10°

Tg Parma

Al via "Progetto Paradigna" nuova linfa per lo Csac e la Certosa

3

Nuova vita per lo Csac.

L'annuncio ufficiale è venuto nel pomeriggio, dopo una visita a quella che comunemente (sbagliando) \ si definisce la "Certosa" di Paradigna.

Nel servizio del Tg Parma le immagini e le dichiarazioni dei rappresentanti dell'Università.

.............................................

Più di 1.700 dipinti, 300 sculture, 2 milioni e 500mila disegni di architettura e design, 7.000 bozzetti di manifesti, 2.000 manifesti cinematografici, oltre 4 milioni e 700mila negativi su lastra e su pellicola, 1 milione e 700mila stampe. Sono solo alcuni dei numeri del Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC) dell’Università di Parma, che sabato 4 ottobre all’Abbazia di Valserena ha presentato il suo piano di sviluppo. Un piano di ampio respiro e di grandi ambizioni, intitolato “Progetto Paradigna”, nel quale l’Ateneo crede molto, come ha confermato nella sua introduzione il Rettore Loris Borghi.

All’appuntamento hanno presenziato oltre un centinaio di invitati, tra i quali autorità istituzionali e realtà imprenditoriali del territorio. Oltre al Rettore Loris Borghi sono intervenuti il Presidente dello Csac Luigi Allegri e i professori Carlo Quintelli, Francesca Zanella e Isabella Mozzoni, componenti del Consiglio dello CSAC. 

L’Archivio, che non ha eguali al mondo in ambito accademico ma che teme pochi confronti anche in ambito extra accademico, vive oggi un’innovativa fase del proprio percorso. Creato da Arturo Carlo Quintavalle e gestito per venticinque anni da Gloria Bianchino, lo CSAC ha oggi nuovi organi di governo e di gestione, recentemente nominati, cui è stato assegnato il compito di riordinare e promuovere le collezioni, di ristrutturare gli spazi dotandoli di servizi adeguati e alla fine di aprire la splendida Abbazia di Valserena anche a una fruizione pubblica.

Il “Progetto Paradigna” prevede un intervento architettonico articolato e volto alla valorizzazione sia del complesso storico dell’Abbazia cistercense e del paesaggio agricolo circostante sia delle attrezzature dedicate alle funzioni dello CSAC. È prevista una generale riorganizzazione degli spazi di archivio e in futuro di una nuova ala di deposito, adeguati spazi per attività di laboratorio, didattica, restauro, atelier e workshop, l’attrezzamento museale della chiesa e delle sale colonnate, la valorizzazione della corte delle sculture, il completamento e la piena attivazione della stalla-caffetteria con piccola ristorazione e della foresteria nelle ex celle monacali. Sarà un sistema di ambienti e attrezzature in grado di reinterpretare in chiave scientifica e culturale la dimensione laboratoriale dell’antica abbazia, rispondente ai più avanzati criteri di accoglienza del pubblico e di fruizione culturale. 

Un nuovo progetto espositivo, pensato per gli spazi della chiesa e di altri luoghi nevralgici della Abbazia di Paradigna, si propone di offrire al pubblico dei visitatori e degli studiosi un saggio emblematico delle straordinarie collezioni dell’Archivio, il senso di un pluridecennale lavoro di raccolta e di studio, e un percorso che intende essere complementare e propedeutico alla consultazione dei documenti. 

Tra i nuovi servizi a disposizione degli utenti ci sarà anche il sito web totalmente rinnovato, con tutte le informazioni sulle attività del centro e con l'accesso al catalogo online dei fondi.

Il progetto intende trasformare lo CSAC in un elemento qualificante sia per l’Ateneo sia per il contesto locale. In questo senso l’idea è quella di intensificare la relazione tra il Centro e gli stakeholders attraverso la creazione di un’Associazione di sostenitori, lo sviluppo di una rete di relazioni a supporto delle diverse attività e la definizione di partnership specifiche con i soggetti istituzionali. 

I numeri dello CSAC

· 5 Sezioni (Arte, Media, Progetto, Fotografia, Spettacolo)

· più di 1700 dipinti

· 300 sculture

· 17.000 disegni di oltre 100 artisti

· 7.000 bozzetti di manifesti e 2.000 manifesti cinematografici oltre ad archivi (circa 100.000 pezzi) di grafici

· 11.000 disegni di satira e fumetto

· oltre 3.000 disegni per illustrazione e di satira

· 2.500.000 disegni di architettura e design

· 800 maquettes

· 2.000 oggetti

· 70.000 disegni designer di moda italiani

· 2.500.000 di negativi su lastre

· oltre 2.200.000 negativi su pellicola

· 1.700.000 stampe

· 150 apparecchi fotografici

· 100 film originali

· 4.000 video-tape e numerosi apparecchi antichi.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • incuso

    05 Ottobre @ 18.50

    Una collezione d'arte immensa e semi-sconosciuta alla maggioranza dei Parmigiani. Luogo favoloso ma totalmente inadatto data la lontananza dal centro. Invece di restituire San Francesco al demanio era meglio usare quella per esporre.

    Rispondi

  • Annalisa

    04 Ottobre @ 23.21

    Ottima idea, ma non si possono più tollerare gli spacciatori di droga di colore fissi sotto la Pilotta davanti all'ingresso dell'università'!!! Speriamo che il rettore faccia pressioni sul sindaco!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Josè Carrerascompie 70 anni

IL GRANDE TENORE

Josè Carreras compie 70 anni

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

Questa sera dalle 23 sul sito exit poll, spoglio e proiezioni

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

2commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

5commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

2commenti

gran bretagna

Gli automobilisti killer al telefonino rischieranno l'ergastolo

WEEKEND

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

Calciomercato

Cinque curiosità su Roberto D'Aversa

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SOCIETA'

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

9commenti