×
×
☰ MENU

TOTO ASSESSORI

Ecco i nomi di chi è pronto a entrare in giunta

Ecco i nomi di chi è pronto a entrare in giunta

30 Giugno 2022,03:01

A distanza di tre giorni dal ballottaggio inizia a prendere forma la squadra degli assessori. Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, ecco che tra gli schieramenti della maggioranza circolano alcuni nomi che hanno alte probabilità di entrare in giunta.

Un nome su cui non dovrebbero esserci sorprese è quello di Lorenzo Lavagetto (Partito democratico), a cui spetterebbe «di diritto» la poltrona di vicesindaco, visto l'ottimo risultato in termini di preferenze (1.153).

Ettore Brianti, direttore sanitario dell'ospedale Maggiore, è sempre più in predicato di diventare il prossimo assessore alle Politiche sociali-Sanità. Si tratta di un mega assessorato - affidato ad un tecnico - su cui punta molto il sindaco Michele Guerra per ribadire il concetto chiave della sua campagna elettorale: più cura per la città, sotto tutti i punti di vista.

Prende sempre più quota l'ingresso in giunta di Francesco De Vanna, il 35enne ricercatore in scienze giuridiche a cui il Pd ha affidato il compito di stendere il programma elettorale della coalizione. De Vanna è anche un esponente della corrente «orlandiana».

Un altro nome Pd che sembra destinato ad entrare in giunta è quello di Caterina Bonetti, la seconda più votata, dopo Lavagetto, nonché sfidante di Michele Vanolli durante il congresso «dem» per la scelta del segretario cittadino.

Al Partito democratico, visto il buon risultato elettorale, potrebbe essere assegnato un quarto assessore, ma al momento la casella resta vuota.

Un posto in giunta sarà occupato dal vicesindaco uscente Marco Bosi, il più votato della civica di Effetto Parma (406 preferenze), mentre il collega di lista, l'assessore uscente Michele Alinovi dovrebbe andare ad occupare lo scranno del presidente del consiglio comunale.

Ultima quasi certezza: nella squadra degli assessori dovrebbe esserci anche Anna Rita Maurizio, cardiologa e candidata più votata di Parma - La sinistra coraggiosa.

A questo punto, resterebbero da occupare altre due caselle, per arrivare a 9 assessori. Dal toto giunta esce Leonardo Spadi, giovanissimo consigliere al secondo mandato forte di 401 preferenze conquistate nella lista civica Michele Guerra sindaco.

Per l'assessorato alla Cultura, che fu di Guerra, si fanno i nomi di alcuni ex docenti universitari di peso, come quelli di Luigi Allegri e di Gloria Bianchino.

Al Bilancio c'è chi vorrebbe l'ex consigliere comunale Fabrizio Pezzuto. Ma si parla anche di Luciano Ragone, curatore fallimentare della coop Di Vittorio. Ultimo flash: c'è chi propone Sandro Maria Campanini come capogruppo Pd.

P.Dall.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI