12°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Data - Ora inizio 14/05/15 - 21:00

Data - Ora fine 14/05/15 - 23:00

Tipologia Teatro

Dove Teatro Due

Località Parma

Viale Francesco Basetti , Parma PR , Italia

TEATRO

Elisabetta Pozzi, una Medea in bilico tra amore e tragedia

Elisabetta Pozzi,  una Medea  in bilico tra amore e tragedia
http://www.gazzettadiparma.it/http://www.gazzettadiparma.it/scheda/271446/Elisabetta-Pozzi---una-Medea.html 26/02/2017 13:28:07 26/02/2017 13:28:07 40 Elisabetta Pozzi, una Medea in bilico tra amore e tragedia Viale Francesco Basetti, Parma PR, Italia false DD/MM/YYYY 0

«Medea è una figura che esce dall’antichità e ci pervade per il suo essere profondamente moderna, forse perché alla base della sua vicenda resta sempre potente il dramma della diversità, in senso lato, e la difficoltà di accettare lo straniero». Sono di scottante attualità le parole che usa Elisabetta Pozzi per presentare «Medea», terzo momento dell’intensa ricerca che l’attrice ha affrontato, su invito di Fondazione Teatro Due, con il progetto «Un’attrice nel mito: Carta bianca ad Elisabetta Pozzi», al debutto nazionale a Teatro Due il 14 e 15 maggio, alle ore 21.00.
Esplorazione drammaturgica
Si parla di ricerca perché il trittico composto da Cassandra, Clitennestra e Medea non ha previsto la messa in scena di titoli classici nelle versioni attiche del V secolo, ma vere e proprie esplorazioni drammaturgiche, condotte con raffinata sapienza attraverso i versi originari e i testi contemporanei sul filo della grande esperienza attorale e umana che l’attrice ha acquisito negli anni.
Con la regia di Andrea Chiodi, le musiche di Daniele D’angelo, con il costume e lo spazio scenico creato da Matteo Patrucco e le luci di Luca Bronzo, Elisabetta Pozzi tornerà sulla barbara della Colchide, un personaggio viscerale che ha frequentato lungamente e che scandaglierà partendo dalle parole di Euripide, per arrivare molto lontano attraverso i testi di molti altri autori come Christa Wolf, attraversando le sceneggiature di Pier Paolo Pasolini fino a Lars Von Trier.
«Forse il cuore della tragedia greca sta proprio in Medea, la donna, la sposa, l’amante, la maga e la madre. Donna come le grandi eroine tragiche, Sposa di Giasone condizione dalla quale muovono tutte le azioni della tragedia, Amante e quindi mossa da grande passione, Maga e quindi diretta discendente delle divinità, Madre e per questo così attaccata alla sorte dei figli. Tutto muove dall’incontro-scontro tra i vari corpi di Medea, tra i vari impeti di Medea, tra la sua passione e il suo volere, dove la passione è più forte del volere - racconta il regista Andrea Chiodi. So bene quali mali sto per compiere, dice Medea, ma la passione, che è causa per gli uomini delle sventure, è più forte di ogni mio volere».
Una donna dunque che agisce con impeto e con passione ma non per questo incapace di pensieri lucidi e meditati, una donna in bilico tra l’amore e la sapienza, dove l’amore ha un ruolo però primario, motore che fa muovere tutta la tragedia e tutto il suo percorso.
«Cipride effonde miti brezze, inviando compagni alla Sapienza gli Amori, coadiutori di ogni virtù. Così dice la tragedia e sarà proprio questo stare in bilico, questo riflettere tra Sapienza e Amori - prosegue Chiodi - da cui partirà il nostro incontro con l’eroina di Euripide, una Medea la nostra che partendo dall’amore per Giasone arriverà all’atto estremo, l’uccisione dei figli, come un rito dal quale non poteva fuggire, un gesto estremo ma così carico di significati. E così da Apollonio Rodio, a Müller, alla Woolf, passando per Bellini, si dipanerà tutto il racconto come descritto e scritto da Euripide».
Lunedì l'incontro
Per raccontare e approfondire il suo percorso nella materia ricca e complessa offerta dal mito di Medea, Elisabetta Pozzi incontrerà il pubblico lunedì 11 maggio alle ore 17.30, ultimo degli incontri dedicati al progetto Un’attrice nel mito.
L’incontro è a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. È consigliata la prenotazione a info@teatrodue.org - Tel. 0521/289644

Informazioni e biglietteria: biglietteria@teatrodue.org - Tel. 0521/230242. www.teatrodue.org.

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

6commenti

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

6commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

carabinieri

Spara un razzo fra la folla: era appena uscito dal carcere

Arresto bis, dopo meno di due mesi: 20enne tunisino in via Burla. A dicembre aveva in casa 500grammi di hashish

1commento

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Parma

Bidoni dei rifiuti a fuoco in viale Mentana

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Sant’Ilario

Rubava il telefono ai giocatori di videopoker: denunciato 35enne

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia