'ex sindaco dice che di non aver lasciato "nessun buco di bilancio" e molti problemi erano legati a scelte dell'amministrazione Ubaldi; sulla sicurezza e sulla qualità dei servizi, Vignali rivendica i risultati ottenuti dalla sua amministrazione. 

"Voglio ricordare al Sindaco Pizzarotti che sono state dette molte cose non vere su di me e sul mio operato come il presunto buco di bilancio di oltre 800 milioni ricordato dallo stesso Sindaco Pizzarotti che avrei lasciato nelle casse del Comune - scrive Pietro Vignali -. Io non ho lasciato nessun buco di bilancio. L’indebitamento del Comune di Parma al momento mie dimissioni, risultante dal rendiconto approvato dal collegio sindacale era di euro 165.001.294,29 (quando sono diventato Sindaco nel 2007 era già di 151 milioni) pari a 883,83 euro per abitante, una cifra di molto inferiore alla media dei Comuni italiani (oltre il 50’ posto nella classifica sull’indebitamento dei Comuni secondo i dati del Ministero dell’Interno) senza contare che esistevano casi di città che oltre ad aver sfondato il patto di stabilità avevano un indebitamento pro-capite tre volte il nostro". 

"Diversa e più complicata era invece la situazione delle società partecipate - prosegue l'ex sindaco -. Su questo argomento occorre però rilevare che oltre il 90% di queste scelte progettuali sono state compiute dall’Amministrazione precedente alla mia".

Per quanto riguarda le sue vicissitudini sul piano giudiziario, Vignali dice che "la decisione di patteggiare non è stata dettata da un'ammissione di colpa ma dall'esigenza per me vitale di voltare pagina, chiudendo un periodo di grande dolore fisico ed emotivo. Per quanto riguarda il caso Bonsu quello è stato un errore umano e personale di alcuni vigili (al punto che il Comune nel processo a quei vigili che hanno commesso il caso Bonsu si è costituito parte civile) che non ha niente a che fare con le politiche di sicurezza portate avanti dall’Amministrazione". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • DAVIDE

    21 Marzo @ 23.14

    Il Progetto di Ubaldi della grande Parma ad essere una città di duecentocinquantamila abitanti favorendo in maniera massiccia immigrazione e trasferimenti avrebbe comportato un'enorme mole di investimenti in edilizia, opere pubbliche ed infrastrutture. Non prendiamo neanche in considerazione i problemi sociali che una tale operazione avrebbe comportato, limitiamoci all'aspetto macroeconomico. Settantamila abitanti in più significa creare dal nulla almeno trentacinquemila posti di lavoro sul territorio. Ipotizziamo che circa quindicimila potessero venire nei servizi, terziario e commercio, rimane un buco di ventimila posti di lavoro da distribuirsi fra agricoltura e industria. Non è ipotizzabile che un lavoratore agricolo faccia il pendolare alla rovescia. Ricordiamoci che stabilimenti come la Fiat di Melfi impiegano poche migliaia di persone. Gli investimenti, i progetti, gli appalti per queste opere sono comunque partiti e il loro onere economico è ricaduto per intero sull'Amministrazione Vignali, che dal predecessore ha ereditato soltanto dei debiti, con le imprese che avevano vinto gli appalti che si rivolgevano alla Magistratura citando il Comune per inadempienze contrattuali VEDI PIZZAROTTI COOP SETTE.

    Rispondi

  • cicciopasticcio

    21 Marzo @ 22.12

    Per me LARIVOLTA DI ATLANTE è un grande o una grande. L'unica vera attrazione positiva di questo spazio non censuratelo/a. Anche perché ne sa. Ciccio

    Rispondi

    • 22 Marzo @ 07.44

      REDAZIONE - Come non accogliere l'appello di una firma così autorevole?

      Rispondi

  • silviococconi

    21 Marzo @ 16.48

    Caro Pizza, la risoluzione del debito è stato un giochino da rgionieri di un anno e mezzo; il tuo problema invece è che non hai competenza su niente che riguardi l'Amministrazione cittadina !

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    21 Marzo @ 03.32

    la rivolta di atlante

    UNA ANALISI DEGLI ULTIMI 10 ANNI DELLA GESTIONE DI PARMA NON PUO' ESSERE OBIETTIVA SENZA CONSIDERARE LA CRISI ECONOMICA MONDIALE CHE INASPETTATAMENTE A TRAVOLTO AZIENDE , PRIVATI ED ENTI PUBBLICI . CIO' PREMESSO LA VELOCITA' DI REAZIONE RISPETTANDO NORMATIVE INCATENANTI E' DIVERSA SECONDO IL SOGGETTO ANALIZZATO. PERCUI CAPISCO CHE VIGNALI SI RIFERISCA AD IMPEGNI PRESI NELL'ERA UBALDI IN CUI FORTE DI UNO SLANCIO FINANZIARIO E PRODUTTIVO ROBUSTO SI ERANO POSTI ORIZZONTI DIVERSI A QUELLI DI UNA CRISI GLOBALE. PIZZAROTTI RICHIAMANDOSI ANCORA AL " CASO BONSU" - UN PUGNO TIRATO DA UN " CAPORALE" - FA' UNA OPERAZIONE DI BASSO LIVELLO. PERCHE' IL VIGILE-CAPORALE CHE HA TIRATO IL PUGNO ... + FOTO DEL CAVOLO, ERA FORSE SOLO DA DEFENESTRARE MA NON ERA CERTO IN MALA FEDE VISTO CHE IL BONSU ALLA VISTA DEGLI AGENTI ERA SCAPPATO COME I PUSHER ATTUALI .... NOTA DI CRONACA - NON LI FERMA PIU' NESSUN VIGILE CONSCI DEL RISCHIO LEGALE IN FASE DI QUALCHE ERRORE BANALE. CONFRONTARE DUE SINDACI COSI' DIVERSI NECESSITA DI UNA ADEGUATA ANALISI DI DUE PERIODI CON UNA ECONOMIA E UNA CRIMINALITA' MOLTO DIVERSE E DI COME STIANO AFFRONTANDO LE EMERGENZE. UNO A CAZZOTTI E MUTUI CON UNA VOLONTA' DI PREPARARSI AD UN FUTURO DI CONTRASTO DELLA CRIMINALITA E DI RIMEDIARE AL PASSATO DI GRANDI OPERE ( PARMA-CANTIERE) E , L'ALTRO A TWITTER E FACEBOOK NEL PIU' COMPLETO CAOS STRATEGICO. SPERIAMO IN UNA BOTTA DI FORTUNA ALLE PROSSIME ELEZIONI E RIUSCIRE AD AVERE UN CANDIDATO CON UNA STRATEGIA E CON UNA DOSE MASSICCIA DI BUONSENSO .... IL SEGNO POLITICO ORAMAI NON INTERESSA PIU' AL CITTADINO , INTERESSA CHE SAPPIA COSA SERVE ALLA CITTA'.

    Rispondi

    • Fabius

      21 Marzo @ 09.59

      Hai dimenticato di dire che uno insieme agli amici di merende, si è intascato dei soldi che non erano suoi e ha mandato in rovina le casse del comune!! non avrai la memoria corta?

      Rispondi

    • gigiprimo

      21 Marzo @ 08.59

      vignolipierluigi@alice.it

      Purtroppo, spinti dalla 'sindrome del negro' i giudici hanno deciso in modo diverso. Hanno considerato un sostantivo come aggettivo. Eppure c'è anche una canzone italiana che parla di un 'povero negro' e la cantava Don Marino Barreto. (Salvo errori ed omissioni).

      Rispondi

      • antonio

        21 Marzo @ 13.48

        Hai cannato anche questa!!

        Rispondi

    • 21 Marzo @ 07.00

      REDAZIONE - Come vedi, ho tolto la parte che conteneva insinuazioni di discreta bassezza. Se hai elementi per denunciare qualcosa vai dai carabinieri, altrimenti quella persona va per legge rispettata almeno quanto l'anonimo "rivolta di atlante". Almeno qui sopra. Grazie

      Rispondi

      • la rivolta di atlante

        21 Marzo @ 13.05

        la rivolta di atlante

        CAPISCO CHE IN CASA D'ALTRI CI SONO ALTRE REGOLE , MA E' SOLO UN CASO DI CURIOSITA' ... MOLTO POPOLARE ... BONSU DOV'E' ?? NON SERVE INDIRIZZO , SERVE SOLO PER CAPIRE ALCUNE COSE ... SE NELLA VICENDA CI HA MARCIATO IN ALLEGRA COMPAGNIA OPPURE SE VUOLE LA SUA GIUSTA PRIVACY DOPO TANTO CLAMORE ... E' ANCORA A PARMA , LAVORA , STUDIA OPPURE HA PRESO LA VIA DEL LATO OSCURO DELLA FORZA ???? NON PER GIUDICARE LA VITA E' SUA E NE FA' QUELLO CHE VUOLE E' CHE QUESTA MANCANZA DI INTERESSE GIORNALISTICO MI FA' STORCERE IL NASO.

        Rispondi

        • 21 Marzo @ 13.23

          REDAZIONE - Il mondo è bello perchè è vario. A me invece fa storcere il naso questo insistito insinuare . E chi lo fa? Un lettore che la sua privacy la reclama al punto da firmarsi con un nickname anonimo! Allora mi spiego meglio di prima: 1) Bonsu ha tutto il diritto a starsene dove vuole che ha il signor "La rivolta di atlante". Oppure lei, che neppure mette nome e cognome, vorrebbe che qualcuno pubblicasse il suo indirizzo e i suoi spostamenti 2) "Se nella vicenda di ha marciato" è una frase da querela, probabilmente è venata di razzismo, e soprattutto è di grande e squallida bassezza. Ovvero: o lei ha delle prove che in tribunale non hanno trovato, e allora vada subito dai carabinieri invece di limitarsi a queste frasette anonime, oppure il sig. Bonsu deve essere considerato - da me, da lei e da tutti - come ogni persona senza addebiti a suo carico. Come appunto è emerso da indagini e sentenze 3) Sempre se lei non ha prove del contrario, Bonsu fu parte lesa di una vicenda per lui immagino traumatica: non solo fisicamente m a anche per il "tanto clamore" che lei stesso ricorda. Ha mai provato a mettersi al suo posto? 4) C'è una sola cosa che si può dire e che io stesso ripeto da anni: Bonsu era nel posto sbagliato, e la sua fuga iniziale potè effettivamnente trarre in inganno i vigili (che però, se ricordo bene, non erano in divisa: quindi non facciamo credere che Bonsu scappò dalle forze dell'ordine) 5) Chi fa il mio mestiere ha sicuramente la curiosità di intervistare i protagonisti della cronaca. Nel caso di Bonsu, credo sia giusto lasciarlo in pace. Specie di fronte a riflessioni squallidine come ancora troppe volte mi tocca di leggere qui sopra 6) Chi in tutti questi anni ha legittimamente pensato di dare un aiuto ai vigili coinvolti, troppo spesso ha pensato che il modo migliore fosse quello di insinuare su quel ragazzo. Bene: se io fossi uno dei vigili, avrei invitato da tempo a evitare questo triste genere di interventi, che semmai hanno solo indebolito la linea difensiva (che io avrei imperniato sul punto 4, sicuramente il più forte e concreto) 7) Infine, a proposito di privacy, io mi chiamo Gabriele Balestrazzi. Lei chi è veramente?

          Rispondi

        • la rivolta di atlante

          21 Marzo @ 16.24

          la rivolta di atlante

          P.S. IL COMMENTO PRECEDENTE E' SOLO PER LEI , PUO' ANCHE CESTINARLO. CORDIALI SALUTI E GRAZIE PER L'ATTENZIONE. "LA RIVOLTA DI ATLANTE"

          Rispondi

        • 21 Marzo @ 18.04

          REDAZIONE - E' raro che cestiniamo. Semmai rispondiamo: come abbiamo fatto anche con lei, signor "Rivolta di Atlante"

          Rispondi

        • la rivolta di atlante

          21 Marzo @ 16.21

          la rivolta di atlante

          IO SONO L'UOMO QUALUNQUE , SENZA POTERI E SENZA ARROGANZA MA CON DELLE VARIE CONOSCENZE NELLA VITA SOCIALE PARMIGIANA E MOLTE COSE GLIELE POSSO SOLO ANTICIPARE IN FORMA ANONIMA. SE ANCORA NON LO AVESSE CAPITO. SI RIVEDA IL FILM " TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE " E' DEL 1976 ED E' TUTTO VERO , COME IL VERO GIORNALISMO. BUONA VISIONE.

          Rispondi

  • luca

    21 Marzo @ 01.28

    Per una volta concordo con Vignali, Parma è molto peggiorata e sono ,anzi , siamo stufi di sentire:è colpa delle altre amministrazioni, ho trovato il buco.........ecc.; bene Signor sindaco, lei è stato scelto per risolverli i problemi non pe ricordare a noi di chi è la colpa lo sappiamo già .Grazie

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti