12°

22°

berceto

Lucchi scrive a Napolitano: "E' giusto che i cittadini paghino altri 769 euro all'anno?"

Il sindaco chiede un colloquio al Presidente della Repubblica: "Così siamo solo gabellieri"

luigi lucchi

Luigi Lucchi, sindaco di Berceto

Ricevi gratis le news
3

 

"La realtà del mio Comune è che pur avendo bisogno di tutto per rispondere alle esigenze dei propri cittadini, questi si fanno carico, con tasse e imposte comunali, di foraggiare lo Stato. Attraverso tasse e imposte comunali, infatti, i miei 2.200 concittadini sono obbligati a pagare allo Stato 769 euro ogni anno, oltre alle tasse ed accise che il cittadino versa direttamente per le tasse e imposte statali. Quanti articoli della Costituzione si contravvengono per raggiungere questo risultato?". Lo scrive al presidente Giorgio Napolitano Luigi Lucchi, sindaco di Berceto, piccolo paese dell’Appennino parmense.
Lucchi è stato più volte protagonista di iniziative curiose, come quando annunciò che sarebbe andato in mutande davanti al Quirinale per protestare contro la Tares. A marzo però la protesta sfumò perchè le forze dell’ordine gli chiesero di spostarsi all’altezza di vicolo Mazzarino, pochi metri dal Quirinale, e senza spogliarsi.
Oggi la lettera, dove Lucchi se la prende con una politica a suo dire capace solo di tagli. "Mi chiamo Nessuno perchè come Sindaco, ogni giorno, dalle Istituzioni del mio Paese (Governo e Parlamento), vengo indebolito nel mio incarico, reso sempre più inoffensivo nella difesa dei diritti dei miei concittadini come la nostra Costituzione mi incaricherebbe di fare – spiega – Mi chiamo Nessuno perchè come Sindaco mi viene tolta la dignità dell’Amministratore pubblico e sono trasformato, contro il mio volere, in gabelliere, aguzzino, dello Stato, verso i miei 'poverì concittadini". "Mi chiamo Nessuno – conclude – perchè nulla ho potuto fare per rendere questo mio Comune migliore ed essendo, rigorosamente, antiviolento, non credo di poter fare meglio in futuro. Ho bisogno di una Sua parola, di un Suo incoraggiamento, del Suo aiuto. Mi conceda un breve colloquio". 
"La realtà del mio Comune è che pur avendo bisogno di tutto per rispondere alle esigenze dei propri cittadini, questi si fanno carico, con tasse e imposte comunali, di foraggiare lo Stato. Attraverso tasse e imposte comunali, infatti, i miei 2.200 concittadini sono obbligati a pagare allo Stato 769 euro ogni anno, oltre alle tasse ed accise che il cittadino versa direttamente per le tasse e imposte statali. Quanti articoli della Costituzione si contravvengono per raggiungere questo risultato?". Lo scrive al presidente Giorgio Napolitano Luigi Lucchi, sindaco di Berceto, piccolo paese dell’Appennino parmense.
Lucchi è stato più volte protagonista di iniziative curiose, come quando annunciò che sarebbe andato in mutande davanti al Quirinale per protestare contro la Tares. A marzo però la protesta sfumò perchè le forze dell’ordine gli chiesero di spostarsi all’altezza di vicolo Mazzarino, pochi metri dal Quirinale, e senza spogliarsi.
Oggi la lettera, dove Lucchi se la prende con una politica a suo dire capace solo di tagli. "Mi chiamo Nessuno perchè come Sindaco, ogni giorno, dalle Istituzioni del mio Paese (Governo e Parlamento), vengo indebolito nel mio incarico, reso sempre più inoffensivo nella difesa dei diritti dei miei concittadini come la nostra Costituzione mi incaricherebbe di fare – spiega – Mi chiamo Nessuno perchè come Sindaco mi viene tolta la dignità dell’Amministratore pubblico e sono trasformato, contro il mio volere, in gabelliere, aguzzino, dello Stato, verso i miei 'poverì concittadini". "Mi chiamo Nessuno – conclude – perchè nulla ho potuto fare per rendere questo mio Comune migliore ed essendo, rigorosamente, antiviolento, non credo di poter fare meglio in futuro. Ho bisogno di una Sua parola, di un Suo incoraggiamento, del Suo aiuto. Mi conceda un breve colloquio". 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Paul

    20 Novembre @ 21.43

    dovrebbe rivolgersi al Suo "padrone".........l'uomo o il soggetto che per salvare i soliti ricchi ha messo in ginocchio l'Italia. Perché non protesta contro chi ha governato per 20 anni l'Italia? Perché non ha protestato contro le spese fatte per interessi privati? (attricette ecc) Perché non ha protestato quando abbiamo buttato via molti danari per il G8 in Sardegna? Caro Sindaco, coerenza...coerenza , poi avrà anche ragione!!!

    Rispondi

  • giannib

    20 Novembre @ 16.37

    E' come chiedere alla zecca perchè vuole sangue dal cane

    Rispondi

  • 20 Novembre @ 16.14

    Pieno appoggio a Lucchi che porta avanti battaglie giuste anche se qualche volta in modo folkloristico. Ma non guasta! Di fronte ad un "socio" (il Governo) che come un parassita toglie ogni guadagno al cittadino per alimentare la propria burocrazia ed inettitudine, ben vengano Sindaci come Lucchi che hanno il coraggio di esporsi!

    Rispondi

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro  Foto

MODA

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro Foto

Federica Pellegrini sfila in "paint-kini" a Milano

MODA

Federica Pellegrini sfila in "paint-kini" a Milano

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

Stranieri

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

16commenti

Attacco dell'opposizione

«La sindaca di Felino si dimetta»

1commento

l'agenda

Funghi e non solo: una domenica di sagre e tesori segreti da scoprire

Laguna gialloblù

L'«Imperatore» di Venezia

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

CONCERTO

Nada incanta al Colombofili

NEVIANO

Palestra rinnovata, scolari in festa

PARCO DUCALE

Nella serra piccola del Giardino il «posto delle viole»

calcio

Tommaso Ghirardi torna allo stadio: segue il Brescia con Cellino

L'ex presidente del Parma è tornato al Rigamonti per la prima volta dopo il crac

3commenti

serie B

Riscatto in trasferta per il Parma: Di Cesare firma la vittoria per 1-0 sul Venezia Foto Video

Vittoria preziosa per i crociati, che salgono a 9 punti. Lucarelli fra i migliori in campo. Per i padroni di casa è la prima sconfitta

8commenti

CALCIO

D'Aversa: "Un risultato importante. Abbiamo preso fiducia nel secondo tempo" Video

L'allenatore commenta la vittoria del Parma sul Venezia

1commento

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

carabinieri

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

MONTAGNA

E' stato trovato il fungaiolo disperso nel Bardigiano

Il 72enne è stanco ma in buone condizioni di salute

bambini

Giocampus Day: è qui la festa (con Paltrinieri) Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

1commento

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

AEREI

Ryanair, video dell'amministratore ai dipendenti: "Scusate, ho fatto un pasticcio"

APPENNINO REGGIANO

Scalatore precipita dalla Pietra di Bismantova: 24enne a Parma in gravi condizioni

SPORT

VENEZIA-PARMA

"Una vittoria meritata sul piano del carattere": il video-commento di Grossi

3commenti

VENEZIA-PARMA

Di Cesare, l'uomo-gol: "Il Venezia, squadra ostica. Abbiamo sfruttato l'occasione" Video

1commento

SOCIETA'

IL DISCO

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

PARMA

"Musica nera" degli States e lirica: una serata con Brunetto e i fratelli Campanini Video

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery