15°

detenuti

Sappe: "Suicidio in carcere a Parma"

Il sindacato: "Occorre rivedere il sistema dell’ esecuzione penale il prima possibile"

Sappe: "Suicidio in carcere a Parma"
4

 

Il suicidio di un detenuto a Parma (il terzo caso dall’inizio dell’anno), un’aggressione a tre poliziotti a Prato e la protesta di un altro detenuto ad Alessandria, salito per protesta sul tetto del carcere. Sono i tre "gravi eventi critici" avvenuti nell’arco di poche ore e segnalati da Donato Capece, leader del sindacato della polizia penitenziaria Sappe.

"La situazione resta allarmante nelle nostre carceri. Quello di oggi a Parma è il terzo suicidio di un detenuto in un carcere italiano. Segue quelli di Roma-Rebibbia e Ivrea. Alla luce degli accadimenti che stanno attraversando le dinamiche penitenziarie in questo ultimo periodo occorre rivedere il sistema dell’ esecuzione penale il prima possibile, altro che vigilanza dinamica nelle galere", commenta Capece. "Quella del suicidio è una notizia triste, che colpisce tutti noi che in carcere lavoriamo in prima linea, 24 ore al giorno. Ed è una sconfitta per lo Stato che a morire sia una persona in attesa di giudizio. Ma in poche ore abbiamo registrato una grave aggressione ai poliziotti della Penitenziaria a Prato, feriti da un extracomunitario che ha dato in escandescenza, e un altro detenuto straniero salito sul tetto del carcere di Alessandria per protesta, nonostante recentemente fossero stati spesi ben 16mila euro per una fantomatica 'messa in sicurezzà".

La situazione, sottolinea il Sappe, "resta grave: ma va detto che il Parlamento ignora colpevolmente il messaggio del Capo dello Stato dell’8 ottobre, che chiedeva alle Camera riforme strutturali per il sistema penitenziario a fronte dell’endemica emergenza che tra l’altro determina difficili, pericolose e stressanti condizioni di lavoro per gli Agenti di Polizia Penitenziari. Addirittura il Capo del Dap, Tamburino, che nostro malgrado è anche Capo della Polizia Penitenziaria, ha avuto l'ardire di sostenere che l’Italia non sarà in grado di adottare entro maggio 2014 quegli interventi chiesti dall’Unione Europea per rendere più umane le condizioni detentive in Italia".

Capece rileva le criticità delle carceri italiane: "Nei 206
penitenziari del Paese il sovraffollamento ha raggiunto livelli patologici, ma il Capo Dap Tamburino alza le mani di fronte alla sentenza Torreggiani. Il nostro organico è sotto di 7.000 unità. La spending review e la legge di Stabilità hanno cancellato le assunzioni, nonostante l’età media dei poliziotti si aggira sui 37 anni. Altissima, considerato il lavoro usurante che svolgiamo".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    14 Maggio @ 12.55

    macchè indulto!!!!! ma per favore!!!! che qui,la gente già fa quello che vuole,perchè tanto non succede nulla!! Ovvio che chi viene trovato con della cannabis,non dovrebbe nemmeno andare dentro....ma i vari riina,i vari Livraga....altro che....e presi a schiaffoni,anche!!!

    Rispondi

  • Maurizio

    19 Gennaio @ 13.40

    Veramente nella pubblica amminitrazione sotto organico ci sono solo gli enti o i corpi fondamentali, i vari uffici sono sovraorganico, gente che fa poco o nulla non perchè non vuole fare nulla ma perchè non c'è nulla da fare

    Rispondi

  • Massimiliano

    19 Gennaio @ 00.57

    AMNISTIA E INDULTO SUBITO, e depenalizzazione dei reati minori. Molto meglio le misure alternative e pene pecuniarie per i reati minori. Furtarelli e truffette andrebbero puniti con grosse pene pecuniarie. Flagranza di reato , niente processo, sanzione e basta. Meno ingorghi nei tribunali, meno detenuti a ingolfare le carceri e più denari nelle casse statali e se il reo non può pagare lavoro non retribuito nelle aziende statali. Quindi meno spese per carceri e vigilanza, meno spese per processi infiniti e più soldi da investire in sicurezza e ordine pubblico

    Rispondi

  • Vercingetorige

    17 Gennaio @ 20.36

    INSOMMA , LA POLIZIA PENITENZIARIA CHIEDE CHE I DELINQUENTI STIANO LASCIATI FUORI DAL CARCERE ! Quindi , l' extracomunitario che, a Prato , ha aggredito e ferito gli agenti , dovrebbe starsene libero in mezzo a noi , e dico "libero" perchè , se si deve sostituire un luogo di detenzione con un altro, il problema non si sposterebbe. Dalle cosiddette "comunità di recupero" , gestite da società e cooperative di civili , più o meno volontari , si entra e si esce come si vuole. Agli arresti domiciliari basta telefonare in Questura dicendo che si deve andare dal Medico per uscire ed andarsene dove si vuole. Per i tecnologici "braccialetti" si sono spesi milioni , ma ne sono in funzione due o tre. Del resto , a cosa serve sapere che io sono in via Mazzini, se non si sa cosa ci sto a fare ? Con la libertà vigilata basta trovare dieci minuti per passare in caserma a firmare il registro delle presenze . Le cronache sono piene delle notizie di delitti compiuti da criminali in libertà per "buona condotta" o per "licenza premio". Ma vogliamo lasciali fuori . E va bene ! Andando di questo passo si rischia che ogni cittadino debba organizzarsi per provvedere da solo alla propria sicurezza. Il Far West ! Certo , non è giusto che ci siano sei detenuti in celle da due , per cui i reclusi devono stare sempre coricati in branda , perchè non c' è il posto per stare in piedi . Non è giusto che si suicidi in carcere una persona che non ha ancora ricevuto nessuna condanna , è in attesa di giudizio, quindi , fino a prova contraria , è ancora innocente. Non è giusto che la Polizia Penitenziaria sia sotto organico , ma tutta la Pubblica Amministrazione lo è . Sono sotto organico gli Ospedali, sono sotto Organico la Polizia e i Carabinieri , sono sotto organico i ferrovieri.................

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Carnevale della Pappa

LA PEPPA

Ricette in video: Nodini dell'amore per carnevale Video

di Paola Guatelli

Lealtrenotizie

Chiede i soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

2commenti

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

2commenti

PARMA

Si fa prestare lo scooter e scippa tre anziane: arrestato giovane indiano

Una delle vittime, cadendo, è finita al Maggiore con il bacino fratturato e oltre un mese di prognosi

5commenti

Bassa

Furti a Mezzano Superiore: nel mirino anche l'asilo e il circolo Anspi Video

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

il caso

Legionella, nuovo incontro pubblico alla Don Milani

La trasmissione di TvParma "Lettere al direttore" seguirà l'evento

1commento

parma calcio

Parma, lotta di nervi col Venezia. Lucarelli: "Attenzione alla Feralpi" Video

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

14commenti

tg parma

Pesticidi nel Po: dati preoccupanti, trovate anche sostanze proibite

Pubblicato un dossier Ispra

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

10commenti

Sindacato

Cgil Parma, gli iscritti superano quota 76.000

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

TARANTO

Assolto dall'accusa di omicidio: scarcerato dopo 20 anni

METEO

In arrivo pioggia e temporali nel fine settimana

SOCIETA'

ALIMENTAZIONE

Frutta e verdura: 10 porzioni al giorno per salvare 7,8 mln di vite l'anno

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

Mondiali

Sci nordico: Pellegrino vince l'oro

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

motori

Ecco Stelvio, il primo suv Alfa Romeo Video