×
×
☰ MENU

Scuola

Automation Farm, aziende al lavoro per preparare i futuri tecnici

Automation Farm, aziende al lavoro per preparare i futuri tecnici

21 Maggio 2022,03:01

È nato Automation Farm, un format didattico che si impegna ad offrire l’opportunità alle scuole e agli istituti tecnici di ricevere una specifica formazione nel campo dell’automazione industriale. La formazione si focalizza sugli strumenti che le aziende utilizzano per la loro attività lavorativa; dapprima vengono istruiti i docenti per fare in modo che durante lo svolgimento delle loro lezioni in classe con gli alunni, a supporto dei libri di testo, vengano utilizzati i software e le tecnologie donate ad ogni scuola. In secondo luogo, le aziende intervengono in lezioni programmate all’interno di laboratori.

L'ideatore del progetto
«Una grande opportunità formativa - spiega Mattia Moruzzi, ideatore del progetto e operations manager di Techcab -. Automation Farm nasce dall'esigenza di un gruppo di aziende, che si sono costituite in un'Ati, associazione temporanea di impresa, e dalla sensibilità di chi le conduce: Michele Caselli, amministratore delegato di Er Sistemi, Ombretta Sarassi, general manager di Opem, Carlo Marconi, general manager di Antares Visio, e Giuseppe Moruzzi, amministratore delegato di Techcab. Il percorso che vogliamo fare con Automation Farm è quello di avvicinare il più possibile il mondo della scuola e il mondo del lavoro, stimolando tutti gli attori coinvolti e formandoli: docenti e studenti. Ma anche facendo momenti di formazione nelle scuole medie, dove noi portiamo la nostra testimonianza sia ai docenti, che fanno orientamento, e sia ai genitori, per spiegare che Parma è un'eccellenza sul piano dell'automazione industriale. In questi ultimi giorni hanno aderito altre aziende al progetto e la nostra speranza è che altre imprese con le stesse necessità possano entrare a far parte attivamente del progetto».

L’obbiettivo è quello di formare adeguatamente docenti e studenti attraverso quattro tipologie di laboratori didattici quali Programmazione plc, robotica, visione e progettazione elettrica utilizzando l’esperienza di tecnici ed esperti delle aziende coinvolte. In aggiunta si offre l’opportunità di svolgere l’alternanza scuola lavoro nelle diverse aziende. Techcab, capofila del progetto, si è impegnata a collaborare con altre importanti aziende del settore e del territorio parmense quali Ersistemi, Opem e Antares Vision che credono nel progetto e sono pronti a sostenerlo attraverso diverse forme di collaborazione. Vi è inoltre la partecipazione di altre aziende che hanno collaborato come diretti finanziatori, acquistato materiali e donandolo alle scuole con il fine di fornire tutti gli strumenti (componenti software e hardware) necessari per svolgere i laboratori in maniera efficace ed efficiente (tra i maggiori Elfi spa, Randstad e Mef elettroforniture). Aziende leader nel settore come Siemens, Eplan e Universal Robot, si sono rese disponibili per la formazione dei docenti con il fine di fornire tutti gli strumenti necessari per formalizzare un programma scolastico aggiornato secondo i requisiti ad oggi, richiesti da parte dell’aziende del settore e dal comitato tecnico di Automation farm. Infine, alcune altre aziende del territorio come Bormioli, Acmi, Azzali elettronica e altre microimprese hanno partecipato al progetto. Diverse scuole hanno deciso di aderire al progetto: Itis Leonardo da Vinci, Itis Berenini di Fidenza, Forma Futuro, Enaip di Parma e Ipsia Primo Levi. «Quello che stiamo creando - continua Mattia Moruzzi - è un percorso di supporto alla didattica ordinaria. In questo anno e mezzo ho voluto visitare tutte le scuole per rendermi conto dello stato dell’arte dei laboratori e dei percorsi di insegnamento mi sono reso conto che serviva una guida che indicasse alle scuole la direzione del mercato e le esigenze di noi aziende. Per fare ciò bisognava pensare ad un format che coinvolgesse tutti gli attori e li mettesse in comunicazione con un obbiettivo di formazione sul lungo periodo».

Il logo sull'attestato
Best Technician è il brand del progetto; tratto distintivo di Automation Farm ed identifica la qualità della formazione che gli alunni ricevono attraverso l’utilizzo dei software installati nei laboratori scolastici durante le esperienze laboratoriali effettuate dalle aziende e durante le ore di lezione ordinarie svolte dai docenti. Il logo, che sarà presente sugli attestati rilasciati al termine dei corsi, potrà essere inserito sul curriculum che lo studente trasmetterà alle aziende e permetterà al ragazzo di entrare a far parte di un circuito dove le aziende potranno identificare chi ha seguito i corsi relativi alla tematica che maggiormente interessa. L’istruzione specialistica ricevuta permetterà di valutare un profilo maggiormente vicino alla conoscenza dei software utilizzati e questo porterà ad un inserimento nell’organico più veloce rispetto al percorso scolastico tradizionale. In questi mesi, il progetto ha preso sempre più forma attraverso le diverse alternanze scuole lavoro che andranno avanti fino all’estate.

M.V.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI