×
×
☰ MENU

Ambiente

Terminati interventi per 400mila euro sui torrenti Grontone e Stirone

difesa del suolo parmense

03 Dicembre 2021,16:27

Difesa del suolo. Sicurezza ed efficienza dei corsi d’acqua, 
In fase avanzata anche le opere sul rio Riccò, nel comune di Fornovo di Taro, per lo smaltimento in sicurezza delle acque di piena realizzati dal Servizio Sicurezza Territoriale e Protezione civile di Parma

Bologna – Con un investimento complessivo di 400 mila euro sono terminati i lavori di adeguamento della sezione idraulica del torrente Grontone, nel tratto che ricade nei Comuni di Terenzo e Berceto e dello Stirone, nei Comuni di Bore e Pellegrino parmense. Sul rio Riccò, a Fornovo di Taro, sono invece in fase di completamento le opere per lo smaltimento in sicurezza delle acque di piena.  

“Si tratta di un pacchetto di interventi ad ampio raggio, fondamentali per aumentare la sicurezza e l’efficienza degli affluenti dei torrenti Taro e Ceno, nel territorio parmense- spiega l’assessore regionale alla Difesa del suolo e alla Protezione civile, Irene Priolo-. Tutti i cantieri messi in campo puntano al ripristino e alla piena officiosità dei corsi d’acqua: si spazia dal risezionamento dell’alveo alla movimentazione di ghiaia, dall’esecuzione di difese spondali alla messa in sicurezza delle opere idrauliche”.

I lavori, attuati dall’Agenzia regionale di sicurezza territoriale e Protezione civile, sono finanziati con i fondi del Piano degli interventi urgenti 2020 finalizzato a risolvere le criticità aperte in seguito ai numerosi episodi di maltempo degli ultimi anni.

Lavori conclusi e in corso
Attualmente sul rio Riccò, a Fornovo di Taro, si lavora per realizzare lo smaltimento delle acque di piena del corso d’acqua: si tratta del primo stralcio di un progetto più ampio di messa in sicurezza dell’abitato.

In corrispondenza dell’ingresso del rio in paese, su aree private soggette ad esproprio, è previsto l’ampliamento dell’alveo per uno svaso complessivo di circa 5 mila metri cubi.  Verrà poi realizzata un’opera di difesa della nuova sponda sinistra, in massi ciclopici, lunga circa 80 metri; un tratto di scogliera già esistente di circa 25 metri sarà smontato e rimontato in posizione più esterna.

Per migliorare la viabilità sarà inoltre demolito un vecchio ponte, inadeguato al transito di veicoli di emergenza o mezzi agricoli eccezionali: verrà sostituito da uno di prima categoria realizzato con travi in calcestruzzo armato.

Sul torrente Grontone si sono conclusi gli interventi di ripristino della sezione idraulica, con movimentazione di materiale litoide, alla confluenza del fiume Taro.

A destra del torrente si è realizzato l’imbottimento della spalla del ponte sulla strada del Campero.

Anche nel bacino del torrente Stirone sono già stati realizzati tutti i lavori indirizzati principalmente al ripristino della sezione idraulica nel tratto che attraversa l’abitato di Pellegrino Parmense. Il taglio selettivo della vegetazione ha permesso di liberare l’alveo, che è stato anche risagomato e riprofilato. La difesa in pietrame in corrispondenza delle erosioni è stata rinverdita. Un analogo intervento si è realizzato nel rio Utanella, in località Mulino Quattromini.

Completate infine anche le opere di drenaggio in corrispondenza di un dissesto nei pressi dello Stirone Rivarolo, in località Pozzolo del comune di Bore.

Tutte le informazioni sui lavori in corso in Emilia-Romagna per la sicurezza del territorio sul sito: https://www.regione.emilia-romagna.it/territoriosicuro. 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI