×
×
☰ MENU

SANT'ILARIO

La cerimonia entra nel vivo: si parte con le premiazioni - Guarda la gallery

13 Gennaio 2022,11:36

Ad aprire e condurre la cerimonia è il presidente del consiglio comunale Tassi Carboni: Sono passati due anni difficili ma ci siamo adattati alle situazioni e alle necessità. Abbiamo resistito. Dopo il saluto alle autorità e ai sindaci dei Comuni della provincia Tassi Carboni ha voluto ringraziare il teatro Regio, la corale Verdi, Arte a distanza, l’ufficio cerimoniale e comunicazione del Comune.
Il primo ospite a salire sul palco è il vescovo Enrico Solmi che viene accompagnato dal sindaco Federico Pizzarotti. Solmi ha ricordato la figura di Ilario da Poitier.

Si parte con le premiazioni. All’azienda agraria sperimentale Stuard viene consegnata la menzione speciale. Ritirano il premio il presidente Roberto Ranieri e il direttore Roberto Reggiani. Altra menzione speciale al Comitato Rione Colombo, ritira il presidente Oreste Cugini. Terza menzione speciale per Ivo Ferraguti per l’attività culturale pluriennale.

Poi è la  volta degli attestati di civica benemerenza. Il primo ad Agugiaro e Figna, ritirato da Alberto Figna. Poi è la volta  del Centro Antiviolenza Parma, ritirato dalla presidente Samuela Frigeri. Quindi viene premiato Carmine Giovanni Del Rossi seguito da Intercral Parma Aps rappresentato dal presidente Mauro Pinardi. Altro attestato a Lenz Fondazione con Maria Federica Maestri e Francesco Pititto. Quindi Raimondo Meli Lupi di Soragna ritira il premio a lui destinato seguito da Zacmi Zanichelli rappresentata da Caterina Zanichelli e Giorgio Boselli. 

Le premiazioni si concludono con le due medaglie d’oro a Parma Baseball, rappresentata da Massimo Fochi, Sebastiano e Zanguido Poma, ed al Centro  Servizio per il Volontariato rappresentato dalla presidente Elena Dondi e dal direttore Arnaldo Conforti.

Dopo le premiazioni una esibizione musicale e poi il tanto atteso ultimo discorso di Federico Pizzarotti come sindaco di Parma. Dopo i ringraziamenti di rito a cittadini e autorità il sindaco è entrato nel cuore del suo intervento.
“Il giorno di S. Ilario è il giorno più importante perché mette la città al centro - ha detto -. Due anni fa eravamo incentrati sulla crescita  delle nazioni. Parma era diventata capitale della cultura. Poi il mondo è stato travolto e oggi la battaglia al virus non è ancora finita. Siamo nel cuore profondo del cambiamento ma è la stagione delle grandi occasioni".

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI