×
×
☰ MENU

Se la tavola regala un sorriso Il segreto? Variare il menu e scegliere bene

Se la tavola regala un sorriso Il segreto? Variare il menu e scegliere bene

19 Marzo 2020,13:58

Le piccole gioie della tavola possono dare  un aiuto in questo difficile periodo di quarantena

Il risultato di specifiche reazioni chimiche innescate dal cibo del sorriso può influenzare la nostra mente e il nostro animo, scacciando stress e tristezza. La dieta del buonumore, oltre al perfetto binomio fra piacere e salute, contiene alimenti ricchi di sostanze capaci di agire sui neurotrasmettitori. Tra questi ultimi c’è la serotonina, conosciuta come che gioca un ruolo essenziale nell’influenzare lo stato d’animo stimolando la creazione di emozioni positive e favorendo il benessere mentale. È ormai assodato che la serotonina produca buon umore, tranquillità e diminuisca la voglia di assumere cibo, determinando così un precoce segnale di sazietà. Inoltre, induce a cercare meno i carboidrati e più le proteine. 
Il cibo che suscita buonumore deve essere ben bilanciato e bello, a base di ingredienti facili da reperire e ricette semplici che ci mettono voglia di cucinare: bontà fa rima infatti con gustosità. Sembra la cosa più normale del mondo, ma è una caratteristica non facile da ottenere, tanto è vero che spesso, per rendere più i cibi, si aggiunge il sale. 
la giusta ricetta 
Quando una ricetta è buona? Quando piace, quando non appesantisce dopo l’assaggio, quando gli ingredienti sono riconoscibili e ben equilibrati. Infine varie consistenze, vari sapori e un piatto un po’ originale già mettono di buonumore, e forse questa è la sfida più affascinante: far vedere che anche una omelette può essere
stop alla monotonia
In momenti di particolare tensione fisica e psichica è importante variare e bilanciare i nostri pasti aiutando così mente e corpo ad affrontare con maggiore energia le giornate più difficili. Esistono una serie di alimenti che hanno note virtù terapeutiche poiché contengono sostanze regolatrici dello stress che possono aiutarci a ritrovare il buon umore; a questo scopo non bisogna mai farsi mancare gli agrumi, il cioccolato e il caffè: pensate per esempio che 30 grammi al giorno di frutta secca, tra cui noci, mandorle e pistacchi, aiutano a combattere le infiammazioni indotte dallo stress proprio grazie alla presenza di grassi salubri. 
cibi consigliati
Nello specifico le mandorle, ottime come spuntino spezza fame, sono ricche di magnesio che aiuta a proteggere il nostro corpo da stanchezza fisica e mentale e acido folico, che sostiene la funzionalità del sistema nervoso. Regine della frutta secca, contribuiscono a mantenere alto il tono dell’umore, grazie alle loro blande proprietà antidepressive. Ottimi anche il pesce e le uova; quest’ultime ad esempio sono ricche di proteine ad alto valore biologico, omega-3, vitamine del gruppo B e triptofano. Il tuorlo, in particolare, può rivelarsi utile per combattere il malumore e dare energia di pronto utilizzo. Il cioccolato fondente è forse il più famoso mood-food: chi non ha mai sentito dire che il cioccolato è il più potente antidepressivo naturale? Ricco di triptofano, precursore della serotonina, aiuta a ridurre lo stress. Mangiare cioccolata, in particolare fondente, determina l’aumento dei livelli di endorfine, interessate all’inibizione del dolore, e di feniletilamina, una sostanza chimica che il cervello produce quando ci innamoriamo. La frutta infine ci da un aiuto tutto light: mele, banane e albicocche ad esempio sono importanti per il nostro buonumore, poiché ricche di potassio, di magnesio e di vitamine del gruppo B che aiutano a fornire la giusta energia al nostro corpo. Alcuni studi inseriscono poi nell’elenco dei cibi del buonumore anche i frutti rossi: l’acido valproico in essi contenuto è proprio il principio attivo di un farmaco che stabilizza l’umore. Oltre a questo, le bacche contengono anche antocianidina, le cui proprietà antinfiammatorie aiutano a tenere sotto controllo la depressione.

Budino di riso al cioccolato
INGREDIENTI

- 80 g di riso
- 70 g di malto di riso o miele vergine integrale
- 50 g di cioccolato fondente
- 50 g di mandorle
- 250 ml di latte di riso
- 2 cucchiaini di agar agar
- ¼ bacca di vaniglia
- sale q.b.
- olio di girasole q.b.
- cocco grattugiato

PREPARAZIONE
frullate finemente le mandorle. In una casseruola riunite le mandorle, il riso, il latte vegetale, mezzo litro d’acqua, un pizzico di sale, la vaniglia e l’agar agar. Portate a bollore e poi abbassate la fiamma al minimo e continuate per 20 minuti, portando il riso a cottura. Mescolate ogni tanto. Eliminate la vaniglia e frullate il riso direttamente nella pentola con il frullatore a immersione riducendo il tutto in crema. Mettete di nuovo sul fuoco e aggiungete il malto, facendo cuocere per 5 minuti e mescolando molto frequentemente. Levate dal fuoco e amalgamate al composto il cioccolato spezzettato facendolo fondere. Versate la crema negli stampi da budino già oliati e lasciatela raffreddare. A questo punto riponeteli nel frigorifero per alcune ore.
 
 

 
 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI