×
×
☰ MENU

COMMERCIO

Parte la stagione dei saldi. Ascom: «Grande opportunità»

saldi invernali

04 Gennaio 2022,13:52

Parte la stagione dei saldi invernali. A Parma, così come nel resto della regione, gli sconti inizieranno nella giornata di domani, anche se qualcuno sta giocando d'anticipo. Grandi le attese del mondo del commercio, come sottolineano i rappresentanti delle associazioni di categoria.


«In un periodo di incertezza come quello attuale - dichiara Cristina Mazza, vicedirettore di Ascom - il periodo dei saldi resta uno degli approdi certi a cui fare riferimento per tornare a respirare un po' di normalità». «Dal nostro Osservatorio - prosegue - dopo i segnali di ripresa registrati recentemente, si ipotizza che il recente aumento dell’inflazione possa fare di questi saldi una importante risposta degli operatori commerciali al contenimento della stessa e un'opportunità per i consumatori». Secondo Cristina Mazza si tratta di «un'eccezionale occasione anche per consolidare lo shopping sotto casa nei negozi di prossimitài». Come ogni anno il Centro Studi Ascom terrà monitorato l'andamento dei saldi «ma fin da ora possiamo affermare che secondo le stime della Confcommercio nazionale ogni persona spenderà circa 119 euro, con una riduzione rispetto allo scorso anno» precisa Cristina Mazza.


Confesercenti
Nel periodo natalizio «le vendite per i nostri associati - fa sapere Confesercenti - anche a causa degli aumenti dei prezzi dovuti ai costi di energia e materie prime, si sono assestate su livelli soddisfacenti, seppur ancora distanti dai dati pre-covid». «Come associazione abbiamo cercato di evidenziare l'importanza di fare acquisti nei negozi di vicinato - spiega Giorgio Vernazza, presidente Fismo - e sembra che il messaggio sia stato recepito». «La volontà di spesa delle famiglie ha permesso ai nostri commercianti di tracciare un bilancio moderatamente positivo del periodo di festività - spiega Antonio Vinci, direttore di Confesercenti -; un dato che acquista un valore aggiunto se consideriamo la situazione generale». «Confidiamo - conclude Vinci - che i saldi invernali confermino il trend positivo e possano segnare un ulteriore passo verso il ritorno alla normalità».


Le regole per gli acquisti
Cambi: la possibilità di cambiare il capo dopo che lo si è acquistato è lasciata alla discrezionalità del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme. In questo caso scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto. Prova dei capi: non c’è obbligo. Pagamenti: le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante e vanno favoriti i pagamenti cashless.
I capi che vengono proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo. Indicazione del prezzo: obbligo del negoziante di indicare il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale. Occorre mantenere la distanza di un metro tra i clienti in attesa di entrata e all’interno del negozio e igienizzarsi le mani prima di toccare i prodotti. E' inoltre obbligatorio indossare la mascherina. Modifiche e adattamenti sartoriali sono a carico del cliente. r.c.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI