×
×
☰ MENU

CORONAVIRUS

Rt sopra la soglia epidemica, i medici: "Si a mascherine e isolamento". Sale la prevalenza della sottovariante Omicron BA.5

29enne nin vaccinata muore di Covid dopo il parto

24 Giugno 2022,13:36

 Dopo due mesi e mezzo il valore dell’indice di trasmissibilità Rt risale sopra la soglia epidemica dell’unità, che indica una maggiore diffusione dell’epidemia. Il valore di Rt, pari questa settimana a 1,07 secondo il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute, è stato infatti pari a 1,15 lo scorso 8 aprile. Da quella data in poi è stato sempre pari o inferiore all’unità.

Continuano ad aumentare i casi di Covid in Italia. Negli ultimi 30 giorni sono 15.971 i positivi registrati dall’Iss, a fronte dei 4.684 di sei mesi fa. Il presidente del sindacato dei medici Federazione Cimo-Fesmed, Guido Quici, invita i cittadini a continuare a rispettare le misure di prevenzione: mascherine al chiuso, distanziamento e igiene delle mani. «Comprendiamo la stanchezza dei cittadini - dichiara - e il loro desiderio di mettersi alle spalle l'emergenza, ma il virus non è sparito». «Se i ricoveri continuano a crescere con questo tasso - aggiunge - rischiamo di ritrovarci nuovamente con ospedali pieni di pazienti Covid, e non possiamo permettercelo. Le strutture sono già a rischio collasso, i Pronto soccorso sono intasati, abbiamo milioni di prestazioni da recuperare e le liste d’attesa sono interminabili. Il personale sanitario è stremato e insufficie nte, ulteriormente ridotto dalle più che meritate ferie e dai contagi che tra gli operatori sanitari galoppano». E sul nuovo report settimanale dell’Iss che monitora l'incidenza dei contagi su reparti e terapie intensive, Quici afferma che «i contatti dei positivi devono continuare a sottoporsi al tampone e rispettare l’isolamento in caso di positività, anche se asintomatici. Viviamo l’estate in sicurezza e senza egoismi: ci sono milioni di malati che in questi anni sono stati abbandonati e che adesso hann o il diritto di essere seguiti dai medici. Ricominciamo a pensare anche a loro».

Continua a crescere la prevalenza della sottovariante Omicron BA.5 in Italia: secondo gli ultimi dati dell’Istituto superiore di sanità (Iss), è infatti passata dal 23,1% della scorsa settimana al 34,4% secondo il dato aggiornato al 23 giugno.
Considerando la totalità dei sequenziamenti genomici di buona qualità depositati nella piattaforma Icogen, nelle ultime tre settimane la proporzione della sottovariante Omicron BA.4 è risultata pari a 8,9%, 11,4% e 18,2%, rispettivamente. La proporzione di Omicron BA.5, sempre nelle ultime tre settimane, è invece risultata pari a 16,2% , 23,1% e 34,4%.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI