×
×
☰ MENU

Auser a congresso: in prima linea ad aiutare gli altri

Auser a congresso:  in prima linea ad aiutare gli altri

di Anna Pinazzi

06 Ottobre 2021,08:59

I volontari Auser si incontrano – per fortuna – ovunque in città: davanti alle scuole e ai passaggi pedonali a fianco dei bambini, nei corridoi e nelle sale d’attesa dell’ospedale per confortare e aiutare, quest’anno con la pandemia in prima linea anche ai poli vaccinali e tanto altro. È da trent’anni che volontariamente collaborano, sono al servizio di chi ha bisogno e, anche per festeggiare questo grande traguardo, si sono riuniti insieme al presidente Paolo Bertoletti in occasione del decimo congresso provinciale al centro sociale Il Tulipano. 

«Il vostro impegno è qualcosa di straordinario – esordisce  Bertoletti –. Anche quello che avete fatto durante la pandemia va oltre ogni aspettativa. E sottolinea, ancora una volta, l’aiuto fondamentale che offrite alla città. Il nostro contributo sul territorio – continua il presidente – è importante anche per la realizzazione di un sistema di protezione che coniughi sviluppo, uguaglianza, inclusione: saremo sempre al servizio dei più fragili, di chi ha bisogno». Auser durante tutti questi anni «ha dimostrato una grande capacità di sapere fare rete sul territorio con tante altre realtà del volontariato e con l’amministrazione – ha sottolineato l’assessore Laura Rossi durante il congresso –. Un esempio di capacità di coordinazione e di un’organizzazione in grado di presidiare il territorio aiutando le persone più fragili». Una capacità di coinvolgimento e organizzazione che è arrivata anche nella provincia di Parma; a testimoniarlo Stefania Nebbi, assessore alle Politiche sociali di Medesano: «Con Auser abbiamo scoperto cosa significa coprogettare – fa sapere –, i servizi domiciliari offerti nel periodo di pandemia sono stati la salvezza per molte persone». Ad intervenire anche Barbara Lori, assessore regionale dell’Emilia Romagna: «Le attività di Auser confermano il ruolo fondamentale che il volontariato ha all’interno di una comunità. Auser è una risorsa per Parma – dichiara –. Le politiche del Welfare devono sviluppare programmi di lavoro che tengano in considerazione realtà come queste. La nostra programmazione si basa, infatti, su sostenibilità ambientale, economica e sociale, integrazione e inclusione». 

A fine mattinata, ha portato i propri ringraziamenti «per tutto quello che i volontari Auser hanno fatto da sempre e stanno facendo in ospedale in questo periodo difficile» anche Massimo Fabi, direttore generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma. Durante il congresso sono state anche elette le nuove commissioni di Auser, insieme alla presidenza costituita ancora da Paolo Bertoletti (già presidente), Barbara Mussini (vicepresidente) e Fausto Avanzini. In conclusione, le parole del presidente: «Un grazie non basta per tutto quello che fate. Siete preziosi custodi di un patrimonio umano speciale – continua Bertoletti –. Patrimonio che spero con tutto il cuore venga trasmesso alle giovani generazioni affinché il volontariato continui ad essere punto di riferimento fondamentale per la cittadinanza».

 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI