×
×
☰ MENU

Sui pedali

Tabiano, un parco naturale per le mountain bike

Tabiano, un parco naturale per le mountain bike

16 Maggio 2022,03:01

Salso Natural Bike Park? Mountain Bike Park Tabiano? Non esiste ancora un nome ufficiale. Esiste il parco naturale per le mountain bike. Esiste la realtà di una location unica nel suo genere. Esiste la realtà costruita in anni di volonterosa fatica, di passione, di sudore sulla fronte.

Un parco costruito giorno dopo giorno dal Pedale Fidentino: dalla laboriosità del presidente GianCarlo Maestri e da Marino Bandozzi, dai genitori degli atleti, da Max Bravi, guida cicloturista e allenatore in seno al Pedale. Un’opera resa possibile grazie, soprattutto, alla disponibilità della famiglia Corazza.

Dieci anni di lavori. Chilometri e chilometri di salite, discese, paraboliche, ponti: una natura incontaminata. Barchessa, Salita del Castello, 4 Formaggi, 2 Ponti e Le Api sono i percorsi che formano il natural bike park. «Ci sono voluti circa dieci anni di lavori, di una passione pura, per riuscire a realizzare tutto questo», spiega Gian Carlo Maestri, presidente del Pedale Fidentino: «Un grazie di cuore a tutti quanti hanno prestato il proprio aiuto, alla famiglia Corazza, ai dirigenti, ai genitori e a tutti i nostri atleti». Sono circa 80 gli atleti del Pedale Fidentino: dai 5 ai 18 anni, suddivisi nelle varie categorie. Due sono le gare che si svolgono nel circuito tabianese: una riservata ai piccoli e un’altra, nazionale, per i più grandi. «È stata una bell’impresa, siamo soddisfatti per come il circuito abbia preso forma e soprattutto per quello che riusciremo a farlo diventare», sottolinea Marino Bandozzi del Pedale Fidentino: «La soddisfazione deriva anche e soprattutto dal vedere tanti giovani che possono fare sport e divertirsi in questo contesto naturale, il tutto reso possibile grazie alla famiglia Corazza».

Pensi a Tabiano e pensi alle Terme del tempo che fu, ad alberghi chiusi, negozi sfitti, a un posto trascurato. Poi in mezzo a tutto questo c’è un posto dove ragazzi si allenano, gareggiano, amanti delle bike provano i percorsi. Salite, discese. Cadono e si rialzano.

Ruggero Sartori

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI