18°

28°

Migranti

Salvini, lite col ministro del Lussemburgo che sbotta

Ricevi gratis le news
7

Diverbio, con imprecazione, tra Matteo Salvini e il ministro degli Esteri del Lussemburgo Jean Asselborn al vertice di Vienna durante l’intervento del vicepremier leghista. Alla frase pronunciata da Salvini durante il suo intervento, «non abbiamo l’esigenza di avere nuovi schiavi per soppiantare i figli che non facciamo più», il collega lussemburghese ha sbottato per poi commentare con l'imprecazione «merde alors» (una sorta di «diamine") e dicendo: «Occupatevi dei vostri soldi per aiutare a dare da mangiare ai vostri figli».
«Ho sentito da qualche collega dire che c'è bisogno di immigrazione perchè la popolazione europea invecchia, io ho una prospettiva completamente diversa - aveva detto Salvini nel suo intervento -. Io penso di essere al governo per aiutare i nostri giovani a tornare a fare quei figli che facevano qualche anno fa e non per espiantare il meglio dei giovani africani per rimpiazzare i giovani europei che per motivi economici oggi non fanno più figli. Magari in Lussemburgo c'è questa esigenza, in Italia invece abbiamo l’esigenza di aiutare i nostri figli a fare degli altri figli e non ad avere nuovi schiavi per soppiantare i figli che non facciamo più. Siamo assolutamente disponibili a dialogare con tutti».
A questo punto il ministro degli Esteri del Lussemburgo ha interrotto Salvini dicendo: «io sono il ministro del Lussemburgo e controllo le mie finanze e voi in Italia dovete occuparvi dei vostri soldi per aiutare a dare da mangiare ai vostri figli, merde alors». Ma Salvini ha replicato: «Rispondo pacatamente al suo punto di vista che non è il mio. Se in Lussemburgo avete bisogno di nuova immigrazione, in Italia preferisco aiutare gli italiani a tornare a fare figli».

Stiamo aspettando a minuti il ministro del Lussemburgo per continuare il dibattito con toni pacati, lui prima è stato volgare». Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini in conferenza stampa a Vienna insieme al collega austriaco Herbert Kickl, sul diverbio con il collega Jean Asselborn.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marirhugo

    16 Settembre @ 21.14

    questo salvini usa proprio gli stessi termini del tipico linguaggio nazista: aiuteremo gli italiani a fare figli, cosi' non espiantiamo i giovani africani dalla loro terra. Sarebbe bene ricordare che i nazisti prima della soluzione finale pensarono di rimandare gli ebrei nella loro terra. insomm abbiamo un neonazista ministro degli interni. i suoi nemici sono gli immigrati ( lui dice chi li sfrutta) Hitler era antisionista, diceva cioe quelli che sfruttavano gli ebrei , e tutti e due avevano un profondo disprezzo per la finanza demoplutocratica-giudaico-comunista.

    Rispondi

  • Pier Luigi

    15 Settembre @ 17.47

    Considerando che la popolazione lussemburghese è di 545mila abitanti, ammesso che nel 1960 fossero poco più degli abitanti di Parma, il 40% italiani? E ora sono rimasti il 4%,l'altro 36% è stato riqualificato a cittadino? Comunque rimane il fatto che queste 545mila persone ,il loro ministro rappresenta uno stato che ha accolto evasori fiscali e campa su soldi e protezioni internazionali ed essendo così piccoli hanno il sedere coperto per quanto riguarda novelli profughi. Ma a San Marino quanti profughi ci vanno? E fca o Cfa, qualcuno i soldi li li ha portati?!

    Rispondi

    • 15 Settembre @ 18.13

      (dalla redazione) Ha ragione: abbiamo controllato le statistiche e negli anni 60 la popolazione del Lussemburgo era di poco superiore ai 300mila abitanti. Quindi l'AdnKronos (da cui abbiamo preso i dati) ha probabilmente aggiunto uno zero alla percentuale degli italiani. Resta il fatto che quasi il 50% dei residenti attuali del Lussemburgo sono stranieri (anche se la maggior parte sono europei: portoghesi, francesi e italiani nell'ordine). Segno di un piccolo paese che ha un'antica storia di immigrazione per ragioni di lavoro.

      Rispondi

    • 15 Settembre @ 18.01

      http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2018/09/14/mila-italiani-lussemburgo_i3vE71KGSRnO2Ehlk4aU2O.html

      Rispondi

  • ixxo

    15 Settembre @ 15.34

    In questo momento nessuno può dare lezioni all'Italia, specialmente chi non accoglie immigrati e chi chiude le frontiere.. Solo l'ipocrisia e l'autolesionismo di alcuni italiani da spazio a questi personaggi.

    Rispondi

  • Pier Luigi

    15 Settembre @ 07.05

    Che io ricordi, in Lussemburgo sono andati i soldi degli evasori e non gli emigranti italiani?! Vedi Fiat o Cfa che dir si voglia!

    Rispondi

    • 15 Settembre @ 15.30

      (dalla redazione) Ricorda male. Nel 1960 gli italiani erano quasi il 40% della popolazione del Granducato. Certo i numeri erano piccoli (un po' meno di 16mila persone), perché il Lussemburgo è piccolo e, allora, non troppo popolato. Ancora adesso gli italiani sono circa 22mila, quasi il 4% della popolazione, visto che ora il Lussemburgo ha aumentato - e di molto - la popolazione. ps. Fca e non Cfa.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

GAZZAREPORTER

Rudo a gogò!

Lo sfogo di un lettore in pieno centro

LA POLEMICA

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"