detenuti

Sappe: "Suicidio in carcere a Parma"

Il sindacato: "Occorre rivedere il sistema dell’ esecuzione penale il prima possibile"

Sappe: "Suicidio in carcere a Parma"
Ricevi gratis le news
4

 

Il suicidio di un detenuto a Parma (il terzo caso dall’inizio dell’anno), un’aggressione a tre poliziotti a Prato e la protesta di un altro detenuto ad Alessandria, salito per protesta sul tetto del carcere. Sono i tre "gravi eventi critici" avvenuti nell’arco di poche ore e segnalati da Donato Capece, leader del sindacato della polizia penitenziaria Sappe.

"La situazione resta allarmante nelle nostre carceri. Quello di oggi a Parma è il terzo suicidio di un detenuto in un carcere italiano. Segue quelli di Roma-Rebibbia e Ivrea. Alla luce degli accadimenti che stanno attraversando le dinamiche penitenziarie in questo ultimo periodo occorre rivedere il sistema dell’ esecuzione penale il prima possibile, altro che vigilanza dinamica nelle galere", commenta Capece. "Quella del suicidio è una notizia triste, che colpisce tutti noi che in carcere lavoriamo in prima linea, 24 ore al giorno. Ed è una sconfitta per lo Stato che a morire sia una persona in attesa di giudizio. Ma in poche ore abbiamo registrato una grave aggressione ai poliziotti della Penitenziaria a Prato, feriti da un extracomunitario che ha dato in escandescenza, e un altro detenuto straniero salito sul tetto del carcere di Alessandria per protesta, nonostante recentemente fossero stati spesi ben 16mila euro per una fantomatica 'messa in sicurezzà".

La situazione, sottolinea il Sappe, "resta grave: ma va detto che il Parlamento ignora colpevolmente il messaggio del Capo dello Stato dell’8 ottobre, che chiedeva alle Camera riforme strutturali per il sistema penitenziario a fronte dell’endemica emergenza che tra l’altro determina difficili, pericolose e stressanti condizioni di lavoro per gli Agenti di Polizia Penitenziari. Addirittura il Capo del Dap, Tamburino, che nostro malgrado è anche Capo della Polizia Penitenziaria, ha avuto l'ardire di sostenere che l’Italia non sarà in grado di adottare entro maggio 2014 quegli interventi chiesti dall’Unione Europea per rendere più umane le condizioni detentive in Italia".

Capece rileva le criticità delle carceri italiane: "Nei 206
penitenziari del Paese il sovraffollamento ha raggiunto livelli patologici, ma il Capo Dap Tamburino alza le mani di fronte alla sentenza Torreggiani. Il nostro organico è sotto di 7.000 unità. La spending review e la legge di Stabilità hanno cancellato le assunzioni, nonostante l’età media dei poliziotti si aggira sui 37 anni. Altissima, considerato il lavoro usurante che svolgiamo".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    14 Maggio @ 12.55

    macchè indulto!!!!! ma per favore!!!! che qui,la gente già fa quello che vuole,perchè tanto non succede nulla!! Ovvio che chi viene trovato con della cannabis,non dovrebbe nemmeno andare dentro....ma i vari riina,i vari Livraga....altro che....e presi a schiaffoni,anche!!!

    Rispondi

  • Massimiliano

    19 Gennaio @ 00.57

    AMNISTIA E INDULTO SUBITO, e depenalizzazione dei reati minori. Molto meglio le misure alternative e pene pecuniarie per i reati minori. Furtarelli e truffette andrebbero puniti con grosse pene pecuniarie. Flagranza di reato , niente processo, sanzione e basta. Meno ingorghi nei tribunali, meno detenuti a ingolfare le carceri e più denari nelle casse statali e se il reo non può pagare lavoro non retribuito nelle aziende statali. Quindi meno spese per carceri e vigilanza, meno spese per processi infiniti e più soldi da investire in sicurezza e ordine pubblico

    Rispondi

  • Vercingetorige

    17 Gennaio @ 20.36

    INSOMMA , LA POLIZIA PENITENZIARIA CHIEDE CHE I DELINQUENTI STIANO LASCIATI FUORI DAL CARCERE ! Quindi , l' extracomunitario che, a Prato , ha aggredito e ferito gli agenti , dovrebbe starsene libero in mezzo a noi , e dico "libero" perchè , se si deve sostituire un luogo di detenzione con un altro, il problema non si sposterebbe. Dalle cosiddette "comunità di recupero" , gestite da società e cooperative di civili , più o meno volontari , si entra e si esce come si vuole. Agli arresti domiciliari basta telefonare in Questura dicendo che si deve andare dal Medico per uscire ed andarsene dove si vuole. Per i tecnologici "braccialetti" si sono spesi milioni , ma ne sono in funzione due o tre. Del resto , a cosa serve sapere che io sono in via Mazzini, se non si sa cosa ci sto a fare ? Con la libertà vigilata basta trovare dieci minuti per passare in caserma a firmare il registro delle presenze . Le cronache sono piene delle notizie di delitti compiuti da criminali in libertà per "buona condotta" o per "licenza premio". Ma vogliamo lasciali fuori . E va bene ! Andando di questo passo si rischia che ogni cittadino debba organizzarsi per provvedere da solo alla propria sicurezza. Il Far West ! Certo , non è giusto che ci siano sei detenuti in celle da due , per cui i reclusi devono stare sempre coricati in branda , perchè non c' è il posto per stare in piedi . Non è giusto che si suicidi in carcere una persona che non ha ancora ricevuto nessuna condanna , è in attesa di giudizio, quindi , fino a prova contraria , è ancora innocente. Non è giusto che la Polizia Penitenziaria sia sotto organico , ma tutta la Pubblica Amministrazione lo è . Sono sotto organico gli Ospedali, sono sotto Organico la Polizia e i Carabinieri , sono sotto organico i ferrovieri.................

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Colin Firth e Woody Allen

Colin Firth e Woody Allen

NEW YORK

Molestie: Woody Allen, anche Colin Firth si sfila. Carriera finita?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Episodio di omo-transfobia in via Cavour, 37enne insultato

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

sabato

Cremona, quasi 2.000 tifosi crociati per una trasferta (e rivalità) d'altri tempi

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

IL FATTO DEL GIORNO

Lupi e polemiche: dite la vostra, ma con garbo e correttezza Video

3commenti

polizia locale

Unione Pedemontana, camionisti sempre più indisciplinati: 213 sanzioni su 263 mezzi controllati I dati

23 gennaio

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: affittato il Palacassa Tutte le info

Comitato di vigilanza con 160 operatori aziendali, bus navetta dalla stazione ferroviaria

3commenti

p.le della pace

La città che cambia: ecco la (ex) sede della Provincia vuota Video

PARMA CALCIO

I nuovi numeri di maglia. I convocati per Cremona (ci sono Calaiò e Ceravolo)

Cremonese-Parma

D'Aversa: "Ceravolo e Calaiò in recupero. Ma non sono al 100%" Video

POLIZIA

Parma, mancano agenti: Pizzarotti chiede un incontro al ministro dell'Interno

Nella lettera, il sindaco sottolinea che Parma è penalizzata rispetto ad altre città dell'Emilia-Romagna

9commenti

elezioni

Da "Mamme del mondo" a "W la fisica" (oltre a Lega e M5S), ecco i primi simboli presentati Foto

FURTO

Collecchio, va a fare la spesa e le svaligiano la villa

Casa a soqquadro. La proprietaria: «Conoscevano le nostre abitudini»

1commento

Traversetolo

In fiamme autocarro che trasportava fieno a Vignale Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

1commento

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

1commento

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

Mistero

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

Tar di Bologna

Velo in tribunale: il giudice è un parmigiano

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Francia

La Vedova nera delle Costa azzurra condannata a 22 anni

AUTO

Da febbraio notifica delle multe con la mail certificata

1commento

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

televisione

Armando Gandolfi (e il pomodoro) protagonisti sabato su Rai1 Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"