12°

21°

MUSICA

Albertino lascia Radio Deejay: annuncio e tanti messaggi sui social network

Albertino sarà direttore di m2o

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Non solo "Soldi": Mahmood scalda piazza Garibaldi Foto

concerto

Non solo "Soldi": Mahmood scalda piazza Garibaldi Foto

E' morto Ken Kercheval: Cliff Barnes, il rivale di JR in Dallas

Lutto

E' morto Ken Kercheval: Cliff Barnes, il rivale di JR in Dallas

Torna Springsteen... in stile Burt Bacharach: Western Stars esce il 14 giugno

nuovo album

Torna Springsteen... in stile Burt Bacharach: Western Stars esce il 14 giugno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Redditi all'estero, chi risiede in Italia deve dichiararli

L'ESPERTO

Redditi all'estero, chi risiede in Italia deve dichiararli

di Daniele Rubini e Francesca Brizzolara

Ricevi gratis le news
0

"Lasciare Radio Deejay dopo 35 anni non sarà per niente facile. Via Massena è il posto dove sono cresciuto e dove ho realizzato i miei sogni. Che non sono finiti". Inizia così il post su Instagram pubblicato da Albertino, che ha annunciato il suo addio a Radio Deejay per approdare a m2o come direttore. Nelle ore successive è comparso un secondo post di ringraziamento. Tanti i commenti del pubblico, fra chi è dispiaciuto per questo addio e i messaggi di incoraggiamento per i nuovi impegni professionali. 

"Buona fortuna Alba. Bella lì": il saluto di Linus su Instagram

Scrive Albertino sul post, che comprende anche dei video della sua storia nella famosa radio: 

"Lasciare Radio Deejay dopo 35 anni non sarà per niente facile. Via Massena è il posto dove sono cresciuto e dove ho realizzato i miei sogni. Che non sono finiti. Qui mi sono sentito un campione.
Insieme a mio fratello e miei amici abbiamo raggiunto risultati impensabili, portando la radio su un altro livello.
Ho avuto la fortuna di poter lavorare con dei talenti straordinari che ancora oggi rappresentano il top dello spettacolo italiano.
Da Fiorello a Jovanotti, fino a Gerry Scotti, il primo a introdurmi ai microfoni di Radio Deejay un pomeriggio di 35 anni fa.
Erano le due. “Ciao sono Albertino”. Lo ripeterò centinaia migliaia di volte.
Sono consapevole di essere stato la colonna sonora della vita di molte persone. Ne ho avuto l’ennesima, inaspettata, riprova durante il tour del Deejay Time. L’affetto della gente è stato al di sopra di ogni aspettativa. E continua ad esserlo. Vedere quei ragazzi che affollavano Via Massena o l’Aquafan di Riccione diventare genitori e accompagnare i loro figli alle nostre serate mi riempie di gioia e di orgoglio. Ma non è fantastico tutto ciò?
Da grande volevo fare la radio.
Non avrei potuto fare altro. Non sono bello, non solo alto, non so giocare a calcio, non so cantare o ballare.
Per farmi ascoltare, avrei soltanto potuto usare un megafono. Così è stato, con quello che anch’io ho contribuito a far diventare il più forte di tutti: quello di Radio Deejay.
Adesso che sono grande - nonostante il nome – mi è stata data una nuova opportunità, una sfida che dal primo di aprile affronterò con il mio gruppo di lavoro, con lo stesso entusiasmo di 35 anni fa.
Radio Deejay non si libererà tanto facilmente di me. Ogni sabato pomeriggio con Fargetta, Molella e Prezioso faremo tutti insieme ancora un po' di Deejay Time (in contemporanea anche su m2o). Tutti i giorni mi troverete invece sulla nuova m2o, con tutto il cast dello staff del team della gang. Ma alle 17.
Così prima “si va a mangiare”... con calma.
Volevo salutare tutti gli ascoltatori di Radio Deejay, ma anche tutti quelli delle altre radio che in questi anni mi hanno ascoltato di nascosto, i vecchi, i nuovi e soprattutto chi mi seguirà su m2o.
Questo non è un addio". 

Visualizza questo post su Instagram

Lasciare Radio Deejay dopo 35 anni non sarà per niente facile. Via Massena è il posto dove sono cresciuto e dove ho realizzato i miei sogni. Che non sono finiti. Qui mi sono sentito un campione. Insieme a mio fratello e miei amici abbiamo raggiunto risultati impensabili, portando la radio su un altro livello. Ho avuto la fortuna di poter lavorare con dei talenti straordinari che ancora oggi rappresentano il top dello spettacolo italiano. Da Fiorello a Jovanotti, fino a Gerry Scotti, il primo a introdurmi ai microfoni di Radio Deejay un pomeriggio di 35 anni fa. Erano le due. “Ciao sono Albertino”. Lo ripeterò centinaia migliaia di volte. Sono consapevole di essere stato la colonna sonora della vita di molte persone. Ne ho avuto l’ennesima, inaspettata, riprova durante il tour del Deejay Time. L’affetto della gente è stato al di sopra di ogni aspettativa. E continua ad esserlo. Vedere quei ragazzi che affollavano Via Massena o l’Aquafan di Riccione diventare genitori e accompagnare i loro figli alle nostre serate mi riempie di gioia e di orgoglio. Ma non è fantastico tutto ciò? Da grande volevo fare la radio. Non avrei potuto fare altro. Non sono bello, non solo alto, non so giocare a calcio, non so cantare o ballare. Per farmi ascoltare, avrei soltanto potuto usare un megafono. Così è stato, con quello che anch’io ho contribuito a far diventare il più forte di tutti: quello di Radio Deejay. Adesso che sono grande - nonostante il nome – mi è stata data una nuova opportunità, una sfida che dal primo di aprile affronterò con il mio gruppo di lavoro, con lo stesso entusiasmo di 35 anni fa. Radio Deejay non si libererà tanto facilmente di me. Ogni sabato pomeriggio con Fargetta, Molella e Prezioso faremo tutti insieme ancora un po' di Deejay Time (in contemporanea anche su m2o). Tutti i giorni mi troverete invece sulla nuova m2o, con tutto il cast dello staff del team della gang. Ma alle 17. Così prima “si va a mangiare”... con calma. Volevo salutare tutti gli ascoltatori di Radio Deejay, ma anche tutti quelli delle altre radio che in questi anni mi hanno ascoltato di nascosto, i vecchi, i nuovi e soprattutto chi mi seguirà su m2o. Questo non è un addio

Un post condiviso da ALBERTINO (@albertinodj) in data:

Visualizza questo post su Instagram

GRAZIE A TUTTI! GIORNATA INDIMENTICABILE! Ci risentiamo l’1 Aprile 2019 su @m2oradio

Un post condiviso da ALBERTINO (@albertinodj) in data:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Due alberi caduti in viale San Michele e via Casa Bianca: tragedia sfiorata - Le foto

nel pomeriggio

Due alberi caduti in viale San Michele e via Casa Bianca: tragedia sfiorata - Le foto

molestie

Stalker torna subito libero e si ripiazza sotto casa dell'ex compagna

Aveva il divieto di avvicinamento

6commenti

carabinieri

Spaccio di droghe nei pressi del Regio: in manette pusher 21enne

canale 5

Quattro allievi del "Boito" selezionati per la band di Amici

12 tg parma

Meteo, tempo incerto almeno fino a metà della prossima settimana Video

SAN LEONARDO

Sassaiola contro auto e garage in via Ilaria Alpi

1commento

vetri rotti

Treni Fidenza – Salso e Fidenza – Cremona, una lunga sequenza di vandalismi. L'ultimo ieri Foto

Polesine Zibello

Per la poltrona di sindaco sarà sfida tra Spigaroli e Galli

moto

Harley Davidson: torna (sabato) la "ITALY 500 MILES"

Il concerto

La notte parmigiana di Mahmood Video Foto 

1commento

CAMPUS

Si accende una sigaretta (elettronica?): allarme, evacuato il "Cinema Space". Centinaia in strada - Video

7commenti

Fidenza

Il quartiere Luce? Troppo spento: «Vogliamo più feste»

Salsomaggiore

«Ma quella fontana non costa un po' troppo?»

DECRETO CRESCITA

Confedilizia Parma: «Sugli immobili continua l'accanimento»

STORIA

«Resistenti» premiati nel nome di Giacomo Ferrari, il comandante Arta

12Tg Parma

Raid notturno nella zona di via Langhirano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

Il CINEFILO

La battaglia finale degli Avengers "mantiene le attese"

EDITORIALE

Crepi la Nazione, vinca la fazione

di Domenico Cacopardo

ITALIA/MONDO

frosinone

Il piccolo Gabriel strangolato perchè piangeva mentre i genitori erano appartati in auto

Matera

Da oggi è vietato lanciare coriandoli agli sposi: "Deturpano"

SPORT

Argentina

Tragedia del dolore: morto per infarto Horacio Sala, il padre di Emiliano

Serie A

Il «vecchio» e il bambino: faccia a faccia Bruno Alves -Vignato

SOCIETA'

CHICHIBIO

Trattoria "Lo scoiattolo" - Il territorio vince in cucina e nei prodotti

ambiente

Spiagge sarde nuovamente "violate" dai turisti: recuperati chili di sassi e sabbia tra porti e aeroporti

MOTORI

motori

Esaurita sul web in poche ore l'Aprilia RSV4 X

MOTORI

Alla scoperta di FCA... dietro le quinte