×
×
☰ MENU

«Il nuovo parco dei Gelsi sarà come lo sognavano i cittadini»

«Il nuovo parco dei Gelsi sarà come lo sognavano i cittadini»

di Anna Pinazzi

30 Ottobre 2021,10:01

Presentato il progetto di restyling dell'area verde a San Pancrazio 

Giochi inclusivi e coloratissimi, un «Bosco del Tempo» a portata di città, l’impianto di illuminazione che viene incrementato, le zone pedonali che aumentano e diventano più sicure. 
Sono solo alcune delle modifiche previste dal progetto di riqualificazione del parco dei Gelsi a San Pancrazio. Una riqualificazione dal valore di 200mila euro che si inserisce nell’ambito del Piano integrato di riqualificazione dei parchi pubblici di quartiere promosso dall’Amministrazione.
«Il progetto di recupero promosso dal Comune - ha spiegato l'assessore Michele Alinovi alla presentazione ieri in Municipio - si inquadra in un percorso di dialogo e attenzione verso i nuclei frazionali, in tema di riqualificazione di spazi pubblici. Parte attiva sono stati i residenti del Ccv San Pancrazio e della società Oikos, che ha colto la possibilità di generare valore aggiunto attraverso la sponsorizzazione del Bosco del Tempo». 
Costruttivo il dialogo tra amministrazione e cittadini (in particolare il Ccv San Pancrazio rappresentato nell'incontro da Bruno Cavalieri e Giovanni Pelagatti). «L’aiuto dei cittadini è stato fondamentale -  ha sottolineato l’assessore Nicoletta Paci - hanno proposto soluzioni, aggiornamenti. Hanno espresso problematiche da risolvere per migliorare l’area secondo le esigenze della comunità». 
Il parco dei Gelsi sarà «un arcobaleno in terra - ha aggiunto l’architetto Sabrina Collmann -. Nell’area giochi saranno installati diversi giochi innovativi con la sistemazione di un set di altalene integrato con seggiolini inclusivi, scivoli, e pannelli musicali e sensoriali inclusivi».
Un piccolo tesoro in mezzo al verde che verrà impreziosito dal «Bosco del tempo». «Sarà un vero e proprio bosco di circa 1300 metri quadrati - annota Monica Galliani, presidente Oikos -. Un’oasi di biodiversità a disposizione della cittadinanza». 
Migliorata anche «la zona di ingresso al parco - ha concluso Paolo Landini, progettista - che verrà valorizzata sistemando i percorsi di accesso principale e mettendo a dimora nuove essenze arboree».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI