×
×
☰ MENU

ROMPICAPO

Disabili, quando il segnale (o il posto) gioca a nascondino. «Rebus» in Pilotta e in via Padre Onorio - Foto

di David Vezzali

14 Agosto 2022,15:07

Segnale regolamentare, simbolo specifico in terra e righe gialle, possibilmente con lo spazio per facilitare la discesa dall’auto: dovrebbero essere così i posti auto in cui possono sostare i veicoli al servizio di una persona con disabilità.

 

Che dire, invece, di un segnale coperto da un altro segnale? Succede in Ghiaia, vicino al palazzo della Pilotta. Il segnale con il simbolo della carrozzina c’è ma è arduo capirne il significato perché è quasi completamente nascosto da un cartello di «fine area pedonale» (non più attuale da quando è stato chiuso il passaggio sotto la Pilotta). Per il «probabile» posto riservato non c’è alcuna segnaletica orizzontale. A fianco, invece, ci sono due posti riservati ai veicoli elettrici in ricarica e la segnaletica orizzontale gialla c’è.

 

Altro «rebus» in via Padre Onorio: sul lato destro andando verso viale Martiri della Libertà c’è un segnale che permette la sosta a un veicolo al servizio di persone con disabilità ma il posto non è tracciato. Visto che sul lato sinistro della strada è permessa la sosta, sulla destra però non c’è lo spazio sufficiente per realizzare il posto riservato «promesso» dal cartello. Per di più, subito dopo il segnale c’è un passo carrabile.

 

Due situazioni «rompicapo» da regolarizzare, visto che coinvolgono una categoria di persone che ha tutto il diritto di non farsi complicare ulteriormente la vita.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • wlfvale

    14 Agosto 2022 - 17:51

    Aiuto che rompicapo/rebus … quelli del cantiere della porta nuova hanno girato il cartello durante i lavori . Prima all’uscita vi era giustamente la fine area pedonale. Quanta noia a ferragosto

    Rispondi

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI