15°

dibattito

Bestemmia tv, insulti social: fin dove arriva la libertà del web?

La troppa democrazia non è più democrazia
24

La prima “notizia” dell’anno che fra tanti sconquassi mondiali ha mobilitato gli italiani è la bestemmia su Raiuno, inopinatamente transitata in sovrimpressione nella diretta di Capodanno fra i messaggi dei telespettatori.
Non è la prima volta. Quelli con i capelli grigi ricordano nitidamente di quando il campione mondiale di immersioni subacquee Enzo Majorca durante un’impresa in apnea e in diretta tv (1974) si scontrò con Enzo Bottesini, sub dilettante e campione di Rischiatutto: riemergendo dall’acqua, il furibondo Majorca infilò una serie di imprecazioni e bestemmie che arrivarono nella case di milioni di italiani e gli valsero un lungo esilio dagli schermi dei due e allora unici canali della Rai Tv. Così come è lunghissima la sequenza delle frasi volgari e offensive che accompagnarono il periodo pionieristico delle tv locali spuntate negli anni ’70. Quelle che, per far fede all’etichetta di “tv libere”, aprivano le dirette alle telefonate dei cittadini: senza alcun filtro preventivo e quindi con inconvenienti che è facile intuire…
Il tema, quindi, non è inedito. Ma una volta trasferita nel terzo millennio, la questione sul “bello/brutto della diretta” nata da quel sms sfuggito al controllo si è subito allargata al “degrado etico propagato dal digitale”, per usare le parole del responsabile della comunicazione dei vescovi italiani. Tema che ovviamente va al di là dello strumento (un vecchio sms o un tweet) utilizzato dal bestemmiatore di San Silvestro. E se perfino un Fabio Volo, comunque lo si giudichi, scrive a proposito di facebook e dei social media che “L’eccesso di democrazia per me smette di essere democrazia”, significa evidentemente che non stiamo trattando un tema da bigotti. E neppure una questione da categoria (per qualcuno “casta”) giornalistica, ma un problema che riguarda davvero tutti.
Il web è nato e si è diffuso come sinonimo di libertà totale di espressione. E lo è: tante voci, in tante parti del globo, non si sarebbero potute ascoltare o leggere se non grazie all’agilità delle nuove tecnologie. E, che piaccia o no a noi giornalisti, la possibilità di aggiungere mille voci al pianeta informazione senza necessità di grandi investimenti è potenzialmente straordinaria, così come la libertà di criticare in tempo reale un titolo o un articolo è un indubbio quanto faticoso (nessun giornalista a Parma lo può sapere come chi gestisce lo spazio commenti di gazzettadiparma.it…) strumento di democrazia. Però…
Però ci sono enormi equivoci da dipanare, anche per capire che cos’è davvero giornalismo. C’è chi invia alla Gazzetta web frasi ingiuriose o diffamatorie (su un politico, su un esercizio commerciale ecc.) e poi si atteggia a vittima della censura quando vede che quelle righe, spesso anonime, sono state dirette al cestino. Ma se io lettore scrivo che Tizio è un ladro o Caio un pedofilo, questa non è libertà di pensiero bensì reato di diffamazione, pur con tutte le incertezze e lacune che la regolamentazione delle nuove tecnologie ancora porta con sé. E’ la lezione della nostra ancor meravigliosa Costituzione nata dopo le imposizioni del fascismo: la mia libertà di opinione è sacra, ma solo finché non scalfisce le altrettanto sacre libertà (dignità e onore) degli altri.
gbalestrazzi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • LaoTzu

    05 Gennaio @ 09.53

    Ma se il palinsesto della Rai è invaso a ogni ora di ogni giorno di tutto l'anno da messe cattoliche, trasmissioni religiose cattoliche di ogni genere e presentatori e giornalisti accuratamente scelti perché compiacenti verso il clero cattolico. E l'Osservatore Romano mostra più indignazione per un messaggio di cattivo gusto passato in TV (per errore) per pochi secondi nel marasma della serata di fine anno, che per tutti i casi di preti cattolici pedofili di un intero anno o per il denaro rubato da alti prelati cattolici per ristrutturarsi il superattico in pieno centro a Roma. Ma la domanda è: qual’è la vera bestemmia?

    Rispondi

  • marirhugo

    05 Gennaio @ 00.44

    e comunque io non so proprio di cosa si sta parlando: sono quasi dieci anni che non ho la televisione, e quasi due che ho il pc senza scheda audio. Perchè a dire il vero un "porco" letto non è un "porco "ascoltato

    Rispondi

  • marirhugo

    05 Gennaio @ 00.36

    Ma, non e' che la giustizia e' impallata, come dicono tanti, perche' viene impallata da questioni di onore, dignita, un po' a sproposito. Querela per diffamazione. nell'attesa la giustizia è impallata. E io sento parlare di querele temerarie. Ma quanta ce n'è di queste cose? "Tu sei un "ladro. Mi quereli perche' non e' vero? e se te lo dico dopo una sentenza definitiva? mi quereli lo stesso, "Un giudice ed in posto ben definito puo' dirmelo" tu no" Bene, e quindi? C'entra poco con la bestemmia? pero' c'enra con la liberta' d'espressione? e anche bstemmiare?

    Rispondi

  • Bastet

    04 Gennaio @ 22.31

    ...dai va beh....sembra uno scherzo! davvero ci si vuol focalizzare sull'errore di una persona ,a lavoro,la notte di Capodanno??? 150.000 sms da monitorare ed opportunatamente filtrare! sbaglia il muratore,il dottore (e quando sbagliano loro,son tragedie,talvolta) l'impiegato,il saldatore e l'ingegnere. e questo qui,no???? quanto si dovrà andare avanti a parlare dell'errore di una persona? voi non sbagliate mai??? beati voi! ...ma chissà.....magari voi fate cappelle quotidianamente...e lui per sfiga,ne ha fatto uno a Capodanno!

    Rispondi

  • Enzo

    04 Gennaio @ 19.48

    Quindi in sintesi, più bestemmie sul web in nome della democrazia e VIETATO INDIGNARSI, non è democratico. Bel pensiero, complimenti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

1commento

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa