×
×
☰ MENU

Lavoro

Stagionali, allarme di Confesercenti: «A Salso molte offerte ma poca disponibilità»

Stagionali, allarme di Confesercenti: «A Salso molte offerte ma poca disponibilità»

17 Maggio 2022,03:01

«Anche a Salso si moltiplicano ogni giorno gli appelli per la ricerca di personale, in particolare nel settore della ristorazione e per gli operatori stagionali. Una situazione analoga a quella di tutta Italia. Come associazione riceviamo ogni giorno richieste dalle nostre aziende e l’avvio della stagione turistica, con la ricerca di stagionali, può rappresentare un problema davvero preoccupante: si rischia il paradosso di avere lavoro e clienti ma non il personale sufficiente a coprire le richieste o per lavorare in maniera efficiente». A lanciare l’allarme è il presidente di Confesercenti Salso Matteo Orlandi. «Tante sono le cause di questa situazione, nata dallo sviluppo della pandemia ma che ha anche altre motivazioni: il reddito di cittadinanza, la ricerca di lavori più stabili, il sussidio di disoccupazione che coprendo solo la metà del periodo corrispondente a quello di lavoro mette in difficoltà gli stagionali. Ma incidono anche le diverse abitudini delle nuove generazioni, che spesso studiano a lungo e sono ultra preparate, snobbando però le mansioni più semplici» sottolinea Orlandi.

«Ma non va meglio nemmeno per chi cerca lavoratori a tempo indeterminato -aggiunge -. Come Confesercenti a livello locale stiamo rilanciando ogni giorno le richieste di ricerca di personale nel settore ristorazione. A Salso sono davvero molte le imprese che rischiano di fare una stagione sotto tono a causa della carenza di addetti. Siamo al lavoro per trovare azioni che favoriscano l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro (come alcuni portali nati a livello nazionale): nel frattempo è possibile contattare la nostra sede (salsomaggiore@confesercentiparma.it) per inviare domande e offerte di lavoro». Altro punto, l’entità delle paghe: « E’una faccenda cruciale: siamo convinti che gli addetti alla ristorazione debbano guadagnare di più ma per le imprese i costi da sostenere per il personale sono troppo alti, andandosi ad aggiungere ad affitti e agli aumenti di materie prime ed energia. Servono riforme concrete nel settore, con una defiscalizzazione e taglio del cuneo fiscale, è l’unica strada possibile» conclude Orlandi.

A.S.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 2
  • giulio1963

    17 Maggio 2022 - 12:32

    Vero, però vogliono solo persone con esperienza, se qualcuno con buona volontà, ma senza esperienza, si propone non viene nemmeno contattato.

    Rispondi

  • Frank

    17 Maggio 2022 - 07:34

    Pagateli!!!

    Rispondi

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI