×
×
☰ MENU

governo

Dl "Aiuti-bis", via libera dal Cdm. Tutte le misure in pillole: dal taglio del cuneo all’aumento delle pensioni

Dl "Aiuti-bis", via libera dal Cdm. Tutte le misure in pillole: dal taglio del cuneo all’aumento delle pensioni

04 Agosto 2022,21:19

E’ stato approvato il decreto aiuti bis: il consiglio dei ministri, secondo quanto si apprende, ha dato il via libero al provvedimento con nuovi sostegni per famiglie e imprese.  Il decreto approvato oggi «è di proporzioni straordinarie». Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa che ha voluto spendere «una parola sul metodo: il provvedimento - ha detto - è stato condiviso con le parti sociali e i partiti della maggioranza e dell’opposizione. Ringrazio tutti quelli che hanno partecipato a questa condivisione e voglio in particolare ringraziare il ministro Franco - ha concluso - che quest’anno e l’anno scorso ha prodotto 3 finanziarie? Quattro finanziarie? Insomma ha prodotto assieme a tutta la struttura del ministero uno sforzo straordinario che non credo abbia precedenti». ueste misure si aggiungono a quelle già fatte nel corso dell’anno, 35 miliardi in quest’anno per mitigare gli effetti dei rincari. Il totale delle misure di oggi è di 15 miliardi più altri 2 miliardi di misure aggiuntive. Si tratta di 17 miliardi che si vanno ad aggiungere ai 35 già stanziati". Ha aggiunto.

Più fondi per calmierare le bollette, proroga di un mese dello sconto benzina, oltre al taglio del cuneo fiscale e all’anticipo della rivalutazione delle pensioni, risorse per la sanità. Ma le misure per lavoratori e pensionati deludono i sindacati.

Salgono a 25 milioni le risorse a disposizione per il bonus psicologo: secondo quanto si apprende, nel corso del Consiglio dei ministri che ha approvato il decreto aiuti, su proposta del ministro Roberto Speranza i fondi aggiuntivi sono saliti dai 5 milioni inizialmente previsti a 15 milioni, che si vanno a sommare ai 10 milioni stanziati quando è stata introdotta la misura.

Viene poi reintrodotta per il 2022 la norma chiesta da Italia viva che raddoppia a 516 euro la somma per il welfare contrattuale esentasse.

I contributi contro il caro-bollette entra fra i fringe benefit esclusi dal Fisco (la proposta è della ministra Elena Bonetti, sempre di Iv). 

Dai fondi per l’assegno unico sono stati risparmiati 630 milioni di euro non utilizzati» per le domande «inferiori alle stime «e per il fatto che il 20% delle famiglie non ha presentato l’Isee e ha quindi scelto di ricevere la cifra minima». Lo precisa il ministro per la Famiglia Elena Bonetti su Fb, aggiungendo che in Cdm «oggi ho chiesto che queste risorse venissero utilizzate per rafforzare l’assegno per le famiglie a reddito basso. La proposta non è stata sostenuta da nessuno dei partiti al tavolo - nè Pd nè Lega nè M5S - e il Dl Aiuti le alloca su altre azioni».

"Con un decreto ministeriale di 700 mln è prorogato al 20 settembre l’abbattimento di 25 centesimi delle accise su benzina e su gasolio". Lo ha detto il ministro dell’economia Daniele Franco in conferenza stampa dopo il cdm.

«Se andiamo a scomporre l’intervento operato» col decreto aiuti bis «per famiglie e imprese» sul fronte energetico, la stima è che la componente famiglie sia leggermente più ampia, con 5,8 mld, rispetto a quella delle imprese, 5,5 miliardi». Lo ha detto il ministro dell’economia Daniele Franco in conferenza stampa.

Il taglio del cuneo si amplia di un punto per la platea già coinvolta dalla decontribuzione di 0,8 punti prevista dalla legge di bilancio, ovvero per i redditi fino a 35.000 euro. La misura, retroattiva a partire da luglio, vale complessivamente 1,6 miliardi (come detto, 786 milioni nel 2022 e 831 milioni nel 2023). «Il taglio del cuneo comporta un onere netto per la finanza pubblica di 1,2 miliardi. Per i pensionati 1,4-1,5 miliardi». Lo ha detto il ministro dell’economia Daniele Franco in conferenza stampa sul dl aiuti bis.

Rivalutazione del 2% delle pensioni (con tetto): nell'’ultima bozza del decreto c'è la rivalutazione del 2% delle pensioni a partire dal 1° ottobre, tredicesima compresa, e l’anticipo del conguaglio. Rispetto alle versioni precedenti del testo, però, si restringe la platea dei beneficiari: l’incremento nei mesi ottobre, novembre e dicembre 2022 «è riconosciuto qualora il trattamento pensionistico mensile sia complessivamente pari o inferiore all'importo di 2.692 euro. Qualora il trattamento pensionistico complessivo sia superiore al predetto importo e inferiore a tale limite aumentato dell'incremento disciplinato dalla presente lettera l'incremento è comunque attribuito fino a concorrenza del predetto limite maggiorato», si legge nel testo. La misura vale ora 1,965 miliardi (di cui 518 milioni auto-coperti) contro i 2,381 miliardi che figuravano nella bozza circolata alla vigilia del Consiglio dei ministri.

Nasce la figura del “docente esperto” che guadagnerà 5.650 euro in più sotto forma «assegno annuale ad personam». I prof “esperti” non potranno essere più di 8mila (si parte dall’anno scolastico 2032-33) e saranno selezionati tra i docenti di ruolo che «abbiano conseguito una valutazione positiva nel superamento di tre percorsi formativi consecutivi e non sovrapponibili». Prevista una «una tantum» accessoria da stabilire con i contratti tra il «10 e il 20%» per chi completa un percorso triennale.

Gli 007 italiani potranno adottare «misure di intelligence di contrasto in ambito cibernetico» in caso «di crisi o di emergenza a fronte di minacce che coinvolgono aspetti di sicurezza nazionale e non siano fronteggiabili solo con azioni di resilienza».

Arrivano le aree di interesse strategico nazionale, con la possibilità di investimenti di non meno di 300 milioni.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI