×
×
☰ MENU

Eclissi di luna il 27? Sì, ma nel 2018

di Antonio Rinaldi

27 Luglio 2020,09:19

Ecco un chiaro esempio di come la che per certi aspetti è una garanzia e una risorsa, possa diventare una (ovviamente in seguito a errori e utilizzi superficiali e frettolosi delle informazioni reperibili). Ha girato parecchio nelle ultime settimane principalmente tramite condivisioni social, la notizia che stanotte, tra il 27 e il 28 luglio, vi sarà l'eclissi lunare più lunga della storia recente. Consultando però effemeridi e calendari astronomici non si trova riscontro di questo evento; in compenso viene alla memoria una grande eclissi realizzatasi un paio di estati fa in una notte di luglio. E allora leggendo per bene tutto l’articolo citato nei post che annunciano l’eclissi, fino all'ultima riga, finalmente si arriva alla conclusione, ovvero che l'eclissi di luna più lunga della storia recente si realizzò sì il 27 e 28 luglio, ma del 2018. Inizio della penombra alle 19,14, termine all’1,28, con la totalità che durò dalle 21,30 alle 22,22.

È probabile che molti la ricordino, fu effettivamente uno spettacolo, ben visibile da ogni parte d’Italia e della nostra provincia, complice la bella notte estiva in cui cadde. Ma quest’anno, di eclissi di Luna in Italia non ne sono più previste; ce ne sono state due di penombra, il 10 gennaio e il 5 giugno, tra l’altro non particolarmente spettacolari, e un’ultima è prevista il 30 novembre, ma non sarà visibile dall’Italia. Dunque che cosa c’è dietro questa che comunque è una fake news? non c’è probabilmente malafede, ma superficialità, fretta e scarso approfondimento della realtà; il che ha indotto l’iniziatore di queste catene a condividere una notizia che gli sembrava reale e degna di nota, di cui però non ha verificato con attenzione i termini. Un meccanismo che comunque deve far riflettere.

SEMAFORO ROSSO

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI