×
×
☰ MENU

medesano

Cane tenuto in una gabbia strettissima, senz'acqua e tra gli escrementi: intervento in un appartamento

Sequestrato al padrone anche il gatto di casa

Cane tenuto in una gabbia strettissima, senz'acqua e tra gli escrementi: intervento in un appartamento

di Riccardo Zinelli

03 Agosto 2022,14:59

Quando sono entrati in quell’appartamento, in un condominio di Medesano, gli agenti della Polizia Locale Bassa Val Taro, i Vigili del Fuoco di Parma e il personale dell’Asl, si sono trovati davanti uno spettacolo davvero crudele: in quella casa c’era un cane di razza meticcia, un esemplare di quasi 70 chili, costretto a rimanere chiuso all'interno di una gabbia di dimensioni ridotte rispetto alla sua taglia, tanto che il povero animale non riusciva nemmeno a girarsi su se stesso.

Al momento dell’intervento, gli agenti  hanno visto che all'interno della gabbia non era presente nemmeno l'acqua. In compenso vi era un forte odore nauseabondo, dovuto alla presenza di escrementi ed urina dell'animale.

A quel punto, visto che il padrone non forniva la garanzia di adeguate cure e attenzioni, gli agenti hanno proceduto al sequestro amministrativo dell’animale; è stata inoltre contestata una sanzione amministrativa in violazione della legge regionale a tutela del benessere animale. All'interno dell'appartamento era presente anche un gatto di piccole dimensioni: anche lui è stato messo sequestrato al proprietario.

Sono in corso ulteriori accertamenti da parte della Polizia Locale.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI