×
×
☰ MENU

Dose obbligatoria entro il 1 febbraio

Giro di vite sugli over 50 non vaccinati: 17mila a Parma e provincia

Giro di vite sugli over 50 non vaccinati: 17mila a Parma e provincia

09 Gennaio 2022,03:01

Monica Tiezzi

Il virus non ferma la sua corsa, spinto dalla variante Omicron, e il governo corre ai ripari con un giro di vite finale sui non vaccinati dai 50 anni in su, che a Parma e provincia sono circa 17 mila: dovranno fare la prima dose entro il primo febbraio.

Lo prevede il decreto legge 1 del 7 gennaio 2022, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale e diventato operativo ieri. Oltre all'obbligo di vaccinazione dai 50 anni, il decreto prevede l'obbligo di green pass «base» (quello ottenuto da tampone negativo: valido 48 ore se antigenico, 72 ore se molecolare) anche per andare da parrucchiere, barbiere o estetista (dal 20 gennaio) oltre che (dal primo febbraio) per andare in pubblici uffici, banca, posta e attività commerciali, fatte salve quelle essenziali, come farmacie e alimentari.

Cinquantenni

Se entro il primo febbraio gli over 50 (incluso chi ha compiuto i 50 anni ieri, o li compirà da oggi al 15 giugno 2022, data di validità del decreto) non avranno fatto la prima dose (o la seconda o la dose di richiamo, secondo i termini previsti), incorreranno in una multa di 100 euro dell'Agenzia delle Entrate. Dal 15 febbraio la sanzione, per i lavoratori over 50, sarà ancora più aspra: sarà necessario il green pass rafforzato (ottenuto con la vaccinazione o con la guarigione dal Covid) per andare al lavoro. Pena la sospensione dall'attività e dallo stipendio (ma sarà mantenuto il posto di lavoro) e multa da 600 a 1.500 euro se colti «in fallo» sul lavoro. Cifre raddoppiate in caso di reiterata violazione. Resta valida la possibilità, per chi ha meno di 50 anni, di lavorare con il green pass base, ma ai lavoratori obbligati a vaccinarsi - indipendentemente dall'età - si aggiunge il personale universitario, delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica e degli istituti tecnici superiori.

Ovviamente non c'è obbligo vaccinale in caso di pericolo per la salute, documentato e attestato dal medico di medicina generale o dal medico vaccinatore. Chi è guarito dall'infezione potrà posticipare la vaccinazione.

Green pass rafforzato

Da domani sarà obbligatorio - oltre che in ristoranti, bar e teatri, cinema, palestre e piscine - in hotel, per feste civili o religiose, sagre, fiere, congressi, nella ristorazione all'aperto, in impianti sciistici e sportivi all'aperto, in centro culturali, sociali e ricreativi all'aperto, su aerei, treni, navi e sul trasporto pubblico locale. Feste sospese fino al 31 gennaio.

A scuola

Cambiano le regole per la gestione dei casi di positività a scuola. Alla scuola dell’infanzia già in presenza di un caso di positività nella stessa sezione o gruppo classe, attività sospesa per dieci giorni.

Alla scuola elementare con un caso di positività si attivano i test. Le lezioni continuano effettuando un test antigenico rapido o molecolare appena si viene a conoscenza del caso di positività, test che sarà ripetuto dopo cinque giorni. Se risultano due o più positivi in classe, si passa alla dad per dieci giorni.

Alle medie e superiori, fino a un caso di positività nella stessa classe è prevista l’auto-sorveglianza e l’uso delle mascherine Ffp2. Con due casi scatta la didattica digitale integrata per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, che sono guariti da più di 120 giorni, che non hanno avuto la dose di richiamo. Per tutti gli altri, lezioni in presenza con l’auto-sorveglianza e le mascherine Ffp2. Con tre casi nella stessa classe, tutti in dad per dieci giorni.

Smart working

Non lo prevede il decreto Draghi, ma lo chiede una circolare firmata dai ministri Brunetta e Orlando, che - senza accennare a percentuali di presenza sul luogo di lavoro - invita al «massimo utilizzo di modalità di lavoro agile sia nel pubblico che nel privato per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o a modalità a distanza».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI