×
×
☰ MENU

Parma

Anna Frank, il trasferimento costerà da 10 a 32 euro mensili per bambino

Anna Frank, il trasferimento costerà da 10 a 32 euro mensili per bambino

02 Dicembre 2021,13:01

Si va da un minimo di 10 euro a un massimo di 32, con una fascia intermedia fissata a 21 euro e le quote calcolate in base al reddito Isee. È il contributo che sarà mensilmente richiesto alle famiglie degli alunni della Scuola elementare Anna Frank e della materna Sergio Neri, per il servizio di trasporto in bus fino al plesso scolastico di via Saffi, dove a partire dal mese di settembre si svolgeranno le attività didattiche.

L’annuncio è stato dato durante l’ultimo incontro, avvenuto nella giornata di venerdì, tra la dirigenza scolastica, il sindaco Federico Pizzarotti, gli assessori Alinovi e Seletti ed i rappresentanti dei genitori, riuniti attorno ad un tavolo per fare il punto della situazione, ad un mese e mezzo dall’avvio dell’anno scolastico.

La misura specifica relativa alle spese di trasporto, come annunciato dalla stessa amministrazione comunale nelle scorse settimane, riguarderà pure gli alunni dell’Albertelli-Newton, l’altro istituto scolastico il cui edificio è oggetto di interventi di riqualificazione.

Per garantire il trasporto in bus dei bambini, il Comune dovrebbe stanziare una cifra pari a circa 250 mila euro, cui sarà aggiunto il contributo versato dalle famiglie. Nel caso degli alunni delle scuole Anna Frank e Sergio Neri, la partenza dei bus avverrà da via Pini ed in maniera scaglionata. Gli orari sono ancora da definire: se ne riparlerà in una riunione successiva, in programma a fine agosto. Tuttavia, secondo l’ipotesi al momento più accreditata, l’ultima corsa dovrebbe essere programmata per le ore 8.25. Ai genitori, pertanto, è stata raccomandata la massima puntualità.

I tempi di percorrenza dei mezzi fino in via Saffi sono stimati fra i 15 e i 20 minuti. Regolare sarà quindi l’uscita da scuola: alle ore 13 per le classi del tempo normale ed alle 16.30 per quelle che osservano invece l’orario prolungato.

Non cambia nulla, invece, per chi usufruisce del servizio Happy Bus: in questo caso, infatti, i bambini saranno accompagnati direttamente in via Saffi. Per quanto riguarda l’Anna Frank, confermati inoltre i servizi di pre e post scuola.

Le attività di pre-scuola, con ogni probabilità, si svolgeranno all’interno del nuovo corpo (palestra e teatro) di via Pini, pronto a settembre, o in alternativa negli spazi della Scuola media Ferrari. L’istituto di via Saffi - che, è stato precisato, risponderà a tutti gli standard di sicurezza necessari - ospiterà invece il servizio di post scuola. Sempre in via Saffi, dopo il sopralluogo effettuato dalle maestre insieme ai tecnici comunali, da qualche giorno sono partiti i lavori di manutenzione straordinaria, che riguarderanno principalmente il sistema antincendio ed il tetto.

Il Comune ha garantito che, per l’inizio della scuola, le aule saranno pronte, in modo da consentire il regolare svolgimento delle lezioni. Il resto degli interventi dovrebbe essere ultimato entro la fine di ottobre.

Nonostante le rassicurazioni, non si placano le polemiche da parte di un consistente numero di genitori, contrari al trasferimento in centro. Una quarantina di famiglie ha chiesto di poter iscrivere i propri figli in altre scuole cittadine: si valuterà in base alla disponibilità dei posti nei diversi istituti.

 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI