×
×
☰ MENU

ELEZIONI

Camera, Cavandoli candidata del centrodestra nell'uninominale

Camera, Cavandoli candidata del centrodestra nell'uninominale

di Gian Luca Zurlini

20 Agosto 2022,03:01

Sarà Laura Cavandoli la candidata del centrodestra che sfidera Michele Vanolli nel collegio della Camera che comprende quasi tutta la nostra provincia. L'ufficializzazione della sua candidatura è stata data dalla Lega ieri sera poco prima delle 21. «Sono contenta di questa scelta e pronta a iniziare la campagna elettorale», ha detto la Cavandoli, dopo aver sottoscritto l'accettazione. Niente candidatura parmigiana invece all'uninominale del Senato: per quello la Lega ha scelto la piacentina Elena Murelli.

Ancora da definire fino a ieri sera erano invece le candidature nelle liste per il proporzionale dei vari partiti del centrodestra, e quelle del «terzo polo» dell'alleanza fra Calenda e Renzi, nel quale dovrebbe essere inserito anche il nome di Federico Pizzarotti, sul quale però l'unica certezza sembra essere quella di un non inserimento dell'ex sindaco nei collegi che fanno riferimento a Parma per motivi di “opportunità politica”.

Centrodestra, oggi i nomi
Dopo quello della Cavandolo oggi dovrebbe essere il giorno dell'ufficializzazione anche dei candidati dei partiti della coalizione di centrodestra. Fra i parlamentari uscenti Maria Gabriella Saponara si è «chiamata fuori» dalla ricandidatura per motivi personali, mentre Maurizio Campari per il Senato e Giambattista Tombolato per la Camera hanno dato la propria disponibilità e oggi si saprà se e in quale posizione saranno inseriti al proporzionale. Ancora in ballottaggio anche il sindaco di Fontevivo Tommaso Fiazza e la referente provinciale e sindaco di Lesignano Bagni Sabrina Alberini. Decisiva per l'eventuale possibilità di elezione sarà comunque la posizione in lista. Nessuna novità per Fratelli d'Italia, che comunque difficilmente avrà candidati parmigiani in posizione eleggibile nelle liste per il proporzionale. Nella migliore delle ipotesi, comunque, la rappresentanza locale scenderebbe da 4 a 2 parlamentari.

Le «scelte» del Terzo polo
Per quanto riguarda il «Terzo polo», in Emilia-Romagna, in base agli accordi siglati tra Carlo Calenda e Matteo Renzi, sarà Azione ad avere la prevalenza nelle candidature. E per quanto riguarda Parma, tre sono i nomi che hanno sottoscritto l'accettazione: Massimo Pinardi, Serena Brandini e Matteo Ferroni.

Tutti e tre dovrebbero essere in lizza, ma le eventuali possibilità di elezione sono legate al loro posizionamento. Come detto, invece, l'ex sindaco Federico Pizzarotti dovrebbe essere candidato nel proporzionale in un collegio che non comprende il territorio di Parma in una posizione tale da potersi giocare un'eventuale elezione.

Fornasari per i Verdi
Per quanto riguarda le altre liste, ufficiali da tempo le candidature (con scarsissime possibilità di elezione) di Barbara Lori nel proporzionale al Senato e di Michele Vanolli nell'uninominale alla Camera per il Pd, è stata ufficializzata la candidatura al secondo posto nel proporzionale alla Camera per i Verdi di Luca Fornasari, insegnante del Bocchialini, già candidato alle comunali. Capolista sarà la reggiana Carlotta Bonvicini, assessore a Reggio Emilia. C'è invece un piccolo «giallo» per il Movimento 5 Stelle, dove risulta candidato al Senato il parmigiano Giorgio Gatti che però, avendo 29 anni, non risulterebbe eleggibile per Palazzo Madama, in quanto per i senatori è prevista un'età minima di 40. Anche qui il dubbio sarà sciolto nelle prossime ore.

Gian Luca Zurlini

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI